Resta in contatto

News

Mancini: “Ieri momento importante. 4-3-3? Bene così. Ora dare continuità”

Le parole del CT della Nazionale Roberto Mancini il giorno dopo la vittoria all’ultimo secondo contro la Polonia.

DAY AFTER. Il giorno dopo la vittoria al novantesimo contro la Polonia (in cui ha giocato da titolare il rossoblù Nicolò Barella), il ct dell’Italia, Roberto Mancini, ha partecipato all’incontro al Quirinale col Presidente della Repubblica.

LE PAROLE DI MANCINI. All’uscita, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai cronisti presenti: “Oggi è un giorno bello perché siamo stati dal Presidente della Repubblica e, siccome non capita spesso, è un giorno particolare – riporta Tuttomercatoweb. Mattarella ha detto di voler festeggiare a Qatar 2022? Siamo ancora lontani… Voi giornalisti mettete pressione. Noi cerchiamo di fare sempre del nostro meglio, vorremmo sempre vincere e giocare sempre meglio, ma questo dipende anche dai nostri avversari“.

LA GARA DELLA SVOLTA. “Io penso che la gara con l’Ucraina sia stata giocata bene, meritavamo un risultato diverso. La partita di ieri è stato un momento importante e mi fa piacere per i ragazzi, se lo meritavano. Nazionale tipo? Noi dobbiamo avere tanti giocatori, non possiamo far giocare sempre gli stessi. 4-3-3 e tridente leggero? In questo momento le cose stanno andando bene così. Abbiamo dei giocatori che possono giocare con questo sistema e hanno più difficoltà con altro. Anche se, alla fine, quello che conta è l’atteggiamento propositivo”.

OBIETTIVI E FUTURO.L’obiettivo non è il primo posto nel girone, ma dare continuità a quanto fatto nelle ultime due gare col Portogallo in casa. Loro in questo momento sono ancora un po’ superiori a noi, sono i campioni d’Europa in carica, ma l’obiettivo è quello di batterli a Milano“.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Qui permettimi di rispondere; ma non ti sembra un po da miserabili disperati mettere 3 attaccanti contro una squadra di poveracci che meritano di..."

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini ha preso una squadra praticamente condannata alla retrocessione. Ci voleva coraggio. Occorre un drastico cambiamento a partire dal presidente..."

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "È un giocatore che ogni tanto si sveglia del letargo e regala qualche prodezza, ma sono sicuro che un giocatore come Ragatzu avrebbe dato di più al..."

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News