Resta in contatto

News

Champions League. Inter dai due volti: soffre ma batte 3-1 lo Sheriff. Milan sconfitto 1-0 anche dal Porto

Sorride la Milano nerazzurra in rete con Dzeko, Vidal, e De Vrij. Resta invece al palo quella rossonera, che non è ancora fuori dalla qualificazione

Le due milanesi hanno aperto alle 21 la terza giornata delle competizioni europee, che domani vedrà in campo Juventus e Atalanta, giovedì Lazio, Napoli e Roma. Le sintesi delle gara di stasera:

INTER-SHERIFF TIRASPOL 3-1. Subito in pressione l’undici di Inzaghi, ma la difesa avversaria regge l’offensiva. Idee e personalità comunque per i moldavi, che giocano in ripartenza e non disdegnano delle sortite. Dumfries sciupa tutto davanti al portiere avversario al 14’, mentre due minuti dopo Celeadnic evita la rete parando il tiro di prima intenzione di Dzeko, imbeccato da Martinez. Poca fortuna anche per Dimarco al 18’. Dumfries ci riprova al 28’, palla però sull’esterno della rete. Vantaggio sfiorato anche da Dimarco al 34’, ma realizzato da Dezko neanche 180” secondi dopo al volo di sinistro. Sheriff vicinissimo al pareggio (41’) sulla palla servita da Kolovos a Cristiano, il cui tiro trova la grande opposizione da parte di Handanovic. Due minuti dopo devia la sfera in corner dopo Celeadnic, sul tiro di Peresic.

Gli ospiti non mollano e trovano il pareggio su punizione (concessa per fallo di Dimarco su Bruno) al 7’ con una super conclusione di Thill, che non lascia scampo al portiere nerazzurro. Palo esterno e palla sul fondo di Peresic, dopo aver scambiato con Dzeko. Che al 13’ offre la palla a Vidal, il quale non fallisce bersaglio a tu per tu col portiere, e riporta in vantaggio l’Inter. Che al 22’ segna ancora col primo gol in Champions di De Vrji in girata col destro. Nel finale (45′) Sensi sfiora l’incrocio dei pali, poi due minuti dopo girata al volo di Martinez, con deviazione sopra la traversa da parte di Celeadnic.

Nello stesso girone il derby tutto italiano tra De Zerbi e Ancelotti, lo ha vinto il secondo. Il suo Real Madrid si è infatti imposto con un pesante 5-0 sullo Shakhtar Donetsk.

PORTO-MILAN 1-0. Lusitani ad un passo dal vantaggio al 5’, col palo di Luis Diaz, grazie ad un destro a incrociare. Nell’occasione male Bennacer, che aveva perso palla a centrocampo. Ritmi consoni alla massima competizione europea per club, e gara piacevole all’Estadio Do Dragao.  Altro brivido al 18’ sulla palla persa da Saelemaekers e agganciata da Taremi, che fortunatamente calcia al lato. Altra chance per l’iraniano al 28’: dopo uno scambio con Sergio Oliveira, fa partire un destro destinato sul palo lontano che esce di pochissimo. Soffre la compagine di Pioli, che comunque riesce ad andare all’intervallo sullo 0-0.

3’ della ripresa Tomori si fa spostare da Taremi, che poi calcia e sfiora la marcatura. Triplo cambio in casa rossonera, nel tentativo far svoltare l’incontro. Entrano infatti Romagnoli, Kalulu e Ibrahimovic. Ma andare in rete (21’) sono i portoghesi con un destro a giro di Luis Diaz da oltre 15 metri. Impossibile per Tatarusanu arrivare sul pallone. I lombardi accusano il colpo. Due minuti dopo Pepe col sinistro, calcia palla fuori non di tantissimo sfiorando il raddoppio.

Vittoria Liverpool a Madrid sull’Atletico per 3-2. Risultato che regala ancora una piccola speranza qualificazione al Milan.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Qui permettimi di rispondere; ma non ti sembra un po da miserabili disperati mettere 3 attaccanti contro una squadra di poveracci che meritano di..."

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini ha preso una squadra praticamente condannata alla retrocessione. Ci voleva coraggio. Occorre un drastico cambiamento a partire dal presidente..."

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "È un giocatore che ogni tanto si sveglia del letargo e regala qualche prodezza, ma sono sicuro che un giocatore come Ragatzu avrebbe dato di più al..."

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."

(SONDAGGIO) Cambio in panchina, giusto esonerare ora Mazzarri?

Ultimo commento: "decisione tardiva ma indispensabile. con Mazzarri la B era sicura , forse adesso c è qualche stimolo in più. Purtroppo è l epilogo di una serie di..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News