Resta in contatto

Russia 2018

Ottavi, mondiale. Una grande Francia vince 4-3: Argentina a casa

Prova di carattere dei transalpini in vantaggio poi rimontati poi pareggiano e allungano nei confronti della squadra di Messi che lascia il torneo

Spettacolo puro nel primo degli ottavi del mondiali tra Francia e Argentina, Parte molto forte la squadra di Deschamps, che segna centra una traversa e crea disagi alla porta avversaria, stordita dall’avvio transalpino alla Kazan Arena

FRANCIA AVANTI SU RIGORE. Dopo 8’ traversa di Griezman colta su punizione (con il portiere degli argentini Armani immobile) concessa per fallo di Mascherano su Mbappè. Tre minuti dopo francesi avanti con un netto penalty arrivato dall’intervento disperato di Rojo , autore del 2-1 sulla Nigeria che ha portato i suoi agli ottavi, su uno scatenato Mbappè dopo una corsa di quasi 80 metri. Dal dischetto Griezman non sbaglia e porta avanti la Francia.

Al 20’ altro brivido per la nazionale di Sampaoli sulla punizione concessa per atterramento poco fuori area di Mbappè ad opera di Tagliafico. La battuta di Pogba termina però sopra la traversa.  Argentina che accusa il colpo e fatica a reagire favorendo le chance degli avversari, come al 31’ quando Tagliafico deve intervenire su Mbappè imbeccato da Pogba.

PAREGGIO ARGENTINA. Che la squadra di Sampaoli (che sarà anche separato in casa) abbia dei giocatori in grado di cambiare la gara oltre a Messi non è un segreto. Infatti al 41’ arriva una prodezza da applausi di Di Maria che risistema le cose con un gran tiro improvviso con l’esterno che finisce alle spalle di LLoris che nulla può, scagliato all’incrocio dal giocatore del PSG da oltre trenta metri. Gol che fa ritrovare certezze e entusiasmo agli argentini in campo e ai circa 30000 tifosi negli spalti.

SORPASSO SUDAMERICANO E CONTROSORPASSO TRANSALPINO. Anche ad inizio ripresa è la nazionale di Messi  a dettare i ritmi della partita, nonostante l’infortunio di Rojo che (1’) lascia il posto al romanista Fazio all’esordio in un mondiale. Vicino a commettere un errore al minuto 11, che stava per far segnare Griezman. Prima era arrivato il vantaggio argentino al 4’giunto con Mercado in modo fortuito col piede su tiro di Messi, che mette fuori causa l’incolpevole Lloris.

Ma la gara, oltre ad essere molto bella, è anche apertissima. Lo dimostra il pareggio francese al 12’siglato da Pavard, alla sua prima rete in nazionale , autore di un a botta da oltre venti metri in diagonale. Nulla da fare per Armani, che non può fare altro che ammirare una delle reti più belle di queste mondiale russo. Marcatura che di nuovo cambia il match di Kazan, con i  francesi che si riportano avanti. Infatti il 3-2 giunge sei minuti dopo col mancino di Mbappè che supera un Armani, stavolta con qualche sbavatura.

Francia che pressa e va addirittura sul 4-2 al 22’: preciso taglio di Giroud per l’onnipresente numero 10, il quale entra in area  e mette ancora dentro il suo tiro col destro. Il poker subito spezza le gambe dell’Argentina, che quando ci prova lo fa con poca convinzione (debole conclusione di Messi davanti alla porta avversaria al 39) e non crea pericoli alla retroguardia della squadra di un Deschamps, che nonostante l’importante vantaggio, non si ferma un attimo in piedi davanti alla sua panchina.

INUTILE TERZO GOL ARGENTINO. L’arbitro concede 3’ di recupero, nel secondo dei quali la compagine di Sampaoli trova la terza rete con Aguero, servito da Messi, che mette la sfera alle spalle di Lloris la sua seconda rete dopo quella del pareggio per 1-1 contro l’Islanda. Non c’è più tempo. Vince la Francia, che accede ai quarti. Argentina che lascia il mondiale e la sua star Messi in nazionale continua a non vincere nulla.

GLI ALTRI OTTAVI
Ore 20 Sochi: Uruguay-Portogallo
Domenica 1 luglio ore 16 Mosca: Spagna-Russia
Domenica 1 luglio ore 20 Novgorod: Croazia-Danimarca
Lunedì 2 luglio ore 16 Samara: Brasile-Messico
Lunedì 2 luglio ore 20 Rostov: Belgio-Giappone
Martedì 3 luglio ore 16  Mosca: Colombia-Inghilterra
Martedì  3 luglio ore 20 San Pietroburgo: Svezia-Svizzera

 

 

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I lettori di CalcioCasteddu a maggioranza: Cerri merita un’altra chance

Ultimo commento: "Ci siamo dimenticati di Cerri, secondo me le darei un'altra chance, ricordiamo il bel gol di testa nel finale di partita, alcune cose buone le ha..."

Capozucca, i lettori di CalcioCasteddu si dividono. La maggioranza però cambierebbe ds

Ultimo commento: "sono anni che lo dico, uno capace a prendere morti e strapagarli, e svendere giovani ....vai in pensioneeeee!!"

Fascia da capitano, Deiola non convince i lettori di CalcioCasteddu

Ultimo commento: "QUI VA TUTTO MALE.....BENEDIRE PURE I TIFOSI....."

I lettori di CalcioCasteddu divisi: Liverani non è l’uomo giusto per il nuovo Cagliari

Ultimo commento: "Brunori mi sarebbe piaciuto ma come al solito giocatori buoni rifiutano il cagliari,facciamo affari sbagliati,prendiamo giocatori oltre i trenta senza..."

SONDAGGIO – Cerri sulla via del ritorno a Cagliari: giusto dargli un’altra possibilità?

Ultimo commento: "E migliorato molto con i piedi...sa far salire la squadra..meglio cerri con lapadula..affianco"
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Russia 2018