cropped-cropped-CC-11.png
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Le gare del pomeriggio: vittoria che vale oro dell’Udinese sul Bologna. Per la Spal altro ko in casa tra le polemiche

I friulani di Nicola battono la squadra di Mihajlovic che rimedia la terza sconfitta di fila e resta terz’ultima. 0-0 tra Genoa e Frosinone

La ventiseiesima giornata della Serie A, apertasi con l’anticipo di venerdì, che ha visto il Cagliari imporsi meritatamente 2-1 sull’Inter, proseguita ieri con il 3-3 tra Empoli e Parma, i successi di Milan e Lazio in chiave Champions League rispettivamente 1-0 sul Sassuolo e 3-0 sulla Roma nel derby. Oggi, all’ora di pranzo anche il 3-0 del Torino al fanalino di coda Chievo Verona. Nel pomeriggio, in attesa di AtalantaFiorentina (ore 18) e NapoliJuventus alle 20.30, la disputa di altre tre partite. Le nostre sintesi:

UDINESE-BOLOGNA 2-1. Palo degli emiliani al 12’ sugli sviluppi di una punizione battuta da Santander, con palla raccolta da Mbaye sulla respinta di Musso. Rigore per il Bologna al 22’, concesso da Massa per fallo di Poli (ammonito) su Pussetto, che De Paul non sbaglia, mandando il pallone all’angolino basso alla sinistra di Skorupski. Sotto di un gol l’undici di Mihajlovic si riversa nella porta avversaria, con il portiere di casa che si oppone alla grande al 30’ su Palacio (che un minuto prima ha fallito una ghiotta occasione).  L’ex attaccante del Genoa pareggia al 38’, sull’assist di Orsolini, che davanti a Musso lo batte senza problemi.

Al minuto 8 della ripresa miracolo di Skorupski su Pussetto ad un metro da lui, completamente dimenticato dalla difesa bolognese, in sofferenza rispetto ad un primo tempo più tranquillo.  Al 17’ uscita fondamentale del portiere del Bologna su De Paul servito ottimamente da Pussetto, pronto a colpire a rete. Al 29’ l’attaccante non fallisce sul perfetto stacco che stavolta si insacca per il 2-1 che vale oro in chiave salvezza per i friulani di Nicola.

SPAL-SAMPDORIA 1-2. Una settimana esatta dopo le polemiche sull’esultanza in faccia a Cragno, dopo il dubbio rigore decretato contro il Cagliari, Quagliarella esulta in modo più corretto, quando porta in vantaggio i blucerchiati al Mazza perfezionando l’imbeccata dopo 4’ di gioco, da parte di Praet, battendo il suo ex compagno di squadra Viviano in semirovesciata. L’attaccante si ripete al minuto 11, quando supera ancora il portiere spallino, stavolta su assist da parte di Linetty, con un perfetto colpo di testa per la rete numero 19 in stagione: raggiunto Cristiano Ronaldo, in attesa di NapoliJuventus in programma stasera. Gran primo tempo di Quagliarella, che colpisce il palo al 24’, mentre al 26’ Valoti sfiora la marcatura che riaprirebbe i giochi. Al 33’ Viviano nega il 3-0 sempre all’ex compagno di squadra in blucerchiato.

Al 15’ gran punizione di Kurtic da posizione defilata per Floccari, che di testa non sbaglia e insacca l’1-2, con Audero assolutamente immobile. Ma tutto vano per posizione irregolare di Petagna. Decisione presa da Mariani dopo una lunga visione delle immagini al Var. Tanta rabbia da parte dei tifosi di casa, per la decisione presa dagli arbitri,  che protestano e abbandonano gli spalti del Mazza. Nel finale (49’) Kurtic accorcia le distanze, ma non evita la sconfitta della sua Spal, che chiudono in dieci per l’espulsione al 51’ di Cionek.

GENOA-FROSINONE 0-0. L’undici di Prandelli sfiora la rete al 28’ con Sanabria una questione di centimetri e resta con l’uomo in più al 34’ per il rosso diretto sventolato dall’arbitro Mariani a Cassata, per l’entrata col piede a martello su Biraschi. Al 6’ della ripresa Radu salva lo 0-1, smanacciando la sfera calciata in modo insidioso verso la porta, da Ciano. Al 20’ deviazione decisiva di Molinaro sulla conclusione al volo di destro, da parte di Criscito. Sei minuti dopo clamoroso legno colpito dai ragazzi di Baroni con Paganini servito da Pinamonti: palla che supera Radu, ma che si stampa sulla traversa. Infine, 40’, Lerager fa partire un pericoloso tiro col destro a giro che grazia Sportiello e il Frosinone, d’un soffio. Pareggio che fa fare un piccolo passo agli ospiti, ma troppo poco per la salvezza.

Subscribe
Notificami
guest

7 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Cancellare i gol realizzati dai giocatori stranieri, riscrivendo la classifica di A tenendo conto solo...
Sono destinate a creare un dibattito (e un polverone) le frasi del presidente laziale Lotito,...
La bruciante sconfitta di ieri contro il Verona ha spinto l'Udinese a sollevare Gabriele Cioffi...

Dal Network

La squadra di Juric, squalificato e sostituito da Paro in panchina, e quella di Di...
Le parole del Direttore Tecnico bianconero dopo la sconfitta in casa dell'Hellas Verona su voci...

Altre notizie

Calcio Casteddu