Resta in contatto

News

Primavera 1, Cagliari-Atalanta: scontro al vertice ad Asseminello. I rossoblù cercano l’allungo in vetta

Il match in programma domani alle 11 con diretta su Sportitalia può considerarsi fino ad ora la partita più importante mai giocata dai ragazzi di Canzi

Il momento più importante della storia del Cagliari Primavera. Al di là di come il match (in programma domani alle 11 con diretta tv su Sportitalia al Centro Sportivo di Assemini) contro l’Atalanta terminerà, la Società di Tommaso Giulini nella stagione culminerà con il Centenario, avrà scritto un pezzo di storia. Ladinetti e compagni infatti, affronteranno i bergamaschi da primi della classe. Gli ospiti di domani, campioni d’Italia e freschi vincitori della Supercoppa per 2-1 sulla Fiorentina, devono infatti recuperare una partita. Ecco perché questo confronto per il vertice del massimo campionato del Settore Giovanile, assume una fondamentale importanza. Vincendo in Sardegna gli orobici ritornerebbero infatti in vista alla graduatoria, con una gara in meno. Viceversa, dovesse vincere la squadra di Canzi, i rossoblù si ritroverebbero infatti a +4 e, non verrebbero agganciati o superati dai nerazzurri.

SFIDA DA TRIPLA. Partita aperta ad ogni risultato tra le due compagini. Il Cagliari è primo con 16 punti, frutto di un pareggio all’esordio in casa contro un Genoa (che sta giocando un gran campionato come gli isolani) e ben cinque vittorie ottenute contro Empoli, Juventus, Sassuolo, Torino e Lazio, Atalanta seconda con 15, avendo fatto percorso netto con cinque successi su cinque gare disputate, ed una da recuperare. Tutto dunque sul terreno di gioco, può accadere. Gli orobici hanno un grande organico, ma anche i rossoblù lo sono, come dimostrano i risultati. Il tecnico dei sardi continua a gettare giustamente acqua sul fuoco, parlando sempre di salvezza, ma è fin troppo ovvio che (al momento) la classifica dice ben altro. Tra le due contendenti sarà fondamentale l’approccio nel confronto diretto, arbitrato da Garofalo di Torre del Greco.

LE PAROLE DI CANZI. Il mister rossoblù, attraverso il sito ufficiale, presenta così la grande sfida: “Chiunque fa sport vive e lavora per affrontare sfide come questa, sicuramente complicate per la forza dell’avversario ma molto stimolanti anche per la grande attenzione che viene riservata. Non scopriamo certo oggi la corazzata Atalanta, di fronte avrà però un Cagliari che è lassù meritatamente e sta facendo vedere contenuti tecnici, tattici e agonistici di livello. Vogliamo giocarci le nostre carte, consci di essere liberi mentalmente ma non per questo rilassati, con la forte consapevolezza che arriva dal cammino intrapreso”.

I CONVOCATI
Portieri: Atzeni, Ciocci, Piga
Difensori: Acella, Aly, Boccia, Carboni, Cancellieri, Cusumano, Iovu, Porru
Centrocampisti: Conti, Cossu, Dore, Fucci, Kanyamuna, Ladinetti, Lombardi
Attaccanti: Desogus, Gagliano, Manca, Marigosu, Masala

IL PROGRAMMA. La settima giornata si è aperta questo pomeriggio con il successo della Roma per 4-2 in casa dell’Inter, che ha permesso ai giallorossi di Alberto De Rossi, di scavalcare i nerazzurri in classifica e portarsi ad un punto dalla capolista Cagliari. Domani, oltre alla sfida delle 11 tra i rossoblù e l’Atalanta, si giocano anche Napoli-Fiorentina alle 13, Lazio-Chievo Verona alle 14,30 e Sassuolo-Pescara alle 17. Domenica alle 10 Empoli-Sampdoria, mentre alle 17 si giocherà Torino-Bologna.

 

8 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
8 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Karalis
Karalis
1 anno fa

Si affrontano più con la testa che con le emozioni queste partite. Loro giocano a calcio, questo ci permette di organizzare bene la fase difensiva e di ripartire con i nostri concetti, senza paura di vivere una giornata storta per colpa del catenaccio avversario
Coraggio ragazzi

Giorgio
Giorgio
1 anno fa

Ma per vedere la partita ad asseminello si paga?

Alberto Antonini
Alberto Antonini
1 anno fa

Adesso é più chiara la cessione di alcuni giovani della prima squadra… abbiamo una super Primavera!

Francesca Diana
Francesca Diana
1 anno fa

In che senso??

Tore Trattore
Tore Trattore
1 anno fa

Francesca credo che intenda dire che visto quanto sono bravi i ragazzi della primavera, il Cagliari non ha più bisogno di spendere soldi per comprare dei giovani calciatori talentuosi dato che ce li abbiamo già in casa e la prima squadra li può prelevare direttamente dalla primavera.

Alberto Antonini
Alberto Antonini
1 anno fa
Reply to  Tore Trattore

Bravo, esattamente quello che intendevo.

maurizio piga
maurizio piga
1 anno fa
Reply to  Tore Trattore

Speriamo,avere un ottimo vivaio ci permetterebbe di restare nelle zone alte anche in futuro.

Giancarlo
Giancarlo
1 anno fa

Forza ragazzi

I Miti rossoblu

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

Advertisement

Radja, una storia di vita che sembra un film

Ultimo commento: "Sono belle cose, complimenti vivissimi, dev'essere stata un'esperienza incredibile."
Francescoli

Enzo Francescoli

Ultimo commento: "e quando e' tornato da avversario si e' commosso e al secondo tempo il tecnico del toro l ha sostituito ricordo molto bene..."

Gigi Riva

Ultimo commento: "Cagliari per sempre!!! Riva un eroe,come gli eroi della mitologia!!"
Tiddia

Mario Tiddia

Ultimo commento: "Fu allenatore forse nel mio momento migliore, la passione per il Cagliari me la trasmise Gigi Riva, ma quando Mario Tiddia ne divenne l’allenatore,..."
zola

Gianfranco Zola

Ultimo commento: "Un fuoriclasse VERO. Grande anche dal punto di vista umano, amato in tutte le piazze in cui ha giocato. Se solo fosse arrivato prima al Cagliari."
Advertisement

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!
Advertisement

Altro da News