Resta in contatto

News

Serie A, le altre gare: Lecce e Bologna fermano sull’1-1 Inter e Hellas Verona

Polemiche allo stadio Via del Mare per un rigore a fine primo tempo concesso ma non assegnato dopo le immagini al Var, per un tocco di mano di Sensi

Altre due le partite, in contemporanea a Brescia-Cagliari terminata 2-2, disputate alle 15 per la ventesima giornata dopo Lazio-Sampdoria 5-1, Sassuolo-Torino 0-1, Napoli-Fiorentina 0-2 e Milan-Udinese 3-2, in attesa dei tre posticipi Genoa-Roma alle 18, Juventus-Parma alle 20,45 e Atalanta-Spal, domani sempre alle 20.45. Vediamo come sono andate

LECCE-INTER 1-1. La prima chance è per gli ospiti, ad un passo dal clamoroso 1-0 con Mancosu, che al 7’, solo sul secondo palo, manda incredibilmente fuori. Al 29’ nerazzurri ad un passo dalla rete con la conclusione di Brozovic dal limite, con Gabriel immobile e graziato dal palo. Due minuti dopo ottimo però il suo intervento sul tiro stavolta centrale, sempre del croato. Come era evidente col passare dei minuti gli ospiti prendono possesso del campo di Via del Mare. Giacomelli, al 47’, prima concede il rigore e poi cambia la sua decisione sul tocco col braccio in piena area  di Sensi sul colpo di testa da parte di Babacar, dopo essere stato richiamato da Guida e aver visionato le immagini al Var .

Babacar ci prova senza fortuna (2’ della ripresa) a sorprendere Handanovic. Oltre questa azione la gara offre ritmi bassi, il che favorisce senza dubbio i salentini di Liverani.  26’: Sensi impegna Gabriel da circa 20 metri. Azione che anticipa il gol della squadra di Conte, giunto un minuto dopo con Bastoni che anticipa tutti e di testa insacca il pallone  sul primo palo. Vantaggio che dura sei minuti, ovvero fino al pareggio di Mancosu ottimo nello sfruttare la disattenta la difesa avversaria e battere  sotto misura Handanovic, sul cross di Majer. Non contento del pari l’undici di casa insiste e al 36’ colpisce il palo con Falco e si vede negare la gioia del 2-1. Nel recupero 49’, Martinez non trova il guizzo giusto per battere Gabriel e regalare la vittoria.

BOLOGNA-HELLAS VERONA 1-1. Equilibrio iniziale al Dall’Ara e gara che si accende al 20’  con il gol di Bani, nato dalla respinta accidentale di Kumbulla verso la propria porta, con sfera toccata da Silvestri. I veneti sfiorano il pareggio al 36’ sul colpo di testa ravvicinato di Rrahmani, bravo nella circostanza Skoruspski nel respingere coi pugni dopo un’incertezza in uscita. 39’: Sansone salta tre avversari in un attimo ma, complice una deviazione di Gunter, colpisce il palo mancando il 2-0. Al 47’ Lazovic imbecca Pessina, che sciupa la chance del pari.

Al 2’ della ripresa Dawidowicz tocca palla con il braccio. L’arbitro Ayroldi decreta rigore e espelle il giocatore dell’Hellas, ma è richiamato da Mazzoleni al Var e cambia la doppia decisione: niente penalty e rosso. Bologna in dieci al 21’: espulso Bani, già ammonito, per un violento scontro su Zaccagni. Sette minuti dopo (da poco entrato in campo) Borini sfiora il pareggio, che non arriva solo per il salvataggio col piede di Skorupski. Lo stesso ex Milan impatta al 36’, ottimamente imbeccato da Lazovic, anticipa Mbaye e di testa fulmina Skorupski. Infine, nel quarto dei sei minuti concessi da Ayroldi, Borini vicino alla doppietta all’esordio, con un tiro a giro dal limite.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

I Miti rossoblu

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

Advertisement
Advertisement

Carmine Longo

Ultimo commento: "Fu un grande Ds. Onore a Carmine Longo."

Josè Oscar Herrera

Ultimo commento: "Un altro gol memorabile fu quello segnato al Parma ai tempi di Ranieri, nel 1991, una bomba dal limite dell'area al 95' che diede ai rossoblù una..."

Massimiliano Cappioli

Ultimo commento: "Le sue parabole di collo pieno hanno contribuìto alla scalata per il ritorno in serie A, facendo esplodere noi tutti tifosi e il glorioso stadio..."
Tiddia

Mario Tiddia

Ultimo commento: "era un commento all 'altro articolo sul Carbonia di Caddeo"

Mario Brugnera

Ultimo commento: "Ricordo quel grande Cagliari seppur 12enne...È stato la colonna sonora della mia crescita e della mia vita. Ancora oggi ripenso alla immensa fortuna..."

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da News