Resta in contatto

Rubriche

E Mourinho disse: “Non gradisco i giocatori che segnano contro la mia squadra”

Dopo circa dieci anni il tecnico lusitano torna nel nostro campionato ed ecco che la nostra mente è tornata indietro nel tempo, pescando un particolare aneddoto relativo all’anno 2009

E’ il primo marzo del 2009 e l’Inter del tecnico portoghese Josè Mourinho sta dettando legge nel campionato italiano. Il Cagliari è allenato da un giovane esordiente e rampante, quel Massimiliano Allegri che oggi rimane uno dei migliori tecnici del nostro campionato.

I rossoblù stanno facendo vedere un ottimo calcio e i tifosi si sfregano gli occhi di fronte a cotanto spettacolo, probabilmente il migliore dopo gli anni dello scudetto, ed ora hanno l’opportunità di potersi misurare con una squadra colma di campioni e che di lì a poco più di un anno alzeranno al cielo la Champions League.

Sulla carta gli uomini del Mou dovrebbero fare un sol boccone dei malcapitati rossoblù, ma in campo si vedrà tutt’altro. In difesa Allegri deve necessariamente schierare una coppia di centrali giovanissima, ovvero Michele Canini e l’esordiente Davide Astori, che reggono ottimamente l’urto di Sua Maestà, Zlatan Ibrahimovic.

Il gol è nell’aria, ma a realizzarlo è il Cagliari: lancio in profondità di Michele Fini, Robert Acquafresca (all’epoca di proprietà proprio dell’Inter) controlla ottimamente la sfera e di destro fulmina Julio Cesar.

La gioia rossoblù non dura tantissimo perché su un pallone perso proprio da Fini, l’Inter troverà il pareggio grazie ad un tocco sotto misura del campione svedese.

La gara termina in parità con grandi, grandissimi elogi per gli isolani ed il tecnico toscano. In occasione della gara di ritorno, il Cagliari si imporrà per 2-1 grazie alla rete decisiva ancora di Robert Acquafresca, che al termine della stagione auspicava un rientro nella rosa nerazzurra.

Ma quando anche il patron Moratti pensava di poter esaudire il suo desiderio ecco arrivare come un fulmine a ciel sereno il NO secco proprio del tecnico lusitano. Il motivo? “Non gradisco i giocatori che segnano contro la mia squadra”, dichiarò. Anche questo era Josè Mourinho

 

10 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
10 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I lettori di CalcioCasteddu a maggioranza: Cerri merita un’altra chance

Ultimo commento: "Ci siamo dimenticati di Cerri, secondo me le darei un'altra chance, ricordiamo il bel gol di testa nel finale di partita, alcune cose buone le ha..."

Capozucca, i lettori di CalcioCasteddu si dividono. La maggioranza però cambierebbe ds

Ultimo commento: "sono anni che lo dico, uno capace a prendere morti e strapagarli, e svendere giovani ....vai in pensioneeeee!!"

Fascia da capitano, Deiola non convince i lettori di CalcioCasteddu

Ultimo commento: "QUI VA TUTTO MALE.....BENEDIRE PURE I TIFOSI....."

I lettori di CalcioCasteddu divisi: Liverani non è l’uomo giusto per il nuovo Cagliari

Ultimo commento: "Brunori mi sarebbe piaciuto ma come al solito giocatori buoni rifiutano il cagliari,facciamo affari sbagliati,prendiamo giocatori oltre i trenta senza..."

SONDAGGIO – Cerri sulla via del ritorno a Cagliari: giusto dargli un’altra possibilità?

Ultimo commento: "E migliorato molto con i piedi...sa far salire la squadra..meglio cerri con lapadula..affianco"
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Rubriche