Resta in contatto

News

La Juventus cade 2-0 al Wanda Metropolitano nell’andata degli ottavi di Champions contro l’Atletico Madrid

Successo meritato per la squadra di Simeone che si è vista annullare anche un gol. Al ritorno a Torino la squadra di Allegri dovrà fare la gara perfetta

Festa grande al Wanda Metropolitano per i tifosi dell’Atletico Madrid. Gli spagnoli vincono con merito 2-0 contro una Juventus meno brillante del solito. Madrileni a fare la gara fin dal fischio d’inizio. Appena 1’ su cronometro e l’arbitro tedesco Zwayer giudica regolare la gamba alta di Matuidi su Griezmann in piena area. Cristiano Ronaldo sfiora la rete al minuto 8 direttamente su punizione, concessa per fallo ai suoi danni da parte di Gimenez: gol che non arriva per la super parata di Oblak. 11’: grande stacco di testa di Bonucci, sugli sviluppi di un angolo battuto da Chiellini, Juventus ancora ad un passo dalla marcatura.  Al 27’ l’arbitro indica il dischetto per un fallo commesso da De Sciglio su Diego Costa. Decisione cambiata dopo un consulto con i colleghi del VAR, e punizione appena fuori area, dove inizia il contato. La battuta velenosa di Griezmann, trova l’opposizione di Szczesny, che salva i suoi deviando in corner. Squadre al riposo dopo 4’ di recupero.

Al 5’ della ripresa clamoroso errore di Diego Costa che (servito in modo sontuoso da Griezmann) lascia sul posto Bonucci e davanti a Szczesny, ma manda fuori colpendo male il pallone. Fortunata la Juventus al minuto 8 quando il suo portiere evita un gol praticamente fatto, mandando in angolo una battuta a colpo sicuro da parte del numero 7 dell’Atletico. Che al 26’ si vede annullato un gol per fallo da parte di Morata, che di testa supera il portiere bianconero. Tutto vano perché Zwayer, invitato dai colleghi al VAR annulla per una spinta dello spagnolo ai danni di Chiellini.

DOPPIA MAZZATA. Al 33’ il vantaggio dell’Atletico Madrid stavolta è regolare con Gimenez, che in scivolata sigla un vantaggio assolutamente meritato per quanto si è visto in campo. Cinque minuti dopo arriva il raddoppio firmato Godin che da posizione defilata, dopo la respinta corta da parte di Mandzukic, batte Szczesny, con palla leggermente sfiorata da  Ronaldo. Oblak, con una strepitosa parta, nega la rete alla Juventus su bolide da fuori area sullo schema su punizione calciata da CR7, che di testa al 48’ ci prova senza successo a riaprire la gara.  Vince l’Atletico Madrid. A Torino, se vuole qualificarsi, la Juventus dovrà fare una gara perfetta, evitando di subire altri gol.

23 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
23 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News