Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Anticipo Serie A: il Genoa ferma la Roma sullo 0-0 all’Olimpico. Nel finale annullato un gol a Zaniolo

Niente vittoria per Mourinho, alla panchina numero 100 in Serie A tra Inter e i giallorossi  ma l’obiettivo di un posto in Europa resta vivissimo

Un Genoa quadrato porta via un punto dall’Olimpico, obbligando la Roma allo 0-0 finale. Per Blessin è il secondo pari di fila. La classifica resta comunque sempre precaria per i liguri.

TRA OBIETTIVO EUROPA E RINCORSA SALVEZZA. Pressa molto alta la compagine di Blessin, che porta tanti giocatori nella metà campo avversaria, il che costringe i capitolini ad avere difficoltà nel palleggio. Al 21’ Smalling salva con una grande chiusura su un pallone servito da Sturaro in area a Destro.  Col passare dei minuti i giallorossi prendono le misure dei liguri e si portano con più verve verso la porta avversari. Tuttavia è Yeboah al 36’ ad avere, ma non sfruttare, la chance di segnare, dopo la respinta di Smalling (la seconda del primo tempo) sul tiro di Portanova. Quattro minuti dopo tutto ok dal Var per la scivolata di Vasquez su Mkhitaryan. Al 39’ Oliveira calcia di prima intenzione, su imbeccata di Zaniolo, palla che regala l’illusione del gol. Neanche 60 secondi dopo Sirigu devia in angolo il tiro di Mkhitaryan, il quale (44’) non arriva a colpire il pallone per l’opposizione di Vanheusden.

Anche la ripresa vede un Genoa che, pur in grande difficoltà di classifica, mostra di avere un’anima e di essere vivo. Smalling grande protagonista anche in attacco. Al 10’ sfiora il vantaggio di testa, sul traversone di Karsdorp. Mourinho, con dei cambi, aumenta la pressione in attacco. I giallorossi cambiano decisamente passo, andando al tiro con Cristante (14’) e Zaniolo un minuto dopo. Nulla da fare (17’) per il da poco entrato Afena-Gyan. L’undici di Blessin fatica ogni minuto che passa, ma cerca di reggere l’urto affidandosi al talento (e all’esperienza in campo internazionale) di Amiri. Ostigard, 21’, si oppone a Abraham, pronto ad andare in gol. Il difensore viene espulso per chiara occasione da rete al 23’, quando abbatte Afena-Gyan, un attimo prima dell’area di rigore. Al 45′ annullato un gol a Zaniolo, per precedente fallo di Abraham su Vasquez. Protesta troppo Zaniolo e Abisso lo espelle.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News