Resta in contatto

News

Bruno Alves, ritorno a Cagliari da leader e capitano

Torna a Cagliari una vecchia conoscenza dei tifosi rossoblù: Bruno Alves è stato leader a Cagliari ed è capitano a Parma. E il suo addio è stato, forse, troppo precoce…

VECCHIE CONOSCENZE. Il Parma che questa sera arriverà alla Sardegna Arena ha due vecchie conoscenze per i tifosi rossoblù. Una è Massimo Gobbi, trentanovenne terzino sinistro che sbarcò in Serie A proprio nell’isola nel 2004. L’altra è Bruno Alves, il “Capo Tribù” dei ducali, come lo definisce La Gazzetta dello Sport.

CAPO TRIBÚ. Bruno, come veniva sinteticamente chiamato dai tifosi rossoblù, è leader nato. Uno di quelli che possiede pienamente l’arte del comando, “con quel volto severo e malinconico da capo indiano“. Lui, insieme a Gobbi, stasera tornerà in Sardegna, dove ha lasciato il ricordo di un uomo carismatico e tutto d’un pezzo, andato via troppo presto verso la Scozia dei Glasgow Rangers.

ESEMPIO. Teoricamente dovrebbe essere in dubbio per un problema alla gamba destra. Praticamente, conoscendo l’uomo e il giocatore, sappiamo già che farà di tutto per esserci, con la fascia di capitano al braccio. Lui che arriva un’ora e mezzo prima al centro sportivo di Collecchio per vedere un allenamento ed è poi l’ultimo a lasciare il campo. Un esempio per tutti i compagni e un riferimento per D’Aversa, che è entusiasta di lui perché “innalza la cultura del lavoro all’interno di tutto il gruppo“.

DICONO DI LUI. Il suo arrivo a Parma fece storcere la bocca a tanti tifosi. Ma Faggiano, ds crociato, era certo del suo valore. E i ducali, che avevano bisogno di un leader in difesa dopo l’addio di capitan Lucarelli, hanno imparato ad apprezzarlo pian piano. L’età (37 anni) non conta, se c’è il fisico e l’esperienza. “Ha sposato fin da subito il nostro progetto – ha dichiarato recentemente il presidente Pietro Pizzarotti e siamo contenti di poter prolungare il suo contratto fino al 2020″; “È un leader nato – ha rivelato invece Alessandro Bastoni, suo compagno di reparto -. Di fianco a lui, mi sembra di giocare alla playstation: non sta mai zitto, mi consiglia, mi aiuta».

CAMPIONE. Ma Bruno Alves è un campione vero. Lo era a Cagliari, dove arrivò con il suo carisma e dove la sua assenza non è mai stata coperta a pieno in difesa (quello che doveva essere il suo sostituto, Andreolli, non ha reso secondo le aspettative). Lo è stato in carriera: quattro campionati in Portogallo (col Porto), due in Russia con lo Zenit, uno in Turchia con il Fenerbahce, più svariate coppe di lega, supercoppe e – soprattutto – l’Europeo 2016 con la Nazionale portoghese, dopo il quale arrivò in Sardegna.

CAPITANO VERO. E proprio un portoghese, Cristiano Ronaldo, lo avrebbe voluto alla Juventus a gennaio, quando i bianconeri cercavano un difensore. Lui, d’accordo con la società, ha risposto da capitano. No, grazie: “Il valore aggiunto, per noi, è lo spirito di squadra” – ha dichiarato Bruno Alves. “Qui c’è un bellissimo gruppo e io, a Parma, mi sento a casa“.

18 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
18 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Capozucca, i lettori di CalcioCasteddu si dividono. La maggioranza però cambierebbe ds

Ultimo commento: "ha solo seguito gli ordini del presidente: RETROCEDERE"

I lettori di CalcioCasteddu a maggioranza: Cerri merita un’altra chance

Ultimo commento: "Ci siamo dimenticati di Cerri, secondo me le darei un'altra chance, ricordiamo il bel gol di testa nel finale di partita, alcune cose buone le ha..."

Fascia da capitano, Deiola non convince i lettori di CalcioCasteddu

Ultimo commento: "QUI VA TUTTO MALE.....BENEDIRE PURE I TIFOSI....."

I lettori di CalcioCasteddu divisi: Liverani non è l’uomo giusto per il nuovo Cagliari

Ultimo commento: "Brunori mi sarebbe piaciuto ma come al solito giocatori buoni rifiutano il cagliari,facciamo affari sbagliati,prendiamo giocatori oltre i trenta senza..."

SONDAGGIO – Cerri sulla via del ritorno a Cagliari: giusto dargli un’altra possibilità?

Ultimo commento: "E migliorato molto con i piedi...sa far salire la squadra..meglio cerri con lapadula..affianco"
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News