Resta in contatto

News

Coppa Italia, altra squadra di A eliminata: è il Sassuolo ko col Modena. Avanti anche Genoa e Cremonese

Al Braglia grande prova della squadra di Tesser e qualificazione ai sedicesimi a ottobre. Oltre ai neroverdi di Dionisi fuori anche Benevento e Ternana

Completato stasera il quadro dei sedicesimi della Coppa Italia 202272023. Si qualificano Cagliari, Cittadella, Udinese, Sampdoria, Spezia, Torino, Spal, Pisa, Ascoli,  Bari, Parma e Monza, oltre alle altre quattro squadre che hanno passato il turno nei match odierni. Su Bologna-Cosenza, che ha designato l’avversaria del Cagliari, trovate un pezzo a parte. Ecco le sintesi:

GENOA-BENEVENTO 3-2. Nonostante la retrocessione in B e l’orario d’inizio del match in un lunedì feriale alle 17.45, lo stadio Marassi presenta un bel colpo d’occhio sugli spalti a tifare i colori rossoblù.  Al 3’ l’ex Coda si presenta colpendo il montante della traversa. I liguri si fanno preferire ai sanniti, colpendo una seconda traversa al 21’, stavolta con Portanova. Al terzo tentativo genoano, (35’) arriva il gol che sblocca la contesa con Gudmundsson, che deve solo appoggiare la sfera sul secondo palo, dopo l’assist di Coda. I padroni di casa raddoppiano al 44’ opera ancora di con Gudmundsson, il quale incrocia e infila il portiere avversario. Prima dell’intervallo (48’) riapre i giochi Glik, con un perfetto stacco. Al 17’ della ripresa il Var richiama l’arbitro per la manata di Letizia su Sabelli. Dal dischetto Coda non lascia scampo a Paleari. annullato (36’) il 4-1 a Yeboah. Infine al 50’ inutile gol col destro dell’ex Karic.

MODENA-SASSUOLO 3-2. Vantaggio della matricola in B allenata da Tesser al 12’, con Falcinelli che ringrazia del clamoroso errore Raspadori, per battere dal limite dell’area Consigli col sinistro. Dopo lo svantaggio i neroverdi accusano il colpo e stentano nella reazione verso la porta avversaria. La gara si mette ulteriormente male per loro alla mezz’ora, quando un attimo dopo il palo colpito col destro da Azzi (al termine di una splendida azione) Mosti non fallisce il bersaglio a due passi dalla porta. Al 47’ Berardi riapre i giochi, realizzando un penalty decretato da Aureliano per fallo subito da Panada.

Nella seconda frazione arriva il terzo gol dei locali, al minuto 8’ doppietta personale di Mosti, il quale insacca in respinta dopo il tiro di Gargiulo che aveva profittato di un errore di Ayhan, nel tentativo di servire Rogerio. Al 43’ seconda marcatura degli uomini di Dionisi, con Ayhan che si fa perdonare quanto fatto accidentalmente in precedenza, in occasione del 3-1 modenese.

CREMONESE-TERNANA 3-2. Incredibile errore di Partipilo (11’) si divora incredibilmente il gol, al primo affondo i grigiorossi siglano. Lo fanno al quarto d’ora con Tsadjout, che di tacco al volo batte Iannarilli, sfruttando anche una sfortunata deviazione di Bogdan. Al 22’ l’ex Venezia Okereke raddoppia in girata, dopo aver mandato fuorigiri Ghiringhelli. Match dunque abbastanza indirizzato dalla parte dei ragazzi di Alvini. I quali attaccano ancora e trovano un grande portiere avversario a negare il tris al 32’, prima su Okereke e quindi su Ghiglione. Al 9’ della ripresa colpo di testa di Rovaglia e gara riaperta dagli umbri. Che pareggiano al 12’ con Palumbo che (fortunato nel rimpallo con Chiriches) fulmina Radu, con il mancino potente. Quagliata, appena entrato al posto di Valeri (15’) riporta avanti suoi con una fiondata di sinistro, che non lascia scampo a Innarelli. Nei successivi minuti, recupero compreso, il risultato non cambia.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Cagliari-Venezia: i tifosi hanno scelto la loro formazione

Ultimo commento: "Modulo più adatto con l'abbondanza di centrocampisti che abbiamo, più geometrie di gioco verso gli attaccanti. Se funziona il filtro del..."

(SONDAGGIO) Che voto date al mercato del Cagliari?

Ultimo commento: "3- Un mercato orientato al massimo guadagno senza guardare assolutamente alle esigenze della squadra, comprando giocatori a fine carriera o giovani..."

Luvumbo titolare o “super-sub”? Avete votato così

Ultimo commento: "Sempre dal primo minuto, Zito è in una forma straordinaria, ha classe e verve del vent'enne. Lui e Mokoumbu, sempre dal primo minuto, coadiuvati da..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News