Resta in contatto

Approfondimenti

Han, titoli di coda/2: mancanza di fiducia o scelta giusta?

Han Kwang-Song non ha ufficialmente più legami con il Cagliari, dopo il riscatto da parte della Juventus. Il club rossoblù non ha dimostrato con i fatti di credere fino in fondo in lui. A torto o a ragione?

STORIA TORMENTATA. Il rapporto tra Cagliari e Han Kwang-Song è stato senza dubbio particolare. L’arrivo in Italia da autentico sconosciuto e le ottime prove con la Primavera, il debutto in prima squadra e il gol in A al Torino, un futuro luminoso che sembrava già tracciato per lui. Con il club di via Mameli che giustamente già si fregava le mani per essersi ritrovato in casa un potenziale protagonista futuro. Insomma… tutte le buone premesse c’erano, eccome. Attaccante veloce, fisicamente solido e bravo ad inserirsi negli spazi, Han aveva firmato in brevissimo tempo il primo contratto da professionista con i rossoblù.

DECLINO. La società, d’accordo con l’allenatore Rastelli che lo aveva fatto debuttare, lo aveva mandato in prestito in B al Perugia. Come si dice… “a farsi le ossa”. Ottimo inizio in cadetteria, poi purtroppo un grave infortunio al ginocchio e sosta forzata ai box. Rientro a fine stagione in Sardegna, rinnovo del prestito agli umbri e poi il nuovo ritorno alla corte di Maran l’estate scorsa. Il tecnico lo ha nuovamente ritenuto non all’altezza della massima serie: partenza in prestito verso la Juventus, per indossare la casacca dell’Under 23. Sarri lo ha convocato in prima squadra, fino ai freschissimi sviluppi di mercato. Han è stato riscattato dalla Juventus, che ha versato i 3,5 milioni pattuiti con il Cagliari, per poi rivenderlo all’Al-Duhail (Qatar) a titolo definitivo per 5 milioni. Cagliari e Juventus avranno fatto la scelta giusta, privandosi del giocatore? Ai posteri l’ardua sentenza.

51 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
51 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Cagliari-Venezia: le pagelle dei tifosi stroncano la squadra

Ultimo commento: "Esatto, sono i soliti giornalisti compiacenti che non hanno il coraggio di muovere mezza critica contro questo spettacolo indecente."

Cagliari-Venezia: i tifosi hanno scelto la loro formazione

Ultimo commento: "Modulo più adatto con l'abbondanza di centrocampisti che abbiamo, più geometrie di gioco verso gli attaccanti. Se funziona il filtro del..."

(SONDAGGIO) Che voto date al mercato del Cagliari?

Ultimo commento: "3- Un mercato orientato al massimo guadagno senza guardare assolutamente alle esigenze della squadra, comprando giocatori a fine carriera o giovani..."

Luvumbo titolare o “super-sub”? Avete votato così

Ultimo commento: "Sempre dal primo minuto, Zito è in una forma straordinaria, ha classe e verve del vent'enne. Lui e Mokoumbu, sempre dal primo minuto, coadiuvati da..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Approfondimenti