Resta in contatto

News

Tra Torino e Parma finisce 1-1. Un punto a testa per la ripartenza della Serie A

Tre le principali emozioni del match dell’Olimpico: il vantaggio di N’Koulu, il pareggio firmato Kucka e Belotti che si fa respingere un rigore da Sepe

Finisce 1-1 tra Torino e Parma, nella gara che ha segnato il ritorno del campionato di Serie A dopo un lungo stop, causa Coronavirus. Primo punto, dopo tre sconfitte per Longo, rallenta la corsa verso l’Europa League per i ducali.  Dunque, per il ritorno dopo oltre tre mesi del massimo campionato la Lega Serie A ha scelto il match dello Stadio Olimpico. Dopo l’ingresso in campo a squadre separate (come vuole la procedura Coronavirus) il ministro di silenzio per le oltre 34.000 vittime, e il grazie a quanto fatto e ancora stanno facendo medici e personale infermieristico, si parte 100 giorni dopo Sassuolo-Brescia. Meglio i granata di Longo in avvio di gara, rispetto all’undici di D’Aversa, che al 14’ ci provano a far male con tiro col sinistro a giro di Edera destinato in rete, ma pallone deviato in angolo.

N’KOULU E KUCKA. Provvidenziale il corner battuto da Berenguer per il compagno di squadra camerunese, che batte Sepe (che tocca ma non riesce a trattenere il pallone) con un perfetto stacco di testa. La reazione ospite per poco non è un gol regalato da un tentativo errato di N’Koulu, il quale, sul lancio di Kucka, mette in difficoltà il suo portiere (24’) obbligandolo a deviare prima che si insacchi, il pallone. Poco dopo, ottimo intervento di Sirigu, proprio sull’ex Genoa. il vantaggio del Toro dura fino al 31’, ovvero fino al pareggio siglato da Kucka, molto bravo al termine di una bella azione emiliana in area avversaria, che segna l’1-1 con un sinistro di potenza, sul passaggio di Gervinho. 38’: Bel taglio di Belotti a centro area per il colpo di testa di De Silvestri, Sepe risponde presente. Squadre al riposo senza recupero fischiato da Irrati.

SEPE DICE NO A BELOTTI. In apertura del secondo tempo (2’) doppio strepitoso intervento di Sepe, prima sulla conclusione a botta sicura di Zaza, quindi sul rigore calciato da Belotti concesso per fallo di Iacoponi su Edera. Nonostante il penalty fallito prosegue a fare la gara il team granata, mentre inizia la girandola dei cambi. Edera ad un passo dal 2-1 al 29’ sull’imbeccata di Aina, entrato nel frattempo al posto di Berenguer. Miracolo di Gagliolo (32’)  su De Silvestri, pronto a colpire a rete il pallone arrivato dal suggerimento di Belotti. Meriterebbe il nuovo vantaggio il Torino nel computo di azioni e opportunità avute. Fino ai 3’ di recupero non accade più nulla di rilevante e le due squadre allungano di un punto in classifica. Dopo un lungo stop va bene così.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Capozucca, i lettori di CalcioCasteddu si dividono. La maggioranza però cambierebbe ds

Ultimo commento: "sono anni che lo dico, uno capace a prendere morti e strapagarli, e svendere giovani ....vai in pensioneeeee!!"

I lettori di CalcioCasteddu a maggioranza: Cerri merita un’altra chance

Ultimo commento: "ai sapientoni del calcio teorico indichiamo i seguenti dati reali: Cerri anni 26 presenze fra A e B 190 con 35 goal... Brunori anni 28 presenze fra..."

Fascia da capitano, Deiola non convince i lettori di CalcioCasteddu

Ultimo commento: "QUI VA TUTTO MALE.....BENEDIRE PURE I TIFOSI....."

I lettori di CalcioCasteddu divisi: Liverani non è l’uomo giusto per il nuovo Cagliari

Ultimo commento: "Brunori mi sarebbe piaciuto ma come al solito giocatori buoni rifiutano il cagliari,facciamo affari sbagliati,prendiamo giocatori oltre i trenta senza..."

SONDAGGIO – Cerri sulla via del ritorno a Cagliari: giusto dargli un’altra possibilità?

Ultimo commento: "E migliorato molto con i piedi...sa far salire la squadra..meglio cerri con lapadula..affianco"
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News