Resta in contatto

News

Anticipo Serie A. Gol e occasioni al Mapei Stdium: l’Hellas Verona ha la meglio sul Sassuolo per 4-2

I veneti riscattano il brutto passo falso casalingo con la Salernitana mettendo in cassaforte tre punti di grande importanza per la classifica

L’Hellas Verona espugna per 4-2 il campo del Sassuolo nell’anticipo domenicale della ventiduesima giornata. Doppio colpo per gli ospiti, che riscattano l’imprevisto scivolone interno con la cenerentola Salernitana e fa un altro importanze balzo in graduatoria. Per i neroverdi uno stop nel percorso di crescita.

PUNTI IN PALIO PER LA TRANQUILLITA’. Meglio i veneti nella prima parte della gara, ma Simeone (6’) Ceccherini un minuto dopo e Lazovic (13’) non sono precisi.  Costante la pressione degli uomini di Tudor, che non fanno costruire gioco a quelli di Dionisi. Consigli al 15’ dice no a Caprari, salvandosi in corner. Dal susseguente Gunter segna, ma gol annullato dal Var (dove c’è Mariani) per fuorigioco. Dieci minuti dopo Frattesi sciupa una buona occasione per i padroni di casa, 5’ dopo Montipò si oppone alla conclusione di Raspadori. Nulla da fare neanche per Ferrari un minuto dopo. La rete la segnano gli ospiti (stavolta in modo regolare al 37’) con Caprari, autore di un sinistro preciso. Al 44’ raddoppia, in modo fortunoso, Barak sugli sviluppi di un corner. Neal finale di tempo doppia chance per lo 0-3 non z concretizzata da Casale e Tameze, che avrebbe chiuso la contesa.

Nella seconda parte della sfida la reazione del Sassuolo è nella maggiore offensiva portata in area avversaria, ma lascia spazi alla ripartenza degli scaligeri, che si fanno pericolosi con Barak al 7’. Scamacca segna un minuto dopo un gran gol e riapre il match, con una splendida acrobazia e palla in rete col il destro interno collo. L’arbitro Frontera ferma il gioco (9’) su indicazione del Var per il tocco con la mano in area di Chiriches, che manda sul dischetto (11’) Barak, il quale nonostante il tocco di Consigli col braccio destro, insacca. Scamacca mette i brividi col suo tiro di destro al 18’, mentre al 22’ il da poco entrato Defrel, sigla di testa. Si lotta in tutto il campo.  Faraoni manda d’un soffio fuori il pallone del 4-2, calciato col destro al 33’. Al fischio finale esulta l’Hellas, che con Barak in contropiede segna al 48′ in ripartenza, portandosi il pallone a casa per la tripletta.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Capozucca, i lettori di CalcioCasteddu si dividono. La maggioranza però cambierebbe ds

Ultimo commento: "sono anni che lo dico, uno capace a prendere morti e strapagarli, e svendere giovani ....vai in pensioneeeee!!"

I lettori di CalcioCasteddu a maggioranza: Cerri merita un’altra chance

Ultimo commento: "ai sapientoni del calcio teorico indichiamo i seguenti dati reali: Cerri anni 26 presenze fra A e B 190 con 35 goal... Brunori anni 28 presenze fra..."

Fascia da capitano, Deiola non convince i lettori di CalcioCasteddu

Ultimo commento: "QUI VA TUTTO MALE.....BENEDIRE PURE I TIFOSI....."

I lettori di CalcioCasteddu divisi: Liverani non è l’uomo giusto per il nuovo Cagliari

Ultimo commento: "Brunori mi sarebbe piaciuto ma come al solito giocatori buoni rifiutano il cagliari,facciamo affari sbagliati,prendiamo giocatori oltre i trenta senza..."

SONDAGGIO – Cerri sulla via del ritorno a Cagliari: giusto dargli un’altra possibilità?

Ultimo commento: "E migliorato molto con i piedi...sa far salire la squadra..meglio cerri con lapadula..affianco"
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News