Resta in contatto

News

Champions League: l’Inter passa 3-1 a Praga con lo Slavia, ottimo 1-1 del Napoli a Liverpool

Dopo le vittorie di ieri della Juventus, già agli ottavi, sull’Atletico e dell’Atalanta sulla Dinamo che regala speranze, in campo le altre due italiane

Ieri la serata felice per Juventus e Atalanta. Stasera si è completata la quinta giornata della fase a gironi della Champions. Ecco le nostre sintesi sui match dei partenopei di Ancelotti e dei nerazzurri di Conte.

LIVERPOOL-NAPOLI 1-1. Anche stasera Anfield si presenta: solita bolgia e ovviamente atmosfera da brividi, zittita al 24’ dal gol realizzato da Mertens, che arriva con stasera a siglare per la 117esima volta con diagonale perfetto sull’assist da parte di Di Lorenzo. Gol confermato anche dal VAR. Sembra accusare il colpo la squadra campione d’Europa, anche perché Meret e compagni sono particolarmente concentrati e attenti, specie in difesa e vanno in vantaggio al riposo senza soffrire, dopo 4’ di recupero non prima del giallo a Klopp per proteste al 48’ e il tentativo di Milner destinato al primo palo, che Meret respinge.

Nella ripresa forcing inglese che al 10’ produce un tentativo con Fabinho, sul quale il portiere del Napoli non è perfetto, ma fortunatamente spazza via il pericoloso pallone Koulibaly. Al 20’ pareggia Lovren, al suo primo gol in carriera con un perfetto stacco di testa sull’angolo di Milner. Al 35’ Wijnaldum conclude a lato, non di molto out dalla porta difesa da Meret. Napoli virtualmente agli ottavi.

SLAVIA PRAGA-INTER 1-3. Subito un brivido per i nerazzurri al 5’: Brozovic perde palla favorendo Sevick, che serve l’ex Cagliari Husbauer (appena due gare in rossoblù con Zeman in panchina per la verità) i cui colpo di testa termina fuori non di molto.  Sono i cechi a fare la gara, che però al 10’ rischiano tanto con l’imbeccata per Borja Valero (sostituto dell’infortunato Barella) che serve Martinez, sfera fuori di poco sulla botta col sinistro di prima intenzione. Di fatto è il preludio alla rete, che al 19’ sigla l’argentino in girata sullo strepitoso suggerimento di Lukaku dopo aver fatto fuori due volte Borli. Tre minuti dopo altra palla del belga per Martinez, il quale ci prova col mancino, ma non colpisce bene e Kolar para in due tempi. Situazione stile Spal-Fiorentina della scorsa stagione al 35’. Lukaku sigla il 2-0, ma tutto vano perché l’arbitro ferma tutto su richiamo del VAR, assegnando un rigore allo Slavia, concesso per fallo commesso due minuti prima da De Vrij su Olayinka. Dal dischetto (37’) mette in rete Soucek.  Squadre all’intervallo dopo 2’ di recupero.

Al 10’ del secondo tempo chance per il raddoppio dei nerazzurri sui piedi di Brozovic, palla battuta col sinistro, però di poco fuori sopra la traversa. 18’: Masopust calcia, ma Handanovic è super con una parata effettuata cadendo all’indietro. Al 20’ traversa di Lukaku sul perfetto cross da parte di Candreva. 27’: errore di Borja Valero che avvantaggia Masopust, Handanovic respinge e di fatto tiene in vita l’Inter in Champions. Martinez, dall’altra parte (28’) sfiora il 2-1. Gara a viso aperto tra le due squadre che si stanno giocando tanto. Alla mezz’ora Borja Valero impegna Kolar, che dice no allo spagnolo. A 9’ dalla fine altro errore di Frydrych, che permette a Lukaku di involarsi verso la porta avversaria siglando il secondo gol nerazzurro. Un minuto dopo, fortunatamente Soucek sotto porta colpisce malissimo e spreca clamorosamente il 2-2.  Che diventa invece 3-1 al 43’ per il passaggio di Lukaku a Martinez, che non sbaglia con un gran tiro al volo, che fa volare la sua squadra verso gli ottavi, in un finale condito dal 4-1 annullato a Lukaku al 48’, dopo aver ubriacato l’avversario di turno.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Capozucca, i lettori di CalcioCasteddu si dividono. La maggioranza però cambierebbe ds

Ultimo commento: "Campionato di serie B (vergognatevi) Ediz. 2022-23 - Portieri:BraccioFerro-Bruto-Pluto-Olivio..."

I lettori di CalcioCasteddu a maggioranza: Cerri merita un’altra chance

Ultimo commento: "ai sapientoni del calcio teorico indichiamo i seguenti dati reali: Cerri anni 26 presenze fra A e B 190 con 35 goal... Brunori anni 28 presenze fra..."

Fascia da capitano, Deiola non convince i lettori di CalcioCasteddu

Ultimo commento: "QUI VA TUTTO MALE.....BENEDIRE PURE I TIFOSI....."

I lettori di CalcioCasteddu divisi: Liverani non è l’uomo giusto per il nuovo Cagliari

Ultimo commento: "Brunori mi sarebbe piaciuto ma come al solito giocatori buoni rifiutano il cagliari,facciamo affari sbagliati,prendiamo giocatori oltre i trenta senza..."

SONDAGGIO – Cerri sulla via del ritorno a Cagliari: giusto dargli un’altra possibilità?

Ultimo commento: "E migliorato molto con i piedi...sa far salire la squadra..meglio cerri con lapadula..affianco"
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News