Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Cera: “Pelé icona viva per sempre. La finale all’Azteca”

Il capitano del Cagliari dello Scudetto ’70, Pierluigi Cera, rievoca i ricordi sullo scomparso Pelé e sulla finale Italia-Brasile in Messico

(Fonte: Tuttosport)

ICONA. “Se ne va il più grande, anche più di Maradona. Un’icona che rimarrà sempre viva, dotato di tutte le qualità più importanti per un calciatore. Sapeva far rendere al meglio i compagni, pur diventando decisivo da solo. Nella finale all’Azteca, in Messico, Pelé non disputò la sua migliore partita. Ma ciò che fece comunque quel giorno resta nell’immaginario collettivo: era nel pieno della sua maturità come atleta“.

LA FINALE. “La vittoria brasiliana nella finale iridata del ’70 fu giusta nella sostanza, ma non nella forma. Loro erano molto forti, ma lo eravamo anche noi. Abbiamo tenuto fino a un quarto d’ora dalla fine e sullo 0-0 avevamo avuto una palla gol con Mazzola della quale non si parla mai. Forse, segnando quella rete, sarebbe stata una partita diversa. La stanchezza dopo la Germania? Un falso storico. Avevamo preso le contromisure giuste per affrontare il torneo, anche dal punto di vista fisico. Piuttosto l’1-0 fu assurdo, perché ci fu un nostro errore tattico. Vero, la respirazione era difficoltosa: ma pure per il Brasile, che però ci fece correre a vuoto con il suo modo di giocare“.

I VERDEORO. “Non parlavano tra loro: non ne avevano bisogno, si intendevano a memoria e al massimo con uno sguardo. E poi, sempre con il sorriso. Giocavano divertendosi. Pelé è stato un giocatore molto corretto, un piacere da vedere sul campo. Con i suoi piedi poteva fare qualsiasi cosa. Sì: penso proprio che sia stato il più grande di tutti. Almeno per me che l’ho visto da vicino“.

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Mercato leggero? Per i lettori di CalcioCasteddu il Cagliari si è fatto illudere dai risultati di gennaio

Ultimo commento: "La società Cagliari calcio continua a comprare bidoni se va avanti così finiamo in serie c"

(SONDAGGIO) Mercato invernale “leggero”, rosa competitiva o è finita l’illusione di gennaio?

Ultimo commento: "Ranieri, te l'avevo detto di non venire a Cagliari. Con questo Presidente ci rimetti la faccia e questo mi dispiace molto."

(SONDAGGIO) C’è spazio per Nainggolan nel Cagliari di Ranieri?

Ultimo commento: "L'ha finita alla spal il fenomeno, che vergogna. ..."

Nainggolan, per i lettori di CalcioCasteddu farebbe ancora la differenza nel Cagliari

Ultimo commento: "Nainggolan si è dimostrato un piccolo uomo. ..."

(SONDAGGIO) Pavo e Lapadula funzionano, giusto sacrificare Luvumbo?

Ultimo commento: "Ranieri la disposizione dei giocatori e questa purtroppo troppi infortunati quando sono disponibili tutti ci sarà l'imbarazzo della scelta andiamo..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News