Resta in contatto

Euro 2020

Mancini: “Turchia squadra molto tecnica, bello il ritorno del pubblico”

Il ct della nazionale azzurra ha parlato alla vigilia dell’esordio a Euro2020 contro la Turchia

SI COMINCIA. “Ci fa piacere iniziare questa competizione anche se con un anno di ritardo. Sarà una bella partita contro una squadra molto tecnica e che sa giocare”.  Il ct Roberto Mancini presenta la sfida tra Italia e Turchia in programma domani per l’apertura di Euro 2020. “Pellegrini? Dispiaciuto per il suo infortunio e quello di Sensi – ha proseguito il tecnico – erano giocatori importanti che sanno ricoprire molti ruoli e meritavano di giocare questi Europei”.

GLI AVVERSARI. “Turchia? E’ un momento bello, dirò ai ragazzi di entrare in campo tranquilli con rispetto per l’avversario ma sapendo quello che dobbiamo fare. Sarà una partita difficile, ci sarà un po’ di pressione. Ma si gioca a calcio, rispettiamo la Turchia, ha grandi giocatori di talento”.

PUBBLICO. “Dopo tutto quello che c’è stato, è giunto il momento di tornare a dare soddisfazioni. L’obiettivo in questo mese sarà tornare a far divertire le persone, anche solo per 90′. La prima partita sarà la più difficile ma dovremo essere liberi mentalmente. Sarebbe stato meglio avere l’Olimpico pieno, ma essere abituati a nessuno e averne 16mila sarà un primo passo e ci farà piacere”.

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Qui permettimi di rispondere; ma non ti sembra un po da miserabili disperati mettere 3 attaccanti contro una squadra di poveracci che meritano di..."

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini ha preso una squadra praticamente condannata alla retrocessione. Ci voleva coraggio. Occorre un drastico cambiamento a partire dal presidente..."

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "È un giocatore che ogni tanto si sveglia del letargo e regala qualche prodezza, ma sono sicuro che un giocatore come Ragatzu avrebbe dato di più al..."

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Euro 2020