Resta in contatto

Il dribbling di... Mario Frongia

IL DRIBBLING DI… MARIO FRONGIA. Cagliari, colpaccio a Crotone che vale oro

La vittoria sugli ultimi della classe riaccende la fiammella. Il duo Semplici/Capozucca debutta con 3 punti fondamentali per provare a salvare la categoria

La sfida tra terzultima e ultima, 27 punti in due. Calcio stressato, confuso, povero di idee, carico di paura. La Serie B è incubo che corre tra Sardegna e Calabria. Il Cagliari? Se la porta a casa e annoda il flebile filo che lo tiene in A. I rossoblù riattaccano la spina dopo sedici partite senza vittorie, peggior striscia di sempre. Il successo nasce dalla risposta precisa del gruppo. Concentrazione e lavoro minuto per minuto premiano i Quattro Mori. Leonardo Semplici non ha la bacchetta magica. Ha chiesto ai suoi responsabilità e professionalità.

Nel match riemerge fiducia e coraggio. Si comincia con Nàndez quinto a destra, Zappa fuori. Pavoletti centravanti, Simeone in tribuna. La novità? Duncan play e Nainggolan mezzala. L’ex Sassuolo e Fiorentina si piazza in regia, scommessa mica male. Sarebbe comunque impossibile andare a cercare la mano di Leonardo Semplici. L’abbraccio di fine gara tra l’allenatore con Stefano Capozucca sancisce un cambio di passo dello spogliatoio. Era ora. Cagliari pratico e solido, a ciascuno il proprio ruolo, la strada è segnata. Mercoledì arriva il Bologna alla Sardegna Arena. La seconda delle quindici finali evocate dal tecnico è fondamentale per provare a consolidare la rimonta.

TENSIONE E POCO CALCIO. Tre minuti e l’ex Ounas crea il vantaggio: Di Carmine arriva in ritardo di un niente su cross di Rispoli. Intanto, “giallo” per Ceppitelli, pestone su Vulic. Un minuto e Messias spara alto da buona posizione: due palle gol per i padroni di casa nei primi 3’. Poi, il Cagliari ci prova. Lykogiannis butta giù Ounas che parte a mille: “giallo” per il greco, squalificato mercoledì con il Bologna. La partita è spezzettata. Il piglio di Duncan pare quello giusto. Falli e trattenute, la palla pesa quindici chili. Ounas pare Messi. Nàndez e soci battono due angoli nei primi 25’. Ma Cordaz non compie una parata. Godin mette mestiere su Di Carmine. L’incontro rispecchia la classifica: tante mezze palle, stop sporchi, lanci fuori misure, ripartenze a strappi. Si intravede tanto cuore e animo. E personalità: quella di Godin. Latita una delle pedine più in forma e attese: Messias. La prima frazione si chiude senza emozioni.

DUE SCHIAFFI PER RIPRENDERE FIATO. Si riparte senza cambi. Il Crotone accelera, il Cagliari c’è. Ounas nasconde la palla a tutti. Nainggolan combatte ma la condizione non è ottimale. Il botto arriva al 10’: Pavoletti si “rispolvera” le spalle, gol di testa su bel cross di Lykogiannis. Un eurogol alla prima occasione. Cagliari in vantaggio. Tre minuti e arriva il raddoppio: Nàndez balla in area la macarena, tira, Cordaz respinge, Pavoletti si avventa e Magallan lo stende. Joào Pedro: 2-0. Doppio ceffone dopo un black out senza reti di 341’, dodicesima rete in stagione del brasiliano.  La squadra di Stroppa annaspa. Entrano Rezza e Simy per Rispoli e Di Carmine. Simeone e Deiola danno il cambio a Pavoletti e Duncan. Semplici (ripagato al top da Pavoloso) risponde subito ai cambi calabresi. Ounas colpisce il palo.

La partita si scalda. Rugani e soci lottano da squadra: buon segno. I rossoblù ritrovano autostima e coraggio. Poi, Lykogiannis, trattenuta su Ounas, becca il secondo cartellino e viene espulso da Fabbri. Cagliari in dieci, manca un quarto d’ora. Esce JP10 debutta Asamoah, assente dalla A dal 6 dicembre 2019. Semplici difende a cinque. Cragno non si fa mancare nulla, miracolo su punizione di Pereira. Giornata epica, anche per il clean sheet. Si apre una nuova finestra, il Toro quartultimo è a 2 punti, con una partita in meno. Dall’altra parte manca solo la matematica, per il Crotone l’aria è pesantissima.

NOTARELLE
1) Interessante l’acchito del tifoso sul salire o scendere dal carro a seconda della classifica. Faccio cronaca. Scrivo (senza pregiudizi, che vantaggi avrei? – quel che penso dell’attuale gestione fin dall’approdo al Cagliari della proprietà milanese. Facile trovare l’idea che mi sono fatto della filosofia del club consultando l’archivio dei DRIBBLING su CalcioCasteddu. Anche su Nuova Sardegna e Gazzetta dello sport si trova quel che dico sulle competenze societarie dal momento che ho seguito, faccio due esempi banali, la promessa farlocca di quattro giocatori di qualità fatta in un ristorante del Poetto a Zola e Casiraghi: sono arrivati Diakite, Husbauer, Cop, Gonzalez, Brkic, MPoku. E la B pochi mesi dopo. Non scordo neanche la cessione di Isla, Murru e Bruno Alves sostituiti da Miangue, Andreolli e Van der Wiel. Fatti, dunque.

2) Le critiche sono scomode ma sempre costruttive. Quando si sceglie di cacciare allenatori, diesse, preparatori atletici e avere figure senza esperienza in ruoli cardine di una società professionistica, sarebbe una colpa non notarlo. Sull’attenzione al denaro, poche storie: il preparatore atletico Fabio Esposito – Cronometro d’argento 2016 della categoria, cacciato per far posto a Santoni, Tibaudi e Caronti: annunciati con la fanfara e via dopo un solo campionato – ha ricevuto solo dopo anni di attesa e tanta insistenza il “suo” Tfr, poche migliaia di euro.

3) La memoria, devo ripetermi, per un tifoso può essere un optional. Per un cronista no. Sette anni, una retrocessione e solo salvezze stentate. meno che con Rastelli e Capozucca, vittoria della B e undicesimi da neopromossi in A. Fatta la media, un marasma e tanti proclami. Sarà un caso?

4) Le cessioni del dopo retrocessione, più i soldini di Astori e Nainggolan, (Avelar, Murru, Rossettini) hanno procurato utili. Dal 2014 i diritti tv hanno oscillato tra i 30 e 40 milioni a stagione. Amministrare bene, con competenza e professionisti accreditati, permette di stare in A e regala anche utili. Tra l’altro, nel giro di un anno solare, nonostante la pandemia (stadi vuoti, merchandising a secco, inserzionisti in fuga eccetera), hanno cambiato proprietà, solo in A, Spezia, Parma e Roma. Ovvero, un club del principale campionato italiano fa gola. Ma di certo Fondi, investitori e magnati non lo raccontano mattino e sera in piazza Yenne.

5) Personalmente, ma devo ripetermi, ritengo una sciagura la retrocessione. Lo dico da sardo prima che da cronista. Andava fatto meglio, dal progetto alla rosa, in partenza e in corso d’opera. Troppo facile sparare a zero su Di Francesco – andava salutato dopo il ko con il Benevento, ma guadagnava troppo… – e Carta. Hanno avuto le loro responsabilità. Ma è dalla testa che il pesce puzza.

CalcioCasteddu diffida (e si riserva di adire vie legali) chiunque nei propri commenti ingiuria, minaccia, diffama o ha comportamenti oltraggioso . Ci aspettiamo rispetto per il prossimo e la massima collaborazione!  Grazie. 

70 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
70 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Stef .
1 mese fa

Frongia, Lei può essere condivisibile o meno, certamente argomenta correttamente le sue tesi, sebbene trascuri tutta un altra serie di fatti totalmente opposti alle sue considerazioni, ma immagino faccia parte del gioco. Tuttavia Le riconosco la assoluta capacità da una parte, di essere stimolante, dall’altra di elevare i toni di questo forum. Io trovo ingeneroso il suo giudizio sull’operato della società, sebbene sia innegabile che vi siano state scelte che non hanno pagato

Stef .
1 mese fa
Reply to  Stef DL

rispetto alle aspettative, ed è vero che i risultati sono quelli che elenca, tuttavia non ho mai visto un progetto serio, realizzarsi in pochi anni senza inconvenienti , errori o cambi di percorso. A Giulini non si può rimproverare la mancanza di perseveranza e continuità nel suo progetto di modernizzare il Cagliari, potenziare marketing e settore giovanile, (mi cita qualche Primavera più esaltante di quelle degli ultimi due anni?) farne una società solida e moderna

Stef .
1 mese fa
Reply to  Stef DL

(incrementandone il valore) e non mi pare che sisia tirato indietro quando è stato necessario spendere per rimediare a errori (anche il recente EDF o l’acquisto di Simeone dopo una campagna dispendiosa per sostituire Pavo), in breve, io sono contento di avere una società che sbaglia e cerca di rimediare, che investe e non si tira indietro, lascio i presunti magnati ad altri, meglio un milanese che un cinese.

Adriano
Adriano
1 mese fa

OK dottor Frongia. Aggiungo qualche “ricordo”. Ounas ha chiesto sul campo per quale motivo è stato messo alla porta. Si dirà che con Liko chi non fa bella figura? Già Liko ancora li, a sinistra, come Cimabue, fai una cosa e ne sbagli due. Il duo Giulini/Carta come al solito confusi su chi far uscire ed entrare dalla porta.

Adriano
Adriano
1 mese fa
Reply to  Adriano

E Cigarini? Sarebbe costato un piatto di fave, perché ignorare la sua disponibilità? E perché offrire anche Ladinetti a tutti? Beh, il grande Eusebio era convinto che l’Ajax aveva sbagliato su Marin regista. Così si resta senza un distributore di palloni e si rischia anche di bruciare un giovane della Primavera. Che orrore il duo Giulini/Carta!

Adriano
Adriano
1 mese fa
Reply to  Adriano

Come lei ha ricordato, a parte il primo anno in A con Rastelli (e Capozucca), ci sono stati una retrocessione e salvezze stentate. Come ho scritto più volte in questo sito, ora bisognerà, come sempre, sperare nelle disgrazie di altre tre squadre, ma bisogna comunque fare punti, belli o sporchi che siano.

ichnos
ichnos
1 mese fa

Del resto se uno entra allo “Scano” non può pretendere di uscire dal “Siotto”…

massimo
massimo
1 mese fa

Nostalgia canaglia cantavano Albano e Romina! A qualcuno manca cellino! Giulini ha fatto degli errori indubbiamente ma ci ha risparmiato lo scempio delle trasferte a Trieste delle partite giocate nello stadio abusivo 4 anni filati in b con una miracolosa salvezza dalla c la giubilazione di Zola ecc .ecc.giulini è retrocesso il primo anno ma è tornato in a trionfalmente ha garantito salvezza tranquile non stentate! Speriamo che ce la faccia anche quest’anno!

Diazmariano @tiscali. It
Diazmariano @tiscali. It
1 mese fa

Bravo Mario sei sempre il migliore e non solo come giornalista

Mauro
Mauro
1 mese fa

Solo chi fa sbaglia , chi non fa niente non sbaglia, ed è troppo facile DOPO parlare e condannare, solo chi cade può rialzarsi, solo chi sbaglia può migliorare, penso che il presidente si impegni e spenda per migliorare, poi il campo è giudice , ricordo che Ranieri ed Allegri hanno avuto la fortuna di avere qualcuno che ha creduto in loro, la vita e strana chissà come sarebbe la loro carriera se fossero stati esonerati, .

Alberto Perisi
1 mese fa

Nonostante i vari errori, sicuramente dettati dalla presunzione, di Giulini, non credo nella malafede.
In malafede , dettata dalle plusvalenze , è stato il ventennio Celliniano.
Forse il ritorno di Capozucca è l’ammissione dei propri sbagli, la propria messa in discussione, stiamo a vedere.

Roberto
Roberto
1 mese fa

Cosa vuol dire troppo facile sparare a zero su Difrancesco,ma di che cosa stiamo parlando?

Roberto
Roberto
1 mese fa

Poche chiacchiere, Difrancesco non andava ora abbiamo Semplici e nuove aspettative, speriamo che la squadra non venga bloccata da fattori esterni al calcio. Forza Paris.

Roberto
Roberto
1 mese fa

Poche chiacchere Difrancesco non andava,ora finalmente abbiamo risolto con Semplici,speriamo che la nostra squadra sia rispettata dagli arbitri e dal Barnum che gira intorno al calcio italiano. Forza Paris.

Gior
Gior
1 mese fa

Condivido le critiche alla società e Ottime le sue risposte ai tifosi!

Last edited 1 mese fa by Gior
Piccio pasticcio
Piccio pasticcio
1 mese fa

Posso sapere perché i miei commenti non vengono pubblicati?

Piccio pasticcio
Piccio pasticcio
1 mese fa

Notarella 5) capisco che costava troppo, ma perché rinnovargli il contratto?
Notarella 6) Ounas me lo sarei tenuto stretto..

Bruno Dessì alias Fogusabbruxidi
Bruno Dessì alias Fogusabbruxidi
1 mese fa

Ad Ounas gli è stato detto di tutto, che era solo gazzosa, che era un Farias potenziato.
Proprio su questo forum, senza capire che era stato ingabbiato in una porzione di campo un giocatore che invece deve poter svariare, perché è in grado di far impazzire tutte le difese avversarie, ieri ha fatto ammonire Liko,Rugani in un attimo, liKo poi espulso. Bisogna capirne prima di scrivere ca**ate.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

😂😂😂😂😂….che notizia….lo sapevamo

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Come al solito condivido,ma non pare anche a lei che Di Francesco avesse qualche problema con Pavoletti?

RC
RC
1 mese fa

Avanti tutta Mario.
Purtroppo emerge da questo blog quanti pseudo tifosetti la Nostra Squadra abbia.
Loro si che si meritano un Cagliari che annaspa. Non la maggior parte dei Tifosi, e mi riferisco a quelli che, nel bene e nel male, mantengono lucidita e obiettivita (come in questo articolo), e cfe a prescindere, nel bene e nel male, stanno con, ed incitano la Squadra.
Forza Cagliari.

Alessandro
Alessandro
1 mese fa

Ci sono diversi modi di fare giornalismo e critica, di quella edulcorata dei principali organi di stampa e emittenti locali su cui pare brutto muovere critiche al conducente non so che farmene.Detto questo le critiche mosse dal Dott Frongia sono condivisibili anche se non rimpiango certo il ventennio felliniano.Navighiamo a vista sperando non sia troppo tardi e chissà che tutti gli errori fatti non servano da lezione.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Mario Frongia, uno dei pochi giornalisti che dice le cose con obiettività.

Bruno Dessì alias Fogusabbruxidi
Bruno Dessì alias Fogusabbruxidi
1 mese fa

Si, sempre nella stessa direzione, che piace tanto a tanti.
ORA E SEMPRE GIULINI PRESIDENTE‼️

Bello essere controcorrente, con la corrente solo i pesci morti.

Andrea
Andrea
1 mese fa

Speriamo in un futuro prossimo con una dirigenza migliore, per esempio che non prenda per i fondelli noi tifosi.

Mago sardo
Mago sardo
1 mese fa

Disamina ottima e di qualità. Dobbiamo guadagnare competenze e con capuzucca e șemplici la strada è quella giusta e poi un dettaglio. La tragedia umana che stiamo vivendo non può essere trascurata e sottovalutata. Un caro saluto a ninja perché anche lui colpito nei suoi affetti e pensieri più cari possa ritrovare serenità e felicità. Ci ha dato tanto e l’abbiamo accolto con l’affetto che merita

GR11
GR11
1 mese fa

Nella gioia e nel dolore…
nella salute e nella malattia…
FINCHÈ MORTE NON CI SEPARI….
X SEMPRE FORTZA CASTEDDU…!!!

Piccio pasticcio
Piccio pasticcio
1 mese fa

Notarella 5): ho capito che costava troppo, ma allora perché rinnovargli il contratto?
Mi permetto di aggiungere la notarella 6): ounas me lo sarei tenuto stetto..

Luca
Luca
1 mese fa

Non siamo ancora morti….. Mercoledì sapremo di più……

Claud
Claud
1 mese fa
Reply to  Luca

Siamo feriti con prognosi riservata.

Ietti
1 mese fa

Oggi contava vincere, non essere belli. Abbiamo riacceso la fiammella della speranza e ora c’è la giocheremo. Dopo, e concordo con le sue osservazioni pacate ma oggettive, si dovranno fare attente valutazioni, perché di errori ne sono stati commessi tanti, alcuni ripetuti per più stagioni. Tuttavia il Presidente sembra aver un legame con Cagliari e la Sardegna. Investe, sbaglia e paga le conseguenze. Ma alternative quali? Fondi esteri, sceicchi, improbabili personaggi?

Ietti
1 mese fa
Reply to  ietti

Meglio un Presidente italiano che investe sulla squadra e la fa crescere, magari lentamente, magari con errori, ma la fa crescere. Detto questo criticare è legittimo a condizione che si mantenga il rispetto per tutti. Il Cagliari ha iniziato ora la ricostruzione dopo le incredibili macerie prodotte negli ultimi mesi con Semplici e Capozucca. Se il Pres saprà circondarsi di uomini competenti e che lo aiutano il Cagliari potrà solo migliorare. Fiducia e rispetto dei tifosi sono grandi valori.

Danilo BG
Danilo BG
1 mese fa
Reply to  ietti

Caro Tifoso IETTI
la penso come te, nonostante gli sbagli fatti ritengo Giulini un buon Presidente,il Cagliari è una società seria e sana nei conti.
Meglio Giulini che ama il Cagliari che “cinesate” o “americanate” varie x non parlare di Preziosi,Ferrero,DeLau,Lotito ecc…
Adesso con Semplici e Capozzucca e senza il “confusionario” e presuntuoso ex Mr.
tutti uniti x cercare una salvezza difficilissima ma non impossibile.

Danilo BG
Danilo BG
1 mese fa
Reply to  Danilo BG

Dimenticavo :
FORZA CAGLIARI !!!! SEMPRE !!!

Bruno Dessì alias Fogusabbruxidi
Bruno Dessì alias Fogusabbruxidi
1 mese fa

“Il pesce puzza dalla testa”

Io Dott. Frongia sono un pesce a cui piace andare controcorrente, con la corrente ci vanno i pesci morti.

ORA E SEMPRE GIULINI PRESIDENTE‼️

alexandercook
alexandercook
1 mese fa

non deve essere per sempre necessariamente. Giulini presidente sino a quando non si presenta qualcun altro che dia veramente maggiori garanzie. Frongia dice che fondi e magnati interessati non lo raccontano in piazza Yenne. Diciamo allora che si a quando non si manifestano pubblicamente preferisco tenermi Giulini a qualche Silvestrone di turno. Non dimentichiamoci che quella era l’alternativa quando Cellino è scappato

Bruno Dessì alias Fogusabbruxidi
Bruno Dessì alias Fogusabbruxidi
1 mese fa
Reply to  alexandercook

Nessuno lo va a raccontare in Piazza Yenne, no, in Piazza Yenne no, ma se ci fosse qualcuno interessato davvero, i”giornalisti” del settore dovrebbero sapere prima, e se non dicono, allora non fanno il loro lavoro. Sanno benissimo quali siano i luoghi e gli ambienti, nonché le persone giuste per capire determinate questioni, l’eventuale acquisto di una squadra come il Cagliari se fosse fondata, verrebbe fuori eccome.

Bruno Dessì alias Fogusabbruxidi
Bruno Dessì alias Fogusabbruxidi
1 mese fa

Segue:
la verità è che con la crisi economica dovuta al covid, difficilmente qualche cosidetto “magnate” mettere a repentaglio il suo fondoschiena, se anche i cinesi (vedi inter) fanno fatica, vuol dire che sarà durissima.
Nonostante questo, il Cagliari non ha certo 96 milioni di euro di rosso come il Parma, o come Milan, Inter e Juve, anzi è una delle poche società con conti a posto, e il suo valore complessivo è cresciuto.
CONTROCORRENTE CON IL PRESIDENTE.

alexander cook
alexander cook
1 mese fa

concordo e poi se l’alternativa fosse un fondo/imprenditore qualsiasi straniero che davvero ha solo come obiettivo, legittimo si intende, la resa economica ma senza alcun legame con il territorio non lo vorrei. Una cosa è una proprietà che ti fa fare il vero salto di qualità un’altra è una soluzione tipo parma o spezia che magari alle prime difficoltà vendono a qualcun altro. La verità che la momento non ci sono alternative migliori come non c’erano sette anni fa

Aenigma
Aenigma
1 mese fa
Reply to  alexander cook

ecco… hai toccato il “nodo”, la “corda” dolente per Frongia ad alcuni come lui : “la resa economica ma senza alcun legame con il territorio”. Perchè devi sapere che Giulini non è considerato “degno” di poter dire di essere “un tifoso del Cagliari”. Lui è il milanese. Punto. Cioè l’odioso ed odiato “forestiero” che ci mette i soldi solo per i soldi. E non pensiate che Cellino avesse avuto miglior fortuna, ehhh no ! Odiato anche lui da tutta l’intellighenzia cagliaritana e da tutti i baroni…

Aenigma
Aenigma
1 mese fa
Reply to  Aenigma

tutti i baroni della cricchetta alla “La Grande Bellezza” di un certo tipo di gente salottiera e benestante. A piazza Yenne i magnati non parlano ma le malelingue si….
Ad maiora.

Mauro
Mauro
1 mese fa

Si…si.. ma oggi abbiamo vinto!FC

Mauro Cadeddu
1 mese fa

Vittoria doveva essere per non affondare e vittoria è stata.
Oggi anche la fortuna dalla nostra, per fortuna appunto.
Dalla parte di Semplici che ha usato le armi migliori in questi casi (la testa di Pavoletti in primis)

rino
rino
1 mese fa

criticare non è peccato, però è vero che è stata costruita un’ottima rosa, seppur con qualche pecca, che per tutti gli addetti ai lavori l’attuale posizione in classifica del Cagliari appare incredibile.

Claud
Claud
1 mese fa

Un giorno ascoltando RadioRadio, emittente romana, come lei ben sa, c’era in collegamento l’allora presidente del Cagliari Cellino. Gli riportarono se nel calcio fossero più le perdite che gli utili. Rispose che lui invece ci guadagnava giustamente perché solo così si valorizza il lavoro che uno svolge. Nessuno fa niente per niente. Io come tanti altri tifosi appassionati di calcio seguo semplicemente con passione le vicende del Cagliari il resto non sono affari miei.

Claud
Claud
1 mese fa
Reply to  Claud

Segua con attenzione quello che sta succedendo con squadre che non scendono in campo motivi pandemia covid che mi fanno venire brutte sensazioni. Grazie.

regis64
regis64
1 mese fa

Capozucca e Semplici comunque vada sono una garanzia.. e siamo ancora vivi!

Karalis
Karalis
1 mese fa

Buonasera sig.Frongia. Faccio una riflessione. In tutto ciò che scrive si possono trovare spunti del cronista che possono essere utili ed interessanti che disegnano il suo punto di vista. Ma credo abbia dimenticato una cosa fondamentale…il contesto. Se non si contestualizza, se non si identifica la dimensione di una società come la nostra, è sempre più facile contestare. Le altre del nostro livello, cosa hanno prodotto nel frattempo?

Karalis
Karalis
1 mese fa
Reply to  Karalis

O vogliamo paragonarci alle big per budget ? Credo che ogni tifoso, a prescindere dal ruolo, delle societa del nostro livello si possa “lamentare” . Perche nel mondo del calcio la forbice negli ultimi 20 anni , si è aperta. Fondi, sceicchi, gruppi stranieri, spadroneggiano. Da italiano, credo che la nostra proprietà sti provando a costruire . Prova, non ancora riesce, ma è un bel passo. Sbaglia, ok, ma non ne faccio una colpa

Karalis
Karalis
1 mese fa
Reply to  Karalis

Perche fa sempre più rumore un albero che cade di una foresta che cresce…questa non è mia ovviamente ma rende l’idea

Saluti e buon lavoro. Piacerebbe parlarle ma per ovvie ragioni, non possiamo.
Buon lavoro

oettam
oettam
1 mese fa
Reply to  Karalis

Concordo al 100%, preferisco una proprieta che prova a crescere, e sbaglia, finche poi magari ci riuscira, piuttosto che una sempre ferma. Perche ricordiamoci che la precedente proprieta prese la squadra che si qualificava in europa, e al posto di provare a crescere negli anni, si e tornati indietro e poi stabilizzati, con anche in quel caso un paio di retrocessioni.

Paolo
Paolo
1 mese fa
Reply to  oettam

Concordo

Arturo CAPORALE
1 mese fa

Va Beh dai Simeone in tribuna… Per il resto a mio avviso Edf non è difendibile, al netto degli errori societari evidenti e masochistici.. una braccio di ferro tra due testardi Giulini e Difra che rischia di costarci la categoria. Secondo me l unico modo che aveva difra per uscire pulito era dimettersi dopo aver dichiarato: ho chiesto pane e mi hanno dato cipolla. Altrimenti solo parole vuote e capricci da diretta tv

RC
RC
1 mese fa
Reply to  Arturo

Vero

alexandercook
alexandercook
1 mese fa

scrivere lo stesso articolo senza le stucchevoli notarelle non era proprio possibile? abbiamo letto e commentato allo sfinimento le opinioni del sig. Frongia sulla società. Sarebbe bello che da qui fino a fine campionato si parlasse solo della squadra e delle partite che ci aspettano. Ci sarà poi tempo per i processi.

Alexx
Alexx
1 mese fa
Reply to  alexandercook

Ovvero, nascondiamo la polvere sotto il tapetto?

angelo
angelo
1 mese fa
Reply to  Alexx

Non si tratta di nascondere la polvere sotto il tappeto, ma almeno si trovasse polvere nuova, per quella vecchia ci sarà tempo ad esaminarla dopo aver raggiunto la salvezza e la fine del campionato, questa deve essere la priorità su tutto. Lasciamo l’ambiente tranquillo di rimontare la classifica.

Raff
Raff
1 mese fa
Reply to  alexandercook

Guarda che riporta fatti veramente accaduti non invenzioni su questo gli va dato atto è solamente molto preciso e sincero credimi non penso che lo faccia per denigrare il Cagliari di cui oltretutto è tifoso

Francesco Vargiu
1 mese fa

C’è sempre una luce in fondo al tunnel😉detto questo: non leggo tante discrepanze da suo modo di criticare il Casteddu😉👏

Francesco Vargiu
1 mese fa
Reply to  Franck

Dal

nando
nando
1 mese fa

bastava i pareggio contro il torino un mediocre torino che ora ha anche il bonus delle partite da recuperare quando il sassuolo per esempio sarà fuori da tutto

Brigata Quagliozzi
Brigata Quagliozzi
1 mese fa

Tutto giusto signor Mario.Pero’ tra le tante troppe stupidagini commesse questi anni bisognerebbe ricordare anche i meriti e i pregi di Tommaso Giulini.L’aver a suo modo trasformato una societa’ sulla carta un po’ piu’moderna e non di stampo feudale come lo era con Cellino.L’aver costruito dal niente uno stadio dove poter giocare in casa dopo tutte le umiliazioni di girare raminghi. UN SALUTO

Mauro65
Mauro65
1 mese fa

Lo stadio è quelli di Cellino… prima stava “dentro” il S.Elia e poi a Quartu. Dopodiché hanno bloccato il trasferimento dello stadio a Cagliari… piu, andato via Cellino, ecco lo stadio di nuovo a Cagliari

Brigata Quagliozzi
Brigata Quagliozzi
1 mese fa
Reply to  Mauro65

Con una differenza sottilissima caro Mauro 65 Cellino per quel brutto pasticcio di IsArenas e’finito in prigione Giulini no

Alexx
Alexx
1 mese fa

In primo gradoù però è stato assolto, non so se ricordi.

Claud
Claud
1 mese fa
Reply to  Mauro65

Sei tifoso di Cellino o del Cagliari?

Alexx
Alexx
1 mese fa
Reply to  Claud

E tu sei tifoso di amarugiulini o del Cagliari?

pippo
pippo
1 mese fa

la stagione è fortemente compromessa; occorre salvare il salvabile, fare quadrato e … incrociare le dita.

François
François
1 mese fa

Dai che c’è la facciamo !

Daniel
Daniel
1 mese fa
Reply to  François

Inizierei con la grammatica…

I Miti rossoblu

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

Advertisement

Gigi Riva

Ultimo commento: "Nel 1970 avevo 19 anni, ero studente ospite nel convitto ' casa orfani di guerra di campobasso'. Giocavo in prima categoria ed ero l' unico tifoso del..."
Tiddia

Mario Tiddia

Ultimo commento: "Fu allenatore forse nel mio momento migliore, la passione per il Cagliari me la trasmise Gigi Riva, ma quando Mario Tiddia ne divenne l’allenatore,..."
zola

Gianfranco Zola

Ultimo commento: "Un fuoriclasse VERO. Grande anche dal punto di vista umano, amato in tutte le piazze in cui ha giocato. Se solo fosse arrivato prima al Cagliari."

Radja, una storia di vita che sembra un film

Ultimo commento: "Nainggolan non arrenderti, data la classifica, coi tuoi compagni. In campo puoi spaziare come vuoi ed inventare l'impossibile. Samp.' docet.'Col tuo..."
Francescoli

Enzo Francescoli

Ultimo commento: "Francescoli e Zola UNICI"
Advertisement

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!
Advertisement

Altro da Il dribbling di... Mario Frongia