Resta in contatto

News

Joao Pedro/2: “Capitano del Cagliari nel nuovo stadio? Bella immagine”

Seconda parte dell’intervista pubblicata da Tuttosport al giocatore brasiliano rossoblù: Di Francesco, il Torino, la Juventus. E il suo sogno

Cos’è cambiato con l’arrivo di Di Francesco? Pratica un calcio moderno, intelligente”, prosegue Joao Pedro, “vede le cose prima che succedano, per indole vuole vincere sempre, in più mi ha capito subito. E, quando c’è questa intesa, poi le cose non possono che andare bene. L’esultanza nel caso segnassi alla Juve? Mio figlio André l’ha già scelta. È una sorpresa, sono convinto che piacerà se faccio gol”.

Com’è cambiata la Juve? Hanno giocatori forti e su questo credo non ci sia nessun dubbio. Poi è una questione di mentalità: loro, nei momenti di difficoltà, sanno essere più forti degli altri. Quando sei abituato a vincere, parti già a tuo vantaggio sulla concorrenza. Affrontare i bianconeri è sempre bello, l’ultima volta abbiamo vinto ma la questione scudetto era già chiusa e ora sarà un’altra storia. Sappiamo quanto sia complicato incontrarli a casa loro, però sappiamo pure che, se riesci a fare punti a Torino, è probabile che le tue rivali non ci riescano. Cristiano Ronaldo? È uno dei più forti della storia del calcio, si può fermare solo col lavoro di squadra. Se ho mai pensato di allenare? Non saprei, credo di avere ancora una decina di anni da giocatore”.

Io capitano del Cagliari nel nuovo stadio? È una bella immagine, sono al settimo anno qui e si è creato un legame forte da portare avanti nel miglior modo possibile. Il Torino mi voleva? È una grande squadra e mi ha fatto piacere sapere che erano interessati a me, però volevo restare a Cagliari e sapevo quanto sarebbe stato importante partire bene quest’anno. Poi io, per attitudine, preferisco non disperdere le forze su cose che non riguardano il campo. E il mio presente era a Cagliari. Il mio sogno? Volevo costruire una famiglia ed essere papà: l’ho realizzato. Mentre nel calcio il mio sogno lo sto vivendo ora perché sono riuscito a diventare il giocatore che avrei sempre voluto essere. E so quanto è stato faticoso arrivare per chi viene, come me, dal nulla”.

6 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
6 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I lettori di CalcioCasteddu a maggioranza: Cerri merita un’altra chance

Ultimo commento: "Ci siamo dimenticati di Cerri, secondo me le darei un'altra chance, ricordiamo il bel gol di testa nel finale di partita, alcune cose buone le ha..."

Capozucca, i lettori di CalcioCasteddu si dividono. La maggioranza però cambierebbe ds

Ultimo commento: "sono anni che lo dico, uno capace a prendere morti e strapagarli, e svendere giovani ....vai in pensioneeeee!!"

Fascia da capitano, Deiola non convince i lettori di CalcioCasteddu

Ultimo commento: "QUI VA TUTTO MALE.....BENEDIRE PURE I TIFOSI....."

I lettori di CalcioCasteddu divisi: Liverani non è l’uomo giusto per il nuovo Cagliari

Ultimo commento: "Brunori mi sarebbe piaciuto ma come al solito giocatori buoni rifiutano il cagliari,facciamo affari sbagliati,prendiamo giocatori oltre i trenta senza..."

SONDAGGIO – Cerri sulla via del ritorno a Cagliari: giusto dargli un’altra possibilità?

Ultimo commento: "E migliorato molto con i piedi...sa far salire la squadra..meglio cerri con lapadula..affianco"
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News