Resta in contatto

Approfondimenti

Accadde oggi… 2013, la morte di Dore: orgoglio sardo tra i pali

Il 12 dicembre 2013, un infarto ha rapito a questa terra un protagonista delle vicende rossoblù degli anni ’80: Roberto Dore ha difeso la porta del Cagliari in A e in B

ORISTANO. Nato a Gonnostramatza (Oristano) il 29 marzo 1960, Roberto Dore entra nel vivaio del Cagliari appena quindicenne. Portiere dalle ottime qualità, compie tutta la trafila arrivando alle soglie della prima squadra nel 1979. Tuttavia deve aspettare la stagione 1981-82 per fare il salto: 5 presenze da dodicesimo in panchina, ma pure la grande chance del debutto tra i grandi. Il 10 gennaio 1982, l’allenatore Paolo Carosi gli affida la porta rossoblù nella trasferta di Avellino. Dore mantiene la porta inviolata contro Juary, Chimenti e il corregionale Mario Piga.

CADETTERIA. Roberto compie di fatto lo stesso percorso nella stagione seguente, culminata con la retrocessione dei sardi. 4 volte in panca e la presenze, indovinate un po’? Contro l’Avellino, stavolta al Sant’Elia, dopo essere subentrato al 36° a Daniele Goletti. 0-0, Roberto Dore potrà vantare di non avere mai subito gol in massima serie. Lascia Cagliari per legarsi a Pro Patria e Parma, ma nel 1985 ritorna per un biennio in B e 22 match disputati. Gioca fino al 1993 indossando i colori di Venezia, Messina e Ternana. Primo calciatore della provincia di Oristano a giocare in massima serie, Dore viene stroncato all’improvviso da un attacco cardiaco il 12 dicembre 2013. Aveva 53 anni.

14 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
14 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "A me piacerebbe Zanetti e in d.s. in gamba e Giuliani che li facesse lavorare in pace"

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "È un giocatore che ogni tanto si sveglia del letargo e regala qualche prodezza, ma sono sicuro che un giocatore come Ragatzu avrebbe dato di più al..."

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."

(SONDAGGIO) Cambio in panchina, giusto esonerare ora Mazzarri?

Ultimo commento: "decisione tardiva ma indispensabile. con Mazzarri la B era sicura , forse adesso c è qualche stimolo in più. Purtroppo è l epilogo di una serie di..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Approfondimenti