Resta in contatto

News

Anticipo Serie A, un pareggio che accontenta entrambe: Genoa-Udinese si chiude 1-1

A Marassi accade tutto in 30’: prima il vantaggio di Pandev inizialmente annullato e poi concesso dall’arbitro e la rete di De Paul

Un 1-1 che accontenta entrambe a braccetto verso la salvezza anticipata. Genoa-Udinese si chiude 1-1 in una gara bella a metà, valida per il quarto anticipo della giornata numero 27 della Serie A.

L’IMPORTANTE NON PERDERE. A Marassi si affrontano due compagini che vedono la zona calda dall’alto della loro posizione di classifica. Gli uomini di Ballardini arrivano al confronto con un punto ottenuto (1-1 nel derby con la Sampdoria) nelle ultime tre gare di campionato, quelli di Gotti da ben 7 nelle ultime 4 contese. A sbloccare il punteggio (8’) è la squadra di casa con Pandev, il quale inizialmente si vede annullato dall’arbitro Camplone per un presunto tocco col braccio del macedone. Dal Var Massa invita il collega a recarsi al monitor. Decisione cambiata, perché la palla sbatte sulla pancia del genoano e non sul braccio. Annullato, in questo caso giustamente, il pareggio friulano che aveva siglato al 13’ da Pereira, per posizione irregolare di Llorente.

17’: Czyborra vicino al raddoppio al termine di un batti e ribatti,  mentre al 23’ Criscito salva un gol praticamente fatto da Pereira. Pandev invece sfiora il 2-1 (24’) come Shomurodov due minuti dopo. Rigore per i bianconeri, decretato per fallo di Criscito su Pereyra. Dal dischetto De Paul spiazza nettamente Perin. 31’: uscita di Musso su Shomurodov, quindi grande intervento del portiere al 39’ su Llorente di testa salta in area più in alto di tutti, il portiere del Genoa si supera e riesce persino a bloccare a terra proprio sulla linea. Intervallo dopo 1’ di recupero.

Nella seconda frazione si assiste, almeno in avvio, a ritmi decisamente bassi. Al 10’ De Maio di testa sfiora però la traversa, due minuti dopo Zappacosta manda fuori di poco il pallone. 20’: Criscito evita la rete sulla grande giocata di Pereyra. Poi col passare dei minuti le due contendenti sembrano accontentarsi, cercando di controllare prima di subire, trascinando la sfida fino all’1-1 finale (con brivido Zajc al 46′ e Berhami un minuto dopo) che muove la classifica di entrambe.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

SONDAGGIO – Cagliari in B: Giulini deve restare o sarebbe meglio un’altra proprietà?

Ultimo commento: "Io non voglio difendere Giuilini chi come me ha visto il Cagliari campione d'Italia o avuto la fortuna di conoscere Amarugi e Moi altro che"

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Qui permettimi di rispondere; ma non ti sembra un po da miserabili disperati mettere 3 attaccanti contro una squadra di poveracci che meritano di..."

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini ha preso una squadra praticamente condannata alla retrocessione. Ci voleva coraggio. Occorre un drastico cambiamento a partire dal presidente..."

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "È un giocatore che ogni tanto si sveglia del letargo e regala qualche prodezza, ma sono sicuro che un giocatore come Ragatzu avrebbe dato di più al..."

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News