cropped-cropped-CC-11.png
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Serie A: lo Spezia vince 1-0 in casa del Genoa e affossa i rossoblù. Roma-Juventus 3-4

Tante emozioni a Marassi nel derby ligure e all’Olimpico, con i giallorosssi che sul 3-1 rimediano tre gol in 6’

Vittorie pesanti per opposti motivi da parte di Spezia e Juventus, nelle due gare giocate alle 18,30 e valide per il ventusnesimo turno. Le nostre sintesi:

GENOA-SPEZIA 0-1. Ad infiammare il derby Bastoni, che col sinistro segna al 14’, gelando ancora di più i tifosi di casa presenti a Marassi, già alle prese col freddo che imperversa su Genova, con un rasoterra che non lascia scampo a Sirigu, sull’assist di Verde. In difficoltà gli uomini di Šhevčenko (assente in panchina per Covid) che viene graziato dallo 0-2 al 23’ sul colpo di testa di Maggiore, con pallone che Sirigu smanaccia. Poi Verde calcia a botta sicura, ma Vasquez sulla linea di porta evita la rete per millimetri. Il Genoa si ripresenta in campo con tre cambi. Tassotti, stasera in panchina, opta per una rivoluzione.

La sua squadra sembra aver cambiato passo, anche se per oltre 20’ Provedel non è mai impegnato. In ripartenza al 22’ Verde col mancino calcia alto da distanza ravvicinata e si divora il raddoppio. Al 34′ azione insistita ospite con Gyasi e Nzola, aiutati poi da Bastoni e Verde i quali ci provano entrambi con il mancino ma trovano il muro della difesa rossoblù aancora una volta niente 0-2. Nel finale (45′) Destro fallisce il pareggio mandando alto il pallone a due passi dalla porta, mentre dall’altra parte (48′) Sirigu si oppone a Gyasi.

ROMA-JUVENTUS 3-4. Più propositivo l’undici di Mourinho a inizio partita con Pellegrini al 6’ (tiro murato) e Abraham che un minuto dopo mette in difficoltà l’ex Szczesny tra i pali. Quattro minuti dopo nulla può il portiere sul colpo di testa di Abraham perso da Betancur e Rugani (intento a controllare Smalling) che va in rete. La reazione dei bianconeri porta la firma di Dybala, che pareggia con un gol strepitoso (stupendo sinistro da far vedere mille volte nelle scuole calcio) imparabile per Rui Patricio, al 18’. Sul risultato in parità continua a giocare meglio la squadra di casa, che al 3’ della ripresa si riporta in vantaggio con Mikhitaryan, il cui tiro col sinistro, trova la deviazione di De Sciglio che mette fuori causa Szczesny. Tutto da rifare per la compagine di Allegri, che al 31’ aveva perso per infortunio Chiesa, a causa di un problema al piede destro.

Si mette ancora peggio in casa Juventus: una strepitosa punizione di Pellegrini (concessa per fallo di De Ligt su Afena-Gyan disegna una traiettoria imparabile e porta la Roma sul 3-1 dopo 8’ della ripresa. Mai però dare per morti bianconeri. Che in 6’ segna tre reti e va sul 4-3. Locatelli segna al 25’, Kulusevski alla mezz’ora sigla il 3-3, quindi gol di De Sciglio al 33’. I Padroni di casa falliscono un rigore, concesso attraverso il Var per fallo col braccio al 38’ di De Ligt. Ma dal dischetto Szczesny para il tiro di Pellegrini. Al 48’ Perez fallisce il 4-4.

 

Subscribe
Notificami
guest

28 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Un saluto dalla redazione di CalcioCasteddu: iniziamo come di consueto con le prime pagine dei...
Avete perso una news o un approfondimento sul Cagliari? Date uno sguardo al nostro riepilogo,...

Dal Network

Lo scontro diretto termina a favore dei pugliesi. In apertura di gara annullato a Cerri...
Dopo l’intervista nel post partita dei biancocelesti vittoriosi 4-1 alla cenerentola Salernitana del giocatore, interviene...
La società giallorossa ha messo in vendita i biglietti dei posti “a ridotta visibilità” di...

Altre notizie

Calcio Casteddu