Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Esclusive

ESCLUSIVA – Bolzoni: “Aspetto un Cagliari volitivo: match con pochi spazi”

L’ex centrocampista dell’Inter e del Frosinone, Francesco Bolzoni, oggi milita in Svizzera: CalcioCasteddu gli ha chiesto un parere sul match di domani tra i ciociari e il Cagliari

Qual è il tuo parere sul Frosinone, club in cui giocasti a inizio carriera, che guarda tutti dall’alto in classifica?

Secondo me il Frosinone è una buona squadra con un ottimo progetto. Il presidente Stirpe ha dimostrato che sa fare calcio, lo sostengono i risultati che sta cogliendo anche in questa stagione“.

Il Cagliari, accreditato a inizio campionato tra le favorite per la promozione, ha fatto finora fatica: cosa ha inciso di più secondo te?

Ha inciso il fatto che sia stato difficile assorbire il salto all’indietro, nonostante l’arrivo di giocatori esperti della categoria. D’altronde, chi è rimasto dall’anno scorso lottava per salvarsi… Ora invece bisogna vincere, è necessario un cambio di mentalità non automatico. Però i rossoblù hanno una squadra forte e i veri valori usciranno fuori alla lunga, con il proseguimento della stagione. Ne sono sicuro“.

La Serie B è un torneo che conosci bene, per averlo giocato con cinque maglie diverse: quali reputi le maggiori difficoltà del campionato cadetto?

Le maggiori insidie della categoria, durante la mia esperienza sul campo, erano la lunghezza del campionato – che oggi è stata un po’ ridotta – e la presenza di tante rose attrezzate, che costringevano a tenere sempre alta la tensione per perdere meno punti possibili. Parliamo di un torneo in cui ci sono quantità e agonismo, verissimo: ma pure qualità e tecnica. Un banco di prova complicato per tutti“.

La gara di domani vedrà di fronte due squadre in momenti molto differenti. Quale potrebbe essere, secondo te, il tema della gara?

Il Cagliari cercherà di fare la partita, spinto dal voler dimostrare personalità e forza. Però mi aspetto una gara abbastanza chiusa: potrebbe allora rivelarsi fondamentale la prodezza del singolo, per sbloccare un match di questo tipo“.

Quali i tuoi ricordi dell’esperienza ciociara?

Tantissimi bei ricordi. Frosinone ha rappresentato per me la prima stagione nel calcio dei ‘grandi’, dopo l’esperienza all’Inter. La prima salvezza, colta all’ultima giornata con il Matusa pieno, è ancora un bel pensiero per me. Mi sarebbe piaciuto restare ancora, però arrivò la chiamata del Siena di Conte e così le nostre strade si divisero“.

Raccontaci la tua esperienza odierna, nella terza serie svizzera con il Rapperswil-Jona.

L’allenatore è David Sesa, ex attaccante del Napoli. Mi trovo molto bene con lui, ha una mentalità molto ‘italiana’ nell’approccio al calcio. Sono arrivato qui tramite l’ex nazionale svizzero Marco Padalino, dopo essermi svincolato dal Bari a gennaio: inizialmente mi sono unito al Team Ticino Under 21, a Lugano come fuoriquota, per prendere dimestichezza con l’ambiente elvetico. A luglio mi ha chiamato il Rapperswil-Jona, che disputa la terza serie, ha un bel progetto e ho accettato subito: mi trovo benissimo. Il livello non è basso, è simile alla Serie C italiana. Lavorano bene pur con il bacino limitato da cui possono attingere, sono attenti ai tanti giovani di valore della zona. Oggi disputeremo l’ultima partita del 2022 e poi il campionato si fermerà per qualche settimana, perché le temperature diventano molto rigide per poter giocare“.


IL PROFILO.

Francesco Bolzoni è nato a Lodi il 7 maggio 1989. Cresciuto nel settore giovanile dell’Inter, nasce attaccante prima di spostarsi in mediana. Con i nerazzurri ha vinto il campionato Primavera nel 2006-07, esordendo in prima squadra in Coppa Italia. Una manciata di apparizioni tra Italia ed Europa, con un’unica presenza in Serie A proprio a Cagliari il 24 maggio 2009. Lo acquista il Genoa che lo dà in prestito al Frosinone in B. Inizia un autentico giro per lo Stivale, fino al 2022: Siena, Palermo, Novara, Spezia, Bari, Imolese e Lecco (foto di copertina). Nel gennaio scorso si svincola dal Bari e si trasferisce in Svizzera, dove oggi indossa la casacca del Rapperswil-Jona, attualmente 5° nella terza serie elvetica. Sposato con Federica, è padre di Leonardo e Melissa. In carriera vanta 25 presenze nelle giovanili azzurre, fino all’Under 21. Ha ottenuto per due volte la promozione dalla B alla A, con le maglie di Siena (2011) e Palermo (2014).

9 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

9 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Mercato leggero? Per i lettori di CalcioCasteddu il Cagliari si è fatto illudere dai risultati di gennaio

Ultimo commento: "La società Cagliari calcio continua a comprare bidoni se va avanti così finiamo in serie c"

(SONDAGGIO) Mercato invernale “leggero”, rosa competitiva o è finita l’illusione di gennaio?

Ultimo commento: "Ranieri, te l'avevo detto di non venire a Cagliari. Con questo Presidente ci rimetti la faccia e questo mi dispiace molto."

(SONDAGGIO) C’è spazio per Nainggolan nel Cagliari di Ranieri?

Ultimo commento: "L'ha finita alla spal il fenomeno, che vergogna. ..."

Nainggolan, per i lettori di CalcioCasteddu farebbe ancora la differenza nel Cagliari

Ultimo commento: "Nainggolan si è dimostrato un piccolo uomo. ..."

(SONDAGGIO) Pavo e Lapadula funzionano, giusto sacrificare Luvumbo?

Ultimo commento: "Ranieri la disposizione dei giocatori e questa purtroppo troppi infortunati quando sono disponibili tutti ci sarà l'imbarazzo della scelta andiamo..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Esclusive