Resta in contatto

News

Coppa Italia, andata semifinali: 0-0 tra Napoli e Atalanta. Duello per la finale martedì a Bergamo

Meglio la squadra di Gasperini che ha creato maggiori occasioni. Ospina migliore in campo manel finale Koulibaly si mangia la rete

0-0 tra Napoli e Atalanta, al termine della semifinale d’andata giocata al Maradona. Un pareggio che sta stretto agli ospiti, vicini al gol almeno tre volte.

UNA SFIDA LUNGA ALMENO 180’… Il primo atto vede gli azzurri giocare in casa e provare ad ipotecare il confronto in attesa di giocarsela martedì sera al Gewiss Stadium. Al 7’ però Ospina rischia di perdere il pallone e, per sua fortuna arriva Maksimovic a suo sostegno per evitare  guai. Sul capovolgimento gran botta da circa 25 metri di Insigne, si salva in angolo Gollini. Angolo anche per gli orobici (11’) sulla conclusione di Muriel. Non mancano certamente, da ambo le parti, le occasioni come al 17’ con Insigne, palla fuori di poco  o al 22’ con la tripla occasione bergamasca prima con Ospina che esce a valanga su Pessina, quindi il doppio tiro di Freuler. Toloi si divora lo 0-1 al 29’, colpendo malissimo il pallone. Meglio i nerazzurri col passare dei minuti che con Zapata sfiorano il vantaggio. Partenopei in affanno. Doppia parata sul colombiano di Ospina al 42’. Prima dell’intervallo, che l’arbitro ravennate Fabbri concede senza recupero, arriva la grande girata di Demme, diagonale in angolo.

2’ della ripresa e altra grande parata dell’estremo difensore di casa, stavolta su Muriel. Ancora gli ospiti vicino al vantaggio: secondo tempo che comincia con lo stesso filone del primo Al 5’ conclusione forte ma centrale di Lozano, che impegna Gollini.  Prosegue il duello del numero uno dei lombardi con Zapata, che (16’) non riesce a superarlo neanche con la zuccata di testa. Gattuso prova a cambiare il destino del suo Napoli, facendo entrare tra il 22’ e il 24’ Petagna, Elmas e Zielinski, spostando Lozano che al 25’ si vede ribattuto il pallone del vantaggio. Gasperini (28’) risponde con Ilicic e Pasalic. Koulibaly sfiora la traversa di testa al 42′ , quindi Lammers che non trova il tempo giusto al 48′. poi più nulla. Duello per la finale rimandato a martedì prossimo a Bergamo. 

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Larghissima maggioranza tra i lettori di CalcioCasteddu: Giulini dovrebbe passare la mano

Ultimo commento: "Probabile visto che è attaccato al colore dei soldi non certo ai colori rossoblu"

(SONDAGGIO) Capozucca confermato, pro o contro?

Ultimo commento: "Ne' Capozucca ne' Giulini. Dove sono finite le promesse e i buoni propositi del Presidente, ha promesso per il centenario la zona uefa invece siamo..."

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Qui permettimi di rispondere; ma non ti sembra un po da miserabili disperati mettere 3 attaccanti contro una squadra di poveracci che meritano di..."

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini ha preso una squadra praticamente condannata alla retrocessione. Ci voleva coraggio. Occorre un drastico cambiamento a partire dal presidente..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News