Resta in contatto

Rubriche

Il punto sulla Serie A. Il Cagliari delle meraviglie dietro solo a Juventus e Inter ora non stupisce più

I rossoblù battendo la Fiorentina inanellano il decimo risultato utile di fila e confermano la bontà del progetto. Napoli e Milan in difficoltà

Non è un sogno ma una splendida realtà questo Cagliari. Che, dopo aver vinto con autorità a Bergamo contro l’Atalanta una settimana prima, si è ripetuto ieri alla Sardegna Arena, dando una lezione di calcio ad una Fiorentina che comunque era data in un buon momento. Un campionato senza dubbio, sopra le aspettative per la banda Maran, che sta dando i risultati sperati anche grazie ad un gruppo competitivo, messo in piedi in estate dalla società Il terzo posto è assolutamente meritato per Nandez e compagni che ora si godono due settimane in alto senza vertigini e che, dopo la sosta per la nazionali, hanno tutta l’intenzione di riprendere il cammino vincente sul campo del Lecce.

COSA HA DETTO LA DODICESIMA GIORNATA. Data la doverosa copertina al Cagliari, come di consueto ci occupiamo di quanto è accaduto. Un gol di Dybala, ha permesso ad una Juventus non certo bella, di superare un Milan ormai in difficoltà in classifica, ma soprattutto di superare nuovamente (in un ormai consueto botta e risposta) l’Inter, che ha avuto la meglio sull’Hellas Verona con una superba rete di Barella. Al terzo posto, accanto al Cagliari a quota 24 punti, la Lazio che ha battuto con tante polemiche il Lecce, mentre la Roma è fermata al Tardini da un Parma in serata e il Napoli perde ancora terreno, dopo il pareggio al San Paolo tra i fischi, contro il Genoa. Rallenta anche l’Atalanta, fermata a Marassi dalla Sampdoria di Ranieri, che pareggia ancora, ma ha almeno aggiustato la difesa.

Scivola al nono posto la Fiorentina, che mantiene un punto di vantaggio sull’Hellas Verona di Juric, la migliore delle neopromosse, davanti a squadre ben più accreditate alla vigilia, come il Torino (che ha dato una lezione di calcio al Brescia di Cellino), l’Udinese e il Milan. I rossoneri hanno appena quattro punti di vantaggio sulla zona retrocessione e sono in compagni del Sassuolo di De Zerbi, che ha battuto il Bologna, e che deve recuperare una partita il 18 dicembre contro il già citato Brescia dell’appena subentrato Grosso in panchina al posto dell’esonerato Corini. Pioli sta cercando di dare un’identità a Donnarumma e compagni, ma le difficoltà non sono certo poche. In fondo anche il Genoa, che ha preso certamente fiducia dal pareggio di Napoli e la Spal, capace di conquistare il primo punto in classifica lontano dal Mazza, ma graziando della sconfitta l’Udinese, con il rigore fallito da Petagna al 50’ della ripresa.

 IL PROSSIMO TURNO. Dopo la pausa per le nazionali, la Serie A tornerà in campo per la tredicesima giornata. Lo farà ad iniziare da sabato 23 novembre con due gare che promettono scintille: alle 15 (Sky Calcio) a Bergamo si giocherà Atalanta-Juventus, entrambe impegnate poi in Champions la settimana successiva e alle 18 (sempre Sky Calcio, con Milan-Napoli che sarà una partita particolare per entrambe le contendenti che non possono permettersi ulteriori passi falsi per non complicare ulteriormente il loro deludente campionato. alle 20,45 (Dazn e Dazn1 canale 209 Sky Sport) Torino-Inter. Domenica 24  alle 12,30, Dazn e Dazn1 canale 209 Sky sport, il derby emiliano tra Bologna e Parma. Alle 15, la stessa emittente trasmetterà Hellas Verona-Fiorentina, mentre alla stessa ora Sky Calcio proporrà Sassuolo-Lazio e Roma-Brescia. Alle 18 su Sky Calcio Sampdoria-Udinese, che precederà alle 20,45 Lecce-Cagliari in onda anche su Sky Sport. Infine, il posticipo di lunedì 25 novembre alle 20,45 vedrà in campo Spal e Genoa.

 

8 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
8 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Rubriche