Resta in contatto

Approfondimenti

Addio, Bellugi. I suoi ricordi del grande Cagliari

L’ex difensore di Inter, Bologna, Napoli, Pistoiese e della Nazionale, Mauro Bellugi, è scomparso oggi all’età di 71 anni: i suoi ricordi del Cagliari scudettato

CAMPIONE. Sconfitto dalle conseguenze devastanti del Covid-19 – aveva subito l’amputazione degli arti inferiori e cominciato una strenua battaglia per la vita – Mauro Bellugi è morto oggi a 71 anni. L’ex difensore muoveva i primi passi nel grande calcio, quando incrociò il Cagliari di Gigi Riva con lo scudetto sul petto: questi i suoi ricordi del celebre 1-3 del 25 ottobre 1970, che spinsero Gianni Brera a rinominare il bomber quale “Rombo di Tuono“.

RICORDI. “Quella partita rimasi in panchina, ma ricordo molto bene le due reti di Riva. Un gran bel Cagliari che avrebbe meritato di rivincere il titolo“, ricordò per Ad Maiora Media nel 2016. Uno dei migliori difensori italiani dell’intero decennio dei Settanta, Bellugi ha inoltre disputato il Mondiale di Argentina ’78 con la Nazionale, la cui casacca ha indossato per 32 volte. Riposa in pace, campione.

9 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
9 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Brigata Quagliozzi
Brigata Quagliozzi
9 giorni fa

Che calvario povero Bellugi .Che la terra ti sia lieve

GIOVANNI
GIOVANNI
9 giorni fa

Dall ‘ intervista che gli fecero in televisione poco tempo fa sembrava che sstesse migliorando , poi anche nel parlare era ottimista e anche simpatico nel suo essere , peccato per il maledetto covid , riposa in pace mauro e condoglianze alla famiglia . ( la partita che dice , inter cagliari 1 -3 , mio padre era lì presente ! Grande cagliari .) Ciao

Naufrago
Naufrago
9 giorni fa

L’infortunio di Tomasini nel 1970 (possibile libero di riserva della nazionale), lo spostamento di Cera a libero nel Cagliari, lo scudetto rossoblu con solo 11 reti subite, rivoluzionarono la nazionale. Cera divenne il libero anche in essa, con Niccolai che già ero lo stopper; non potendo lasciare l’ottimo Burgnich in panca, questo fu portato a terzino titolare. Bellugi retrocedette a terzino di riserva e questo chiuse lo spazio alla chiamata di Martiradonna come suo cambio. Io l’ho capita così.

Naufrago
Naufrago
9 giorni fa
Reply to  Naufrago

No. Ho sbagliato non c’era Bellugi nella ricostruzione che ho fatto.

Naufrago
Naufrago
9 giorni fa
Reply to  Naufrago

Probabilmente si trattava di Poletti.

Danilo Riccardi
9 giorni fa

Poverino che Sofferenza. RIP

Manconi Dino
Manconi Dino
9 giorni fa

Ciao, che possa riposare in pace!

Bruno Dessì alias Fogusabbruxidi
Bruno Dessì alias Fogusabbruxidi
9 giorni fa

Ciao Mauro, riposa in pace.
Non giusta la sofferenza che hai passato.

Gió1
Gió1
8 giorni fa

R.I.P. campione……

I Miti rossoblu

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

Advertisement
Advertisement

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!
Advertisement

Altro da Approfondimenti