Resta in contatto

News

Piola, la figlia ricorda l’ex tecnico rossoblù: “Prima la maglia era una bandiera”

Intervistata da Il Giornale, Paola Piola ricorda la figura del padre che a metà degli anni ’50 si sedette sulla panchina del padre

ALTRI TEMPI. “Il calcio è profondamente cambiato rispetto all’epoca di mio padre. I campioni di un tempo viaggiavano sui pullman insieme con la gente comune ed entravano allo stadio con i tifosi. Per loro la maglia era una bandiera”. Così Paola Piola ha spiegato a Il Giornale la profonda differenza tra il calcio odierno e quello che ha visto tra i protagonisti suo padre Silvio, leggenda assoluta dello sport italiano, al terzo posto della classifica dei marcatori di tutti i tempi della Nazionale dietro Meazza e Riva.

L’UOMO. Piola approdò al Cagliari nel 1954 e in Sardegna ebbe l’unica esperienza da allenatore di club. Sua figlia ricorda i valori che animavano l’uomo: “Al primo posto la lealtà, pur senza rinunciare allo spirito della sfida. Sarebbe bello se il calcio del dopo-coronavirus ritrovasse la dimensione dell’artista artigiano”.

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News