Resta in contatto

Approfondimenti

Un importante esame di maturità

Domani pomeriggio i rossoblù affronteranno un avversario in crisi di gioco e di tenuta atletica. Maran non si fida, ma…

Così come dichiarato dal tecnico del Cagliari, meglio non fidarsi del momento di difficoltà del prossimo avversario.

Il Torino, dopo il tourbillon della scorsa estate che ha portato rosa e dirigenti ad anticipare il lavoro in modo da poter essere pronti per la partecipazione all’Europa League, ha avuto un impatto davvero infelice con il campionato edizione 2019/2020.

Quattro sconfitte nelle prime otto giornate di campionato, e tutte con avversarie di non irresistibile levatura, vale a dire Parma, Sampdoria, Lecce ed Udinese, senza considerare l’eliminazione dalla stessa competizione europea per mano del Wolverhampton.

La condizione fisica approssimativa è un altro tassello che inesorabilmente gioca a sfavore dei granata, con giocatori sulle gambe già dopo settanta minuti. Non solo: voci di corridoio, infatti,  parlano di una squadra che pare abbia quasi voltato le spalle al tecnico Walter Mazzarri, ragion per cui per cui  la gara contro il Cagliari sarà una sorta di “o la va, o la spacca“.

Rolando Maran, ripetiamo, non si fida, e fa bene. Un avversario in queste condizioni potrebbe anche trovare dal fondo del barile importanti motivazioni per risalire la china, ma è altrettanto vero che la gara di domani rappresenta per i suoi ragazzi una sorta di esame di maturità.

Quando l’obiettivo è il salto di qualità e davanti hai un avversario in difficoltà hai solo una strada da percorrere: non averne pietà! Purtroppo, negli anni passati, la squadra rossoblù ha dovuto fare i conti con l’etichetta di “resuscita morti”.

In questa stagione la squadra sembra aver acquisito maggiore maturità e consapevolezza e proprio domani sarà occasione per evincere questi progressi e dare continuità al processo di crescita.

15 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
15 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Capozucca, i lettori di CalcioCasteddu si dividono. La maggioranza però cambierebbe ds

Ultimo commento: "ha solo seguito gli ordini del presidente: RETROCEDERE"

I lettori di CalcioCasteddu a maggioranza: Cerri merita un’altra chance

Ultimo commento: "Ci siamo dimenticati di Cerri, secondo me le darei un'altra chance, ricordiamo il bel gol di testa nel finale di partita, alcune cose buone le ha..."

Fascia da capitano, Deiola non convince i lettori di CalcioCasteddu

Ultimo commento: "QUI VA TUTTO MALE.....BENEDIRE PURE I TIFOSI....."

I lettori di CalcioCasteddu divisi: Liverani non è l’uomo giusto per il nuovo Cagliari

Ultimo commento: "Brunori mi sarebbe piaciuto ma come al solito giocatori buoni rifiutano il cagliari,facciamo affari sbagliati,prendiamo giocatori oltre i trenta senza..."

SONDAGGIO – Cerri sulla via del ritorno a Cagliari: giusto dargli un’altra possibilità?

Ultimo commento: "E migliorato molto con i piedi...sa far salire la squadra..meglio cerri con lapadula..affianco"
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Approfondimenti