Resta in contatto

Rubriche

Cagliari-Sassuolo: le pagelle rossoblù di Calcio Casteddu

La partita alla Sardegna Arena ha visto poco fa il triplice fischio: analizziamo la prestazione dei protagonisti rossoblù, attraverso le nostre pagelle

CRAGNO: VOTO 6. Non può nulla sul vantaggio del Sassuolo, chiamato in causa per interventi minori.

PISACANE: VOTO 5. Partecipa al patatrac sul gol dello 0-1, restando a guardare Caputo. Resta questa, l’istantanea della sua gara.

CEPPITELLI: VOTO 6. Deve usare le mani con Caputo, che gli fa fallo. Un paio di buoni interventi nella ripresa.

CARBONI: VOTO 4. Entra anche lui tra i responsabili del vantaggio ospite, giallo meritato al 22°. Sbaglia un passaggio pericoloso. Si fa cacciare, di nuovo, al 48°. Una ricaduta preoccupante.

FARAGÒ: VOTO 6. Bravo in tackle su Boga e in copertura su Rogério, si becca l’ammonizione alla mezzora. Migliora nel secondo tempo.

NÁNDEZ: VOTO 6. Raramente nella metà campo del Sassuolo, viene abbattuto senza cattiveria da Rogério. Fa quel che può.

BIRSA: VOTO 4,5. Perde un pallone pericoloso, rifila un calcione a Djuricic e sbaglia uno “schema” con Nández: maluccio.

Dal 46° LADINETTI: VOTO 6,5. Esordio in Serie A per lui. Sbroglia un pallone in area, ne perde un altro in un contesto ben poco soft per debuttare. Il ragazzo risponde molto bene: bravo!

ROG: VOTO 7. Dà una mano in copertura, però perde diversi palloni nel pressing avversario. Poco lucido negli interventi inizialmente, prende quota con l’assist per João Pedro. Cresce alla distanza, prendendo un giallo. Il suo peso specifico è fondamentale.

Dal 90° KLAVAN: n.g.

MATTIELLO: VOTO 6,5. Un buon recupero sulla fascia, si accorge in ritardo di Caputo sullo 0-1. Se la gioca sulla corsa, restando però spesso ancorato dietro su Haraslin. Giallo.

PEREIRO: VOTO 5. Titolare in appoggio a JP10, tocca alcuni palloni senza costrutto. Un primo tempo né carne né pesce e cambio all’intervallo.

Dal 46° SIMEONE: VOTO 6,5. Richiamato dalla panchina all’intervallo, ha l’innegabile dote di regalare subito qualcosa in più all’attacco con generosità. Con lui, è tutta un’altra cosa.

JOÃO PEDRO: VOTO 6. Non riceve suggerimenti giocabili, raramente può provare a incidere. Il destro di prima in area finalmente libera il Cagliari dall’astinenza da gol. E sono 18.

ZENGA: VOTO 5. Rinuncia a Simeone, proponendo Pereiro in supporto di João Pedro. Esterni bloccati all’indietro e non di supporto alla manovra, pressing solo moderato per centellinare evidentemente le energie. Un primo tempo pessimo, possibilmente il peggiore della sua gestione. Resta in 10, si teme il peggio. Poi il Cagliari si risistema e si rianima, galvanizzato dal pari. Resta una partita buttata per metà.

 

 

38 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
38 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Rubriche