Resta in contatto

Approfondimenti

Padoin verso il forfait: rilancio per Lykogiannis o sorpresa-Pajač?

Pajac

Per la gara contro il Torino, il Cagliari potrebbe dover rinunciare al suo Talismano. I due giocatori, uno dei quali mai utilizzati da Maran, si giocano la maglia da titolare

Il primo è da poco rientrato da un infortunio, l’altro non ha mai visto il campo, neppure in Coppa Italia. Charalampos Lykogiannis Marko Pajač sono in predicato di sostituire Simone Padoin che non ha ancora pienamente recuperato dalle sue noie muscolari.

Seppur il greco parta indubbiamente in vantaggio nelle gerarchie di Maran, la candidatura del croato non è da sottovalutare, considerata la grande voglia di dimostrare il suo valore.

GARRA ELLENICA. Un mix di sfortuna e condizioni fisiche precarie hanno condizionato l’inizio di stagione di Lyko. Prima da titolare a Empoli in concomitanza con la gara più brutta giocata dai rossoblù in quedta stagione, poi 3 panchine di fila a cui ha fatto seguito la problematica performance di Parma. Troppo forte e veloce un certo Gervinho, che, evinte le sue difficolta, sovente lo ha puntato in velocità. Poi l’infortunio che lo ha estromesso dai giochi sino a qualche giorno fa quando è rientrato in gruppo. Negli allenamenti ha palesato la consueta grinta, la garra classica dei gladiatori dell’antica Grecia: voglia di stupire, di dire la sua, con il suo piede mancino pronto a servire palloni importanti alle punte.

TEMERARIETÀ CROATA. Giunto a Cagliari nell’estate del 2015 come trequartista dal sinistro fatato, il buon Marko ha vissuto stagioni anonime nel tentativo di “scoprire” la sua vera identità tattica. Fino all’intuizione di Federico Giunti, suo allenatore a Perugia, che lo ha dirottato sull’out mancino concedendogli di sfogare la sua esplosività. Il fatto che non sia mai stato utilizzato dal tecnico lascia spazio a diversi punti interrogativi, nonostante in allenamento non manchi di dimostrare il suo brio e la sua grande rapidità, il tutto mixato dal suo piede educato e dallo spirito mai domo. Lo stesso che ha consentito ai suoi connazionali di sfiorare la Coppa del Mondo. Perché non concedergli una chance?

7 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
7 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I lettori di CalcioCasteddu a maggioranza: Cerri merita un’altra chance

Ultimo commento: "Ci siamo dimenticati di Cerri, secondo me le darei un'altra chance, ricordiamo il bel gol di testa nel finale di partita, alcune cose buone le ha..."

Capozucca, i lettori di CalcioCasteddu si dividono. La maggioranza però cambierebbe ds

Ultimo commento: "sono anni che lo dico, uno capace a prendere morti e strapagarli, e svendere giovani ....vai in pensioneeeee!!"

Fascia da capitano, Deiola non convince i lettori di CalcioCasteddu

Ultimo commento: "QUI VA TUTTO MALE.....BENEDIRE PURE I TIFOSI....."

I lettori di CalcioCasteddu divisi: Liverani non è l’uomo giusto per il nuovo Cagliari

Ultimo commento: "Brunori mi sarebbe piaciuto ma come al solito giocatori buoni rifiutano il cagliari,facciamo affari sbagliati,prendiamo giocatori oltre i trenta senza..."

SONDAGGIO – Cerri sulla via del ritorno a Cagliari: giusto dargli un’altra possibilità?

Ultimo commento: "E migliorato molto con i piedi...sa far salire la squadra..meglio cerri con lapadula..affianco"
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Approfondimenti