Resta in contatto

News

L’Ajax vince 2-1 a Torino e va in semifinale: la Juventus esce dalla Champions League

Nel ritorno dei quarti ai bianconeri non basta l’1-1 dell’andata ottenuto in Olanda. Al gol di Ronaldo rispondono prima Van de Beek e poi De Ligt

Finisce ai quarti di finale l’avventura in Champions League della Juventus. L’Ajax, dopo il pareggio in casa per 1-1 mercoledì scorso, vince con pieno merito 2-1 allo Stadium, un match che si apre con un brivido al 5’ , quando Onana corre un rischio enorme, colpendo in fase di rinvio con la sfera Emre Can, che però non approfitta e manda la stessa fuori. Al 20’ contatto in area bianconera tra Rugani e Van De Beek, (che ci prova sotto porta) ma per l’arbitro francese Turpin e i colleghi al Var, è però tutto regolare.

RONALDO E VAN DE BEECK. Al CR7 porta in vantaggio i suoi, perfezionando l’assist da parte di Pjanic, con un perfetto stacco di testa sul primo palo. Il direttore di gara si reca al monitor per visionare le immagini, poi conferma la marcatura, non ravvisando alcun fallo di Bonucci su Veltman in area. Galvanizzata dal vantaggio, la squadra di Allegri pressa alla ricerca del raddoppio, ma subisce il pareggio al 34’ con la conclusione vincente del numero 6 dell’Ajax con un piatto destro, che elude un errata uscita della difesa di casa. Ben cinque i minuti di recupero concessi.

Al rientro in campo Kean prende il posto di un Dybala alle prese con un problema muscolare. Al 7’ fortuna ma anche bravura di Szczesny, nel toccare il pallone con la mano sinistra e poi agguantarlo, chiudendo anche lo specchio della porta, sul tiro da pochi passi da parte di Zyech. Meglio gli ospiti, che fanno salire forte la pressione e al 13’ sfiorano il 2-1, che non arriva solo per la smanacciata del portiere della Juventus sul destro potente scagliato da Van De Beek. Gara apertissima, con Pjanic che in scivolata con la punta del piede (17’) salva un gol praticamente fatto da Zyech, imbeccato da Neres.

DE LIGT. La pressione dell’Ajax si concretizza con la rete del sorpasso, che arriva al 22’ : assist di Shone per il numero 4, il quale è bravo a staccare altissimo tra Alex Sandro e Rugani, e superare un incolpevole Szczesny. La reazione della Juventus c’è, ma servono due reti (senza subirne altre) per andare in semifinale. Al 34 Zyech sigla il 3-1 con uno splendido tiro a giro che chiuderebbe i giochi, ma tutto vano perché arbitro e Var decretano fuorigioco. Nel finale (45’) non concesso un rigore alla Juventus per un presunto fallo di mano in area di Blind.

89 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
89 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Larghissima maggioranza tra i lettori di CalcioCasteddu: Giulini dovrebbe passare la mano

Ultimo commento: "Probabile visto che è attaccato al colore dei soldi non certo ai colori rossoblu"

(SONDAGGIO) Capozucca confermato, pro o contro?

Ultimo commento: "Ne' Capozucca ne' Giulini. Dove sono finite le promesse e i buoni propositi del Presidente, ha promesso per il centenario la zona uefa invece siamo..."

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Qui permettimi di rispondere; ma non ti sembra un po da miserabili disperati mettere 3 attaccanti contro una squadra di poveracci che meritano di..."

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini ha preso una squadra praticamente condannata alla retrocessione. Ci voleva coraggio. Occorre un drastico cambiamento a partire dal presidente..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News