Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

EL. Milan agli ottavi, 1-1 col Borussia Dortmund: Atalanta fuori

Per un Milan che aveva solo da fare poco più di un allenamento contro il Ludogorets (dopo il 3-0 dell’andata) battuto anche al ritorno 1-0, c’è stata la seconda beffa dell’Atalanta contro il Borussia Dortmund. Come una settimana fa nel 3-2 tedesco nel finale, anche al Mapei Stadium, è arrivato un gol prima che l’arbitro chiudesse le ostilità. Ed è un gol che fa male, perché l’1-1 manda a casa i bergamaschi autori di un ottima gara. Queste la sintesi delle due gare, ricordando che (nei due precedenti incontri) la Lazio ha umiliato 5-1 la Steaua Bucarest, accedendo agli ottavi, mentre il Napoli è eliminato, nonostante il 2.-0 a Lipsia, che non impatta l’1-3 del San Paolo di giovedì scorso:

ATALANTA-BORUSSIA DORTMUND 1-1 –  Bergamaschi in avanti fin da subito. Al 6’ Ilicic viene trattenuto platealmente per la maglia da Toljan all’altezza del cerchio di centrocampo: solo punizione, ma non ammonizione, tra le proteste di Gasperini e dei suoi. Cinque minuti  arriva l’1-0: Cross perfetto per Caldara da parte di Gomez, che devia con la schiena sui piedi di Toloi, il quale segna in spaccata col destro. Poco dopo (12’) Spinazzola mette in mezzo da sinistra per Gomez, anticipato all’ultimo istante: poteva essere il raddoppio nerazzurro. 27’: Gomez innesca Cristante il cui colpo di testa termina a lato per un non nulla. Gol annullato per fuorigioco ai tedeschi (33’) con Gotze. Neanche un minuto Borussia che sfiora il pareggio: De Roon perde palla in disimpegno Batshuay approfitta della situazione, entra in area e calcia in caduta, ma il recupero di De Roon è provvidenziale.

In apertura di ripresa ancora Atalanta pericolosa: Freuler fa partire un destro rasoterra, che però è errato: Gomez cerca di deviare in rete la sfera da pochi passi ma non riesce. Al 24’ Schurrle, che per poco non favorisce Ilicic con un avventato retropassaggio, ma per sua fortuna Burki in uscita anticipa lo sloveno e salva i suoi dal 2-0 sicuro. Due minuti dopo Schmelzer trattiene Ilicic l’arbitro assegna solo punizione all’Atalanta, ma non estrae alcuno cartellino. Gomez si mangia letteralmente il 2-0 al 34’: conclusione da distanza ravvicinata su passaggio di Cristante, ma Burki si oppone con il corpo. Dall’altra parte (36’) Reus crossa rasoterra per Schurrle, tiro mancino parato da Berisha con un riflesso prodigioso. Il portiere dei bergamaschi nulla può sul pareggio di Schmelzer, lesto nel battere a rete da due passi, dopo la respinta di Berisha su Reus. Gasperini si gioca il tutto per tutto, schierando una squadra iper offensiva Cornelius e Petagna (43’) prendono il posto di Toloi e De Roon.

MILAN-LUDOGORETS 1-0 – Solo una formalità contro i bulgari per i rossoneri approdare agli ottavi. Dopo il 3-0 dell’andata arriva l’1-0 del ritorno a San Siro. Ospiti propositivi nei primi 10’ poi la squadra di Gattuso inizia a fare la gara. Al 12’ André Silva fa partire un destro rasoterra da fuori area, che Broun intercetta in due tempi. Al 21’ sblocca Borini anticipando tutti e insaccando la sfera, dopo la respinta sul tiro di Cutrone. La gara scivola senza sussulti fino al 41’, quando Kessié passa la sfera a Cutrone, tentativo però respinto dalla difesa bulgara. Al 13’ della ripresa ottimo intervento di Antonio Donnarumma (oggi titolare al posto del fratello) sul destro velenoso e potente di Swierczok, lesto ad approfittare di un errore di Rodriguez. E’l’ultima emozione di una gara che per la verità, ne ha offerte pochissime.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Difesa a quattro o a tre? I lettori di CalcioCasteddu si dividono

Ultimo commento: "Tralasciando che proprio i due che citi e che stanno tra gli 11, rendono più da esterni che da terzini, ma per Naithan e Carboni è ancora meglio,..."

(SONDAGGIO) Che voto date al mercato del Cagliari?

Ultimo commento: "Un suggerimento Ballardini per far diventare questi giocatori una squadra"

Cagliari-Venezia: le pagelle dei tifosi stroncano la squadra

Ultimo commento: "ci vogliono dei difensori ...la difesa e tutta da cambiare fuori Zappa Altare e Goldaniga..e una punta che segni per il resto tutto il contorno può..."

Cagliari-Venezia: i tifosi hanno scelto la loro formazione

Ultimo commento: "Modulo più adatto con l'abbondanza di centrocampisti che abbiamo, più geometrie di gioco verso gli attaccanti. Se funziona il filtro del..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News