Resta in contatto

Approfondimenti

A Udine i drammi di Bisolone e Grassadonia

La partita Udinese-Cagliari non verrà di certo ricordato con piacere dall’ex allenatore del Cagliari, nonché bandiera rossoblù, Pierpaolo Bisoli e dall’ex difensore Gianluca Grassadonia 

Il 16 gennaio 1994 si affrontano sotto il gelo due squadre che stanno facendo la loro degna figura in serie A, ed entrambe vogliono vincere.

A metà della ripresa, con il risultato inchiodato sull’ 1-1 grazie alle reti di Marco Branca e Julio Cesar Dely Valdes, il roccioso mediano di Porretta Terme paga a caro prezzo la sua generosità: Stefano Desideri supera il centrocampo, ma si allunga il pallone. Bisoli entra in scivolata per arpionare la sfera, ma l’ex centrocampista di Roma e Inter non desiste ed interviene con la gamba tesa.

Matteoli e compagni riescono ad udire il crack della gamba del loro compagno che chiede subito l’intervento dei sanitari. Anche l’arbitro Pairetto si accorge della situazione e con grandi gesti richiama la panchina rossoblù.

Trasportato con urgenza presso un presidio ospedaliero della città, Bisoli chiede il risultato finale della partita ancor prima di capire cosa lo attenderà. L’impietoso esito degli esami è frattura di tibia e perone, e per Bisolone la stagione è praticamente terminata.

Rischiò addirittura la vita il difensore Gianluca Grassadonia. È il 30 novembre del 1998 ed il difensore rossoblù riceve una colpo alla testa, assolutamente fortuito, da Tomas Locatelli.

Grassadonia resta a terra privo di sensi e sull’intero stadio cala un gelido silenzio. Il portiere Alessio Scarpi è il primo ad accorgersene, si fionda sul suo compagno e inizia a praticargli respirazione bocca a bocca e massaggio cardiaco, mentre gli staff sanitari di Cagliari e Udinese, compresa la gravità dell’incidente, si precipitano a soccorrere il calciatore.
Il buon Gianluca si riprende dopo qualche lunghissimo secondo, rassicurando poi tutti dall’ospedale, dove i controlli di rito non rivelano conseguenze.

Encomiabile il pubblico di casa che applaude il giocatore in barella fino al suo ingresso in ambulanza.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Salvezza o no io sono convinta che Agostini ama il cagliari, chi più di lui può fare meglio? Cambierei tutta la società il presidente x..."

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "iO ripartirei con un nuovo allenatore che sappia e avere coraggio a lanciare qualche giovane e smaltire lì attuali senatori che anno deluso"

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "Bravo, ma senza "garra"!"

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."

(SONDAGGIO) Cambio in panchina, giusto esonerare ora Mazzarri?

Ultimo commento: "decisione tardiva ma indispensabile. con Mazzarri la B era sicura , forse adesso c è qualche stimolo in più. Purtroppo è l epilogo di una serie di..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Approfondimenti