Resta in contatto

News

Francesca, da showgirl a mamma. Un sogno spezzato dal destino

Una tragedia, quella del difensore, che ha colpito soprattutto la compagna e la figlia

Una domenica come tante, vissuta da compagna di un calciatore e da mamma, che improvvisamente si trasforma in una giornata drammatica.

Francesca Fioretti, come ogni giorno da quell’indimenticabile giorno di febbraio del 2016 quando ha messo alla luce una meraviglia di nome Vittoriaera insieme alla figlia quando ha ricevuto la visita di Pantaleo Corvino. Così scrive La NazioneE’ toccato a lui dare l’annuncio a Francesca della scomparsa di Davide.

In via delle Terme, la strada scelta dalla coppia per diventare fiorentini a tutti gli effetti, è scesa improvvisamente una nebbia di tristezza e malinconia. Una domenica maledetta, inconcepibile, da vivere e da accettare. Lacrime e disperazione fino all’arrivo della macchina che l’ha accompagnata a Udine per dare l’ultimo saluto al suo «sole», come amava chiamarlo.

Davide e Francesca si erano conosciuti nel 2013. Lei, ex concorrente del Grande Fratello, era da poco tornata da un viaggio in Vietnam, quando a un festa di un amico in comune, aveva conosciuto il calciatore Astori, capitano del Cagliari.

Una relazione sbocciata per l’intraprendenza di lui, curioso e appassionato di viaggi, proprio come lei. La coppia aveva deciso di mettere radici a Firenze perché “Firenze è speciale, la sentiamo nostra” dicevano.

Firenze è la città che ha cullato Vittoria, il frutto di un amore vero. Accanto a un uomo di uno spessore umano e morale così alto, Francesca aveva messo da parte la carriera da showgirl per sposare quella della mamma a tempo pieno.

Mi reputo una persona un po’ all’antica, molto attaccata alla famiglia – aveva detto subito dopo essere diventata mamma –. Certo, è importante il lavoro e ci tengo tanto alla mia indipendenza, ma col figlio si crea un legame talmente profondo da relegare tutto il resto in secondo piano. Voglio crescerlo io e ce la metterò tutta, non ho alcuna intenzione di lasciarlo con una tata per giornate intere”.

5 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
5 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

(SONDAGGIO) Capozucca confermato, pro o contro?

Ultimo commento: "A casa a raccogliere pomodori. ..."

SONDAGGIO – Cagliari in B: Giulini deve restare o sarebbe meglio un’altra proprietà?

Ultimo commento: "e allora se voleva retrocedere continuiamo a difendere questo incapace e vediamo dove andiamo a finire!"

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Qui permettimi di rispondere; ma non ti sembra un po da miserabili disperati mettere 3 attaccanti contro una squadra di poveracci che meritano di..."

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini ha preso una squadra praticamente condannata alla retrocessione. Ci voleva coraggio. Occorre un drastico cambiamento a partire dal presidente..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News