Resta in contatto

Approfondimenti

Torino-Cagliari, numeri a confronto. I cross sono la chiave per entrambe

Le statistiche delle prime otto giornate svelano similitudini e differenze tra il gioco dei granata di Mazzarri e quello dei rossoblù di Maran

CROSS. Il primo dato che balza all’occhio osservando le statistiche sul sito ufficiale della Serie A riguarda il numero di cross effettuati da Cagliari e Torino. I ragazzi di Mazzarri hanno totalizzato 109 tentativi, di cui 70 utili e 39 sbagliati, mentre i sardi sono a quota 81 cross di cui 54 utili e 27 sbagliati. Se però il Toro primeggia sia nella classifica dei cross totali che in quella dei cross utili, i rossoblù invece sono appena dodicesimi in quella dei cross totali, ma ben terzi in quella dei cross utili.

POCHI TIRI. Le due squadre sono anche tra le meno propense a calciare in porta, con il Torino quattordicesimo nella classifica delle conclusioni (70 in tutto) e il Cagliari penultimo (64 tiri in porta). Primi posti invece per quanto riguarda i gol di testa: 4 per entrambe le compagini e primo posto insieme all’Inter. Numeri bassi per la media del possesso palla dove il Cagliari si attesta sedicesimo con 20’44 e il Torino tredicesimo con 22’46. Infine la media dei km percorsi: rossoblù diciassettesimi con 104.28 e granata diciottesimi con 103.63.

LA LETTURA. Questi numeri ci raccontano due squadre con un’impostazione generale molto simile, anche se diverse per sistema di gioco. Il 3-5-2 di Mazzarri punta molto sulla fisicità, con poco possesso palla e ripartenze rapide sfruttando l’ampiezza con gli esterni. Non una corsa costante, ma attesa dell’avversario e blitz offensivo. Il 4-3-1-2 di Maran predilige la costruzione del gioco per vie centrali, per poi consentire ai vari Nandez, Castro, Nainggolan e Rog di allargarsi sulla trequarti quando opportuno per cercare i cross, supportati poi dagli esterni difensivi. Inoltre il dato evidente nei rossoblù è la migliorata qualità dei cross rispetto alle passate stagioni, con un centrocampo che fa dell’alto tasso tecnico il vero punto di forza rispetto alla fisicità pura preferita dall’allenatore granata. Una partita dunque che avrà proprio nell’interpretazione del gioco sugli esterni la sua chiave tattica.

4 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
4 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Capozucca, i lettori di CalcioCasteddu si dividono. La maggioranza però cambierebbe ds

Ultimo commento: "Campionato di serie B (vergognatevi) Ediz. 2022-23 - Portieri:BraccioFerro-Bruto-Pluto-Olivio..."

I lettori di CalcioCasteddu a maggioranza: Cerri merita un’altra chance

Ultimo commento: "ai sapientoni del calcio teorico indichiamo i seguenti dati reali: Cerri anni 26 presenze fra A e B 190 con 35 goal... Brunori anni 28 presenze fra..."

Fascia da capitano, Deiola non convince i lettori di CalcioCasteddu

Ultimo commento: "QUI VA TUTTO MALE.....BENEDIRE PURE I TIFOSI....."

I lettori di CalcioCasteddu divisi: Liverani non è l’uomo giusto per il nuovo Cagliari

Ultimo commento: "Brunori mi sarebbe piaciuto ma come al solito giocatori buoni rifiutano il cagliari,facciamo affari sbagliati,prendiamo giocatori oltre i trenta senza..."

SONDAGGIO – Cerri sulla via del ritorno a Cagliari: giusto dargli un’altra possibilità?

Ultimo commento: "E migliorato molto con i piedi...sa far salire la squadra..meglio cerri con lapadula..affianco"
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Approfondimenti