Resta in contatto

News

Anticipo Serie A. 3-1 al Bologna: l’Inter si presenta in gran spolvero per la gara da dentro o fuori in Champions

Doppietta di Hakimi dopo l’iniziale vantaggio di Lukaku per la squadra di Conte. Nella ripresa ospiti in rete co  Vignato  

A tre giorni dalla gara di Champions League da vincere a San Siro contro lo Shakhtar Donetsk (sperando che Real Madrid- Borussia Moenchengladbach non finisca in parità) nello stesso stadio l’Inter batte 3-1 il Bologna continuando a far salire l’autostima e accorciando  (in attesa di Sampdoria-Milan domani sera) dai rossoneri in vetta alla classifica.

PUNTI PESANTI. Felsinei costretti praticamente nella propria metà del campo fin dal fischio d’inizio da parte dell’arbitro romano Valeri, assistito al VAR dal pistoiese Irrati. Al 9’ Skorupski salva la sua porta dal gol, con un intervento sulla conclusione calciata da De Vrij, ma nulla può sul sinistro di Lukaku al 16’ sul passaggio di Peresic e una strenua difesa di Tomiyasu.  Nonostante la marcatura subita l’undici di Mihajlovic se la vuole giocare, cercando di creare specie con Barrow la superiorità numerica, andando anche al tiro al 20’. I nerazzurri gestiscono la palla e al 34’ vanno vicini 3 volte al 2-0. Il tutto nasce da un palla in ripartenza offerta da Sanchez per Lukaku, il cui tiro è ribattuto in uscita bassa con la coscia destra da Skorupski, quindi azione insita con battuta di Gagliaridini, che trova un avversario, a fare muro quindi Hakimi manda alto di poco.  Squadre all’intervallo sul 2-0 per i padroni di casa, che raddoppiano al 45’ con Hakimi che ha tutto il tempo di controllare la sfera e superare, sull’imbeccata di Brosovic, senza problemi col tiro col sinistro il portiere avversario. Emiliani mai pericolosi nella prima frazione di gioco.

Nella ripresa il primo tiro in porta è di marca interista al 10’ con Sanchez dopo 70’ metri di campo e palla arrivata da Lukaku, Skorupski c’è e non si lascia sorprendere distendendosi alla sua destra. Cosa che accade, sempre sul belga anche al 16’. Sei minuti dopo Vignato illude i rossoblù, riaprendo la gara mandando il pallone sotto la traversa sul passaggio di Dominguez. La squadra di Conte al 24’ ristabilisce il doppio vantaggio con la doppietta di Hakimi, che stavolta sigla con un rasoterra mancino, toccato ma non bloccato dal portiere avversario. Di fatto la gara non dice più nulla fino al termine delle ostilità, anche perché le incursioni del Bologna, non impensieriscono mimicamente Handanovic.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Capozucca, i lettori di CalcioCasteddu si dividono. La maggioranza però cambierebbe ds

Ultimo commento: "Campionato di serie B (vergognatevi) Ediz. 2022-23 - Portieri:BraccioFerro-Bruto-Pluto-Olivio..."

I lettori di CalcioCasteddu a maggioranza: Cerri merita un’altra chance

Ultimo commento: "ai sapientoni del calcio teorico indichiamo i seguenti dati reali: Cerri anni 26 presenze fra A e B 190 con 35 goal... Brunori anni 28 presenze fra..."

Fascia da capitano, Deiola non convince i lettori di CalcioCasteddu

Ultimo commento: "QUI VA TUTTO MALE.....BENEDIRE PURE I TIFOSI....."

I lettori di CalcioCasteddu divisi: Liverani non è l’uomo giusto per il nuovo Cagliari

Ultimo commento: "Brunori mi sarebbe piaciuto ma come al solito giocatori buoni rifiutano il cagliari,facciamo affari sbagliati,prendiamo giocatori oltre i trenta senza..."

SONDAGGIO – Cerri sulla via del ritorno a Cagliari: giusto dargli un’altra possibilità?

Ultimo commento: "E migliorato molto con i piedi...sa far salire la squadra..meglio cerri con lapadula..affianco"
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News