Resta in contatto

Rubriche

Penna in trasferta – Signorelli: “Atalanta a tratti devastante, ma il Cagliari se la giocherà”

Il collega di CalcioAtalanta ci presenta sponda bergamasca la sfida in programma domani alle 19,30 alla Sardegna Arena che promette spettacolo

Al noto collega di CalcioAtalanta Giordano Signorelli, che quotidianamente segue la squadra di Gasperini, il compito (alla vigilia della gara in programma alle 19,30 alla Sardegna Arena) di presentarci la sfida dalla parte della quarta della classe, che arriva da un momento strepitoso, non l’unico di questa particolare stagione.

Atalanta troppo forte non solo per il Cagliari?
“ Direi anche pericolosa e in un momento straordinario: quattro gare giocate in 10 giorni e altrettante vittore, due con squadre che stanno facendo un campionato importante come la Lazio e il Napoli fermato con un inizio ripresa giovedì devastante per le azioni dei due gol realizzati, soprattutto arrivate senza Ilicic senza dubbio il giocatore attualmente più importante per la squadra di Gasperini. Avantieri, considerato che il tecnico di fatto non ha fatto turnover, potrebbe farlo in Sardegna”.  

Gara a senso unico?
“Onestamente non lo so e non credo. Sia perchè il Cagliari a centrocampo e in avanti è squadra di grande qualittà, ma anche perchè magari non sarà domani, ma fisiologicamente una sconfitta può arrivare quando meno te la aspetti anche perchè va tenuto sempre conto che si sta praticamente giocando ogni 3 tre giorni. Va poi ricordato che, in questo period, come capiterà al Cagliari, avere un giorno in più di riposo non è di poco conto, anche se non sempre incid, ma è in dubbio che la differenza venga fatta dal recupero delle energie. Mi aspetto domani alcuni cambi dal 1’. Una cosa è certa. il Cagliari non parte battuto e se la può ampiamente giocare”.

Atalanta col dente avvelenato per il ko subito in casa all’andata?
“Più che la riposta alla tua domanda mi soffermo su cosa sia successo ai rossoblù. Faccio fatica a capire cosa possa essere accaduto dopo un girone d’andata a tratti strepitoso, ma che poi ha portato all’esonero di Maran. Squadra con dei valori che sarebbe potuta arrivare quinta o sesta. Se ritrova la strada del girone d’andata, non solo se la può giocare ma anche battere chiunque, nessuna avversaria esclusa, compresa l’Atalanta. con gente come Nandez, Nainggolan, Joao Pedro e Simeone”.  

Lotta Europa League: vedi anche il Cagliari in corsa?
“Assolutamente si. Bella bagarre con Hellas Verona, Parma, il Milan, che va ad alti e bassi. In più attenzione alla Roma. Mi sembra in difficoltà e per assurdo se non si raddrizza la situazione potrebbe anche essere in caduta libera. In questo campionato particolare non c’è nulla di certo”.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
CASTEDDAIU123
CASTEDDAIU123
29 giorni fa

Arriva la corazzata! All’andata il Cagliari ha fatto la partita della vita, vincendo e giocando un calcio spettacolare, l’Atalanta veniva da alcune sconfitte pesanti in Champions e non era ancora al top.  Adesso hanno trovato il passo giusto e possono contare su un organico di primissimo livello, il Cagliari si sta ritrovando dopo un periodo buio lunghissimo ma è falcidiato da tanti infortuni, per batterla forse non basteranno neanche 11 leoni, ci vorrà di più, ma nel calcio mai dire mai! F.C

I Miti rossoblu

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

Advertisement
Advertisement

Mario Brugnera

Ultimo commento: "Vergognatevi!! Ma cosa volete raccontare..avete sbagliato anche il cognome.. e non si tratta di un errore di stampa, lo avete reiterato anche nella..."

Gigi Riva

Ultimo commento: "Io ricordo che prima dell'incontro con la Massese il Cagliari giocò al Sant'Elia una Partita non ufficiale, un'amichevole col Benfica in cui giocò..."

Carmine Longo

Ultimo commento: "Fu un grande Ds. Onore a Carmine Longo."

Josè Oscar Herrera

Ultimo commento: "Un altro gol memorabile fu quello segnato al Parma ai tempi di Ranieri, nel 1991, una bomba dal limite dell'area al 95' che diede ai rossoblù una..."

Massimiliano Cappioli

Ultimo commento: "Le sue parabole di collo pieno hanno contribuìto alla scalata per il ritorno in serie A, facendo esplodere noi tutti tifosi e il glorioso stadio..."

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da Rubriche