Resta in contatto

News

Serie C Girone B: l’Olbia supera 2-0 il Pontedera con reti siglate nel finale

Gara difficile al Nespoli per i bianchi contro un’avversaria che si è praticamente solo difesa ma che alla fine ha capitolato due volte

Alla fine i tre punti sono arrivati, con merito, Ma l’Olbia ha dovuto aspettare il 45’ della ripresa per affondare il Pontedera, che ha eretto un muro difensivo, praticamente mai facendosi vedere in area sarda. Il punteggio dice 2-0, per il raddoppio di Renault in contropiede al 48’.

IL GUIZZO FINALE. Prima offensiva dei bianchi dopo 11’, autore Udoh sull’uscita dai pali non convinta di Angeletti lo supera il portiere, ma a porta vuota vede il pallone non insaccarsi solo per l’intervento alla disperata in scivolata di Matteucci. Al 25’ l’estremo difensore para il pallone in due tempi fatto arrivare in area da Udoh. Dalla mezz’ora i sardi hanno più difficoltà nel costruire gioco, perché i toscani tengono il baricentro alto, anche se Van der Want non tocca di fatto palla fino al 37’, quando blocca la sfera calciata da Benedettini. Quattro minuti prima l’arbitro Petrella di Viterbo non ravvisa gli estremi per assegnare il rigore quando Matteucci ferma la corsa di Udoh in area. Poco dopo Ragatzu fa partire una conclusione, ma il tiro è troppo schiacciato. Squadre all’intervallo senza recupero.

11’ della ripresa: Sforbiciata di Lella in piena area, sull’imbeccata di Pinna S., Angeletti si supera e lascia i suoi ancora imbattuti. Aumenta la pressione dell’Olbia, con Canzi che inserisce forze fresche al 31’, facendo entrare Renault (subito ammonito per un’entrata irruenta) e Palesi per Pinna S. e Travaglini. In precedenza (7’) La Rosa aveva preso il posto di Chierico. Anche Occhioni in campo al posto di Biancu al 40’, per l’assedio finale. Che viene premiato al 45’ da Ragatzu che insacca dopo una mischia. Infine, in contropiede al 48’, chiude i giochi Renault finalizzando la meglio il pallone servito da Ragatzu. Domenica prossima 5 dicembre (13.30) i bianchi giocheranno in casa della Vis Pesaro.

LE PAROLE DI CANZI. “Avevo detto ai ragazzi che questa era una partita che richiedeva equilibrio e quindi attenzione a non subire gol perché abbiamo la capacità di far gol sempre e in qualsiasi momento. Ci abbiamo creduto fino alla fine e i cambi di Palesi e Renault, in questo senso, sono stati concepiti per andare a vincere perché abbiamo aumentato la spinta offensiva senza perdere equilibrio. Abbiamo vinto una partita, però: nient’altro”. Nota particolare per il centrale 2001 e per Renault, autore del gol del 2-0 all’esordio nei professionisti: “Quando si gioca poco ci sono due strade: o si molla oppure ci si fortifica. Un plauso particolare va quindi a questi due ragazzi per la capacità che hanno di lavorare in silenzio, migliorando giorno dopo giorno e facendosi trovare pronti alla prima occasione“.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini o un altro l'importante è che vada via GIULINI"

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "A me piacerebbe Zanetti e in d.s. in gamba e Giuliani che li facesse lavorare in pace"

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "È un giocatore che ogni tanto si sveglia del letargo e regala qualche prodezza, ma sono sicuro che un giocatore come Ragatzu avrebbe dato di più al..."

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."

(SONDAGGIO) Cambio in panchina, giusto esonerare ora Mazzarri?

Ultimo commento: "decisione tardiva ma indispensabile. con Mazzarri la B era sicura , forse adesso c è qualche stimolo in più. Purtroppo è l epilogo di una serie di..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News