Resta in contatto

News

Serie A, colpo Empoli: vittoria 2-1 in casa del Sassuolo nel recupero. Tris Fiorentina allo Spezia

Al Franchi tripletta di Vlahovic per la grande vittoria viola. Il Venezia tiene scacco al Genoa, pareggiando 0-0 ma falliendo nel finale la vittoria

In attesa che le due battistrada del massimo campionato (Napoli e Milan) scendano in campo, tre le gare giocate alle 15 e valide per l’undicesima giornata. Ecco le nostre sintesi:

FIORENTINA−SPEZIA 3-0. Ospiti al tiro dopo meno di 30” con Maggiore, la cui botta dalla distanza termina alta di pochissimo. Gioca decisamente meglio l’undici di Thiago Motta al Franchi, tenendo in apprensione la difesa dei viola, che spingono molto sulle fasce. Al 18’ Provedel è attento sul tentativo di Castrovilli. Doppio controllo immagini al Var da parte di Chiffi, prima (36’) sul presunto tocco di mano in area di Erlic, quindi sul contatto Castrovilli-Nikolaou. In entrambi i casi non rilevato nulla di irregolare e la gara prosegue.

Al terzo controllo Var, partecipa anche Giua al 42’ , che al rientro in campo indica il dischetto per il fallo col braccio di Gyasi, ammonito dall’arbitro di Olbia. Dagli undici metri Vlahovic spiazza il portiere avversario due minuti dopo l’accaduto. Lo stesso attaccante si vede negare da Provedel il raddoppio al 46’, che toglie il pallone un attimo prima che questi vada ad insaccarsi sotto la traversa. 17′: Saponara mette un cross arretrato per Vlahovic, che insacca con un rasoterra sul primo palo. Dopo aver sfiorato il tris sl 22′, Vlahovic lo sigla con un bel destro al 29′. Biraghi sfiora l’eurogol al 39′. Ma va bene così.

GENOA−VENEZIA 1-1. Partono forte i lagunari, pericolosi con Busio al 4’, con palla che sfiora il palo alla destra di Sirigu. Tre minuti dopo Galdames impegna dal limite Romero, il quale si oppone deviando palla in angolo. Dopo un inizio complicato la compagine di Ballardini guadagna abbastanza campo, con l’ex portiere della Sampdoria attento al 9’ sulla punizione calciata da Rovella. Liguri a fare la partita, ma poco precisi in fase d’attacco. Nel finale di tempo Sirigu interviene al 41’ sul pallone, prima del tocco di Henry, quindi (44’) dall’altra parte Rovella sfiora la rete su punizione. Romero dice no (7’ della ripresa) a Ekuban, poi è salvato dall’errore di Tourè che fallisce il gol al 22’. Attacca di più il Genoa, che trova un muro nella retroguardia del Venezia, che al 38′ va ad un passo dal gol con Caldara, sventato dall’ottimo intervemto di Sirigu.

SASSUOLO−EMPOLI 1-2. 17’ di equilibrio, poi il tiro di prima intenzione da parte Di Francesco (servito in area da Henderson) che trova l’opposizione di Consigli. Mostra grande qualità l’undici di Andreazzoli, che fronteggia l’aumento di ritmo, da parte dei neroverdi che, al 35’ trovano un Vicario strepitoso nello sdraiarsi a terra e negare la rete del vantaggio casalingo in contropiede, a Traorè. Il quale (43’) non fallisce il bersaglio sul tocco di Tonelli, che beffa il suo incolpevole portiere. Nel secondo tempo si assiste (4’) al salvataggio di Ferrari sulla riga alla conclusione di Henderson, quindi un minuto dopo Consigli si oppone a Di Francesco. 29’: Toljan crossa dal fondo all’indirizzo di Defrel, il quale manca di poco l’impatto col pallone e il probabile 2-0.

Che, al 38′ diventa 1-1 per il pareggio su rigore segnato da Pinamonti, concesso per l’atterramento di Cutrone da parte di Chiriches. Al 47′ Toscani in rete con Zurkoswki, che sul pallone di Henderson, fa partire un gran sinistro, con palla che prima tocca la traversa e poi va in rete. Vittoria ospite clamorosa, con Vicario e compagni che si portano a 15 punti gli stessi della Juventus, battuta allo Stadium a inizio stagione.

4 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
4 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Qui permettimi di rispondere; ma non ti sembra un po da miserabili disperati mettere 3 attaccanti contro una squadra di poveracci che meritano di..."

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini ha preso una squadra praticamente condannata alla retrocessione. Ci voleva coraggio. Occorre un drastico cambiamento a partire dal presidente..."

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "È un giocatore che ogni tanto si sveglia del letargo e regala qualche prodezza, ma sono sicuro che un giocatore come Ragatzu avrebbe dato di più al..."

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."

(SONDAGGIO) Cambio in panchina, giusto esonerare ora Mazzarri?

Ultimo commento: "decisione tardiva ma indispensabile. con Mazzarri la B era sicura , forse adesso c è qualche stimolo in più. Purtroppo è l epilogo di una serie di..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News