Resta in contatto

News

Serie A, le gare delle 19,30: crollo Genoa col Sassuolo, il Lecce vince a Udine e si porta a-1. Milan e Lazio senza problemi

Dopo i due anticipi di ieri e i posticipi delle 21,45, tra cui Cagliari-Juventus, quattro le sfide andate in scena valide per la trentasettesima giornata

Due gare giocate ieri, altre quattro alle 21,45, compresa Cagliari-Juventus, e le cinque delle 19,30 che hanno riacceso le speranze del Lecce. Ecco cosa è accaduto

LAZIO-BRESCIA 2-0. Torregrossa si mangia lo 0-1 al 10’. Punteggio che diventa invece 1-0 per i ragazzi di Inzaghi, in rete con Correa al 17’ fulmina con un destro Andrenacci, dopo un duetto con Immobile, che aveva fallito il gol al 14’. Al 34’ Zmrhal sfiora il pari calciando al volo con il mancino. Super parata in apertura della ripresa (4’) di Andrenacci, ma tutto vano sulla battuta di Luis Alberto, per fuorigioco. Quattro minuti dopo il portiere dei lombardi si ripete negando il gol a Milinkovic-Savic. Immobile, 28’, sbaglia il 2-0 di un non nulla col destro potente, cosa che non fa al 39’ su innesco di Correa. 45’: traversa di Luis Alberto, poi (in pieno recupero) sulla respinta di Andrenacci su Adekanye.  Un minuto dopo strepitoso intervento del portiere ospite, prima ancora su Adekanye, poi con Immobile e infine con il tiro Marusic. Infine palo di Immobile al 49’.

SAMPDORIA-MILAN 1-4. Lo 0-0 a Marassi dura 4’, ovvero fino a quando Ibrahimovic tocca il primo pallone supera con un colpo di testa l’esordiente terzo portiere in blucerchiato Falcone (che al minuto 8 si riscatta su Hernandez) grazie all’assist di Rebic, sfuggito alla marcatura di Bereszynski, 11’: rasoterra di Rebic, stavolta Falcone si deve distendere per evitare il 2-0. 37’: destro di Calhanoglu che scavalca la barriera su punizione (concessa per fallo col braccio di Bereszynski), sfera che esce di poco al lato del palo. Hernandez grazie del gol i padroni di casa, un minuto dopo. Lite a fine primo tempo Ramirez-Rebic, con Ranieri e Pioli, che non li ripropongono in campo in apertura di ripresa.

Stupenda punizione di Quagliarella (6’) Donnarumma salva il pareggio. Raddoppia invece Calhanoglu al  7’, sfuggendo alla marcatura di Colley, insaccando. Inizialmente Pasqua vede un fallo commesso dal centrocampista turco ai danni del difensore blucerchiato, ma Massa lo richiama al Var per far notare la validità della rete. Ibrahimovic certifica la grande differenza in campo, siglando con il sinistro, il 3-0 al 13’, su imbeccata di Calhanoglu. 24’: Kessiè entra in area e libera il mancino da posizione defilata, Falcone respinge la sfera con i pugni ed evita il quarto gol. Rigore al 33’ assegnato alla Sampdoria, per l’intervento di Kjaer ai danni di Bertolacci viene giudicato falloso. Dal dischetto però Maroni si fa parare il tiro da Donnarumma. La gara si chiude 3-1 per la rete dei ragazzi di Ranieri al 42’, siglata da Askilden. Leao chiude i giochi al 47’.

HELLAS VERONA-SPAL 3-0.  Gialloblù avanti al 7’: dal cross di Lazovic, Di Carmine colpisce di testa, Letica non è reattivo e palla in gol. Un minuto dopo girata al volo di Borini e raddoppio sfiorato, ma che arriva con Di Carmine (11’) sul suggerimento di Eysseric. Tutto troppo facile per i ragazzi di Juric. 40’: Di Carmine sbaglia il gol con un rigore in movimento. Zaccagni, fallisce su assist di Pazzini, il 4-0 al 47′.

2’ sul cronometro della ripresa e, dal corner battuto da Dimarco, Faraoni prende il tempo a Tunjov e di testa batte Letica per il 3-0. Al 9’ Borini conclude sul primo palo, il portiere della Spal non trattiene, arriva Pessina e il portiere è molto reattivo sul tentativo di tap-in. Strefezza ci prova, sfiorando il gol al 14’.

SASSUOLO-GENOA 5-0. Berardi sfiora il gol del vantaggio neroverde dopo 11’, Lerager (14’) dall’altra parte con grande salvataggio di Locatelli. Caputo si divora la marcatura al 19’ di testa. Traorè però non sbaglia l’appuntamento col gol al 26’, con un tocco perfetto col destro. Al 39’  magia di Berardi, con il mancino dal limite che trova l’angolino più lontano e porta i suoi sul 2-0. Liguri in confusione dopo le due reti subite e Caputo sciupa la chance del 3-0 al 46’.

Al 5’ della ripresa Pandev sfiora il gol. 11’: Criscito serve Pandev, che prova il mancino al volo, ma Consigli è attento e blocca in due tempi. Caputo servito da Berardi, manda fuori giri Romero e col destro batte Perin, al 21’.  Appena entrato in campo (28’) il giovane Raspadori imbeccato da Berardi, sigla col destro in diagonale in corsa. Non c’è partita. Caputo sigla il 5-0 al 32’.

UDINESE-LECCE 1-2. 15’:  Fofana imbecca De Paul, Gabriel però si rifugia in corner ed evita la rete dei friulani. Mancosu pareggia al 40’ su rigore (dopo due errori di fila) concesso per fallo di mano di Becao. Gara con poche emozioni. Al 22’ del secondo tempo, destro rasoterra velenoso di De Paul: palla di poco a lato della porta difesa da Gabriel. Lucioni sfiora il gol al 34’, ma l’assedio verso la porta di Musso è premiato al 36’ con l’azione insistita di Barak entra in area, va sul fondo e dopo aver visto ben appostato Lapadula, lo serve per il più facile dei tap-in. Falco sfiora il 3-1 al 50’.

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "A me piacerebbe Zanetti e in d.s. in gamba e Giuliani che li facesse lavorare in pace"

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "È un giocatore che ogni tanto si sveglia del letargo e regala qualche prodezza, ma sono sicuro che un giocatore come Ragatzu avrebbe dato di più al..."

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."

(SONDAGGIO) Cambio in panchina, giusto esonerare ora Mazzarri?

Ultimo commento: "decisione tardiva ma indispensabile. con Mazzarri la B era sicura , forse adesso c è qualche stimolo in più. Purtroppo è l epilogo di una serie di..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News