Resta in contatto

Settore Giovanile

Primavera 1, l’Atalanta non fa sconti nel recupero: 4-0 all’Empoli e nuovo allungo in vetta sul Cagliari

I bergamaschi campioni d’Italia fanno il loro dovere nel match valido per la sesta giornata non disputato per l’impegno nella Supercoppa con la Fiorentina

Tutto come previsto. Battendo 4-0 l’Empoli, nel recupero valido per la sesta giornata, l’Atalanta riallunga in testa alla classifica del massimo campionato del Settore Giovanile, di tre lunghezze su un grande Cagliari. Per la cronaca i campioni d’Italia hanno sbloccato la sfida al 31’ con Ghilseni, lesto a raccogliere una corta respinta del portiere dei toscani Hvalic e insaccare. Raddoppia (15’ st) su rigore Cortinovis, mentre il terzo gol è opera di Guth con un colpo di testa al 27’. Infine poker merito di Ghisleni, che realizza così una doppietta personale al 48’, in pieno recupero.

TESTA A TESYA. I bergamaschi salgono così a quota 28 punti, tre in più sul Cagliari e ben 8 sul Genoa fermato sul 2-2 in casa sempre oggi dalla Juventus, Roma e Inter, quest’ultima impostasi ne terzo recupero di giornata, 4-0 sul Bologna. Nel prossimo turno, l’undicesimo, capolista Atalanta sarà impegnata sabato alle 14,30 contro il Chievo Verona, mentre il Cagliari (nel posticipo fissato per le 12 di domenica) se la vedrà contro la Sampdoria.

LA CLASSIFICA AGGIORNATA DOPO I RECUPERI
Atalanta 28
Cagliari 25
Genoa 20
Inter 19
Roma 19
Juventus 16
Bologna 15
Empoli 12
Torino 11
Fiorentina 10
Sassuolo 10
Lazio 10
Sampdoria 9
Chievo Verona 8
Pescara 7
Napoli 6

10 Commenti

10
Lascia un commento

avatar
500
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
Granese
Ospite
Granese

Caddeo l’Atalanta a livello giovanile non è come la Juve nel campionato di serie A è piuttosto come il Barcellona, il Real Madrid o il Liverpool, tutte squadre di un altro pianeta, gli investimenti economici della Dea nel settore giovanile sono ingenti, l’organizzazione la competenza dei loro dirigenti e tecnici è altissima. Essere al II° posto è un onore per il Cagliari, chi conosce il settore giovanile, queste cose le sa non da ora ma da 50 anni. Smetti di creare competizione e fare paragoni.

Karalis
Ospite
Karalis

Da poco ho visitato il loro centro a Zingonia.In realtà non investono come si possa pensare,lavorano sul territorio,tanto, a km 0. Tutti i ragazzi nati a Bergamo, rifiutano Inter e Milan per poter giocare con quella maglia.Allenatori tutti bergamaschi, ex giocatori della Dea a fare i tecnici delle giovanili, un responsabile area tecnica da 40 anni a fare quello ,un presidente ex giocatore dell’Atalanta come il vice,suo fratello
Centro sportivo che completano anno dopo anno, senza spese folli

Karalis
Ospite
Karalis

Genuinita e rapporti umani semplici,realtà a misura d’uomo,concetti chiari e perseguiti con professionalità e serietà.
Questo è il loro segreto. Che poi è quello che da qualche anno hanno iniziato a fare anche da noi. Ed è proprio quando non hai soldi da buttare che devi fare del lavoro il tuo credo, ed i risultati arrivano sempre

Granese
Ospite
Granese

Karalis la Dea non ha solo il loro centro, ha anche tante società satelliti sparse nella penisola, acquista i ragazzi e li invia in queste società, poi i ragazzi vengono seguiti e visionati, solo alcuni vengono scelti e portati nel loro settore giovanile. Pertanto ci sono le spese per gli osservatori, l’acquisti, le società che li fanno giocare, insomma non sono spese folli come la A, ma se vogliono mantenere il livello si devono frugare, per non parlare degli acquisti provenienti dall’estero.

Karalis
Ospite
Karalis

Mi permetto di rispondere,perché sono nel giro e ti posso raccontare ciò che ho visto e sentito personalmente.Hai detto tutto giusto nei concetti, nella loro perfezione e perfezionamento del settore giovanile, tranne quando scrivi che investono un sacco di soldi sullo scouting
In realtà è una società a misura d’uomo. Il loro responsabile attività di base, che cura la parte tecnica del loro settore giovanile, è un uomo alla mano. Battono la Lombardia e concentrano l’80% della loro ricerca nella

Karalis
Ospite
Karalis

Regione lombardia, dando priorità ai ragazzi di Bergamo e provincia
Gli scout nazionali ed internazionali, come tutte le società di serie A, sono fatti certo, per segnalare giovani di talento, ma quello lo fanno tutti. La loro forza è nella zona. Tanti bergamaschi sono venuti fuori(un grande vanto…come se ogni anno nascesse un cagliaritano che esordisse in prima squadra)
Non immaginare gente da pagare migliaia di euro all’anno per girare il mondo (in questo la società principe è l’Udinese)

Karalis
Ospite
Karalis

Ci sono uomini che hanno un altro lavoro che a seconda della zona di appartenenza la girano e segnalano. Se poi va a buon fine l’inserimento in squadre della Dea (o qualsiasi altra squadra di a) prendono provvigione.
Ma lo fanno davvero tutti
I responsabili di organizzare gli scouting quelli si sono a libro paga
Io sogno un cagliari solo di sardi, in stile Bilbao…

Danilo BG
Ospite
Danilo BG

Da tifoso del Cagliari, bergamasco che conosce il calcio targato BG,
Hai centrato il problema, l’Atalanta in Italia è avanti anni luce rispetto alle grandi, il settore giovanile è curatissimo dai piccoli alla Primavera. Con Giulini (grande persona e ottimo Presidente) il Cagliari in 3 anni ha fatto passi da gigante, abbiamo una Primavera con ragazzi preparati benissimo, il lavoro di Canzi, Agostini,Conti
e tutto lo staff sta pagando. Bravissimi !!!!!!
FORZA CAGLIARI !!!!!!! SEMPRE !!!!

Granese
Ospite
Granese

Danilo BG, infatti io parlo che è un onore per il Cagliari essere al II° posto nel campionato primavera 1, per motivi di spazio mi sono limitato a questo, condivido appieno quello che dici sul nostro settore giovanile, sull’interesse del nostro presidente, con le capacità dei suoi collaboratori da te menzionati. Come tutti i tifosi R.B. spero un giorno che la nostra società superi per competenza, risultati sportivi la Dea, ma ce ancora strada da fare.

danilo bg
Ospite
danilo bg

Condivido tutto, il tuo commento è corretto. CIAO…. E FORZA CAGLIARI !!!!

Advertisement

Gigi Riva

Ultimo commento: "Solo una parola.UNICO.ha scelto la parola data anziché i milioni.GIGI UNO DI NOI. IL SARDO DI LEGGIUNO"

Fabrizio Cammarata

Ultimo commento: "E non è il solo pacco in quegli anni, se penso che il Treviso ci aveva proposto un certo Luca Toni e invece Bellotto pretese Beghetto"

Pierluigi Cera

Ultimo commento: "Cera era un grandissimo mediano di spinta,e con questo ruolo ha sempre giocato fino all'infortunio di Tomasini(libero). Scopigno fu costretto per..."

Comunardo Niccolai

Ultimo commento: "a Mexico 70 giocò solo la prima partita contro la Svezia e poi fu relegato in panchina e il suo posto fu preso da Rosato"

Mario Brugnera

Ultimo commento: "E’ stato certamente un grande giocatore, un riferimento per tutti i suoi compagni ! Un grande professionista fuori e dentro il campo . ..."
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da Settore Giovanile