cropped-cropped-CC-11.png
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Perché Bari rappresenta “la” partita delle ambizioni del Cagliari

Sabato il Cagliari farà visita al Bari. Quando queste due squadre si incontrano, non è mai una partita come le altre in casa rossoblù: che il passato venga ora messo da parte, e sul presente si spinga a tavoletta

RICORDI NEL CASSETTO. Se a un tifoso del Cagliari presenti sul tavolo il nome del Bari, parte automatico il disco dell’amarcord. Quello dolce, piacevole. Perché la squadra pugliese non rappresenta solo il giorno della conquista aritmetica dello Scudetto 1970, però anche la partita che sancì la certezza del ritorno in Serie A nel 2016. Quest’ultimo match ebbe luogo proprio al San Nicola, nuovamente teatro della partita di sabato. Ma, per quanto i ricordi siano belli e non vadano mai impolverati troppo, vanno tenuti in un cassetto. Perché i rossoblù di Ranieri devono andare a prendersi i 3 punti, senza se e senza ma. Con qualsiasi mezzo. Non è una finale, certo. Il tempo per arrivare all’obiettivo c’è, ovvio. Però Bari rappresenta “la” partita delle ambizioni del Cagliari.

AMBIZIONI. Il perché, di questo che sembra un accanimento, è presto detto. Vincendo sabato, i sardi si porterebbero a un solo punto dai pugliesi di Mignani e farebbero la voce grossa in zona playoff. Se dovessero rallentare, sarebbe una grande occasione perduta. Oltretutto contro una diretta concorrente. Perché i rossoblù, se vogliono fare le cose nel modo migliore senza complicarsi troppo la vita, devono fare la corsa sul secondo posto che vale la promozione diretta. Il Frosinone sta facendo la lepre: la casella dietro i ciociari è tuttavia perfettamente alla portata del Cagliari. Non si sfugge: dall’esito della partita del San Nicola si traccerà una linea di colore più intenso. E che sia un semaforo verde per proseguire la scalata. D’accordo, Ranieri ha diversi indisponibili e diversi tasselli necessitano di una limatina per incastrarsi come si deve. Però, non deve rappresentare una giustificazione. Fare il proprio, confidando nei difficili impegni di Reggina e Südtirol (come il Bari a quota 39 punti), attese dalle trasferte di Cittadella e Cosenza affamate di punti salvezza.

Subscribe
Notificami
guest

113 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Il direttore sportivo rossoblù si sta prendendo la sua rivincita dopo le critiche per il...
L'anno scorso fu necessario lo spareggio tra Spezia e Verona, a 31 punti a fine...

Dal Network

L'ex campione del mondo da giocatore con l'Italia nel 2006, prende il posto dell'esonerato in...
La squadra di Juric, squalificato e sostituito da Paro in panchina, e quella di Di...

Altre notizie

Calcio Casteddu