Resta in contatto

News

Mazzarri: “Abbiamo fatto un richiamo della preparazione, inizia un nuovo campionato”

Il Cagliari ospiterà la Sampdoria e alla vigilia della gara il tecnico rossoblù presenta il match della Unipol Domus

Serve un’inversione di rotta e alla svelta. La pausa nazionali è servita a ricomporre le idee dopo la delusione contro il Venezia e l’inizio di campionato mediocre dei sardi. Il tecnico Walter Mazzarri presenta la sfida contro la Sampdoria, appuntamento da non sbagliare per non sprofondare negli abissi.
Queste le parole del tecnico:

RECUPERO. “La rosa intera non l’ho avuta, ma sono contento del lavoro di chi c’è stato. Hanno sudato tanto, questo porterà benefici ai ragazzi. Abbiamo fatto un richiamo della preparazione. I ragazzi che vengono dall’Uruguay non li ho ancora visti, domani ci parlerò e deciderò chi impiegare e quanto. Sono scelte che non vorrei fare, ma il calcio è strutturato così”.

RIPARTIRE. “Ai ragazzi dopo il pareggio col Venezia ho detto di fare conto che ci sono 16 squadre e 32 partite. La prima abbiamo preso un punto, pensiamo alla Sampdoria, la fase passiva feroce. Queste due settimane ho cercato di fare un lavoro in un certo modo. Il campionato inizia adesso, abbiamo 31 partite davanti. Spero che il pubblico ci dia una mano”.

CAMBI. “Sono stato tra i primi a favorire i cinque cambi, è giusto aveli. Chiaro che se hai 16 giocatori considerati allo stesso livello va benissimo. Purtroppo però al momento Walukiewicz non è a disposizione, Caceres devo salutarlo ancora da quando è andato via dopo il Venezia, così come Godin che ha fatto tre partite da 90 minuti, devo capire. Ceppitelli invece sta bene. In questo caso i cinque cambi possono aiutare”.

SAMPDORIA. “Ha meno punti di quelli che meritava. Gioca bene e ha messo in difficoltà tutti, stesso modulo più o meno dell’anno scorso. Sono partite difficili ed equilibrate, la Samp ha valori importanti in rosa. Dobbiamo fare la nostra partita, se facciamo la fase difensiva in un certo modo e sviluppiamo la manovra in un certo modo possiamo metterli in difficoltà”.

ALTARE. “Ha fatto l’esordio e poteva fare meglio, quel gol però è un concorso di colpa. Gli ho parlato. Spesso il giovane va messo quando la squadra va forte, ora è un momento delicato e i giovani se si può non vanno buttati in mischia. Se avrò bisogno lui potrà fare la sua figura, se posso ad oggi non partirà dall’inizio”.

EPISODI. “A volte le stesse gare le porti a casa con una vittoria o un pareggio. Era difficile pensare che col Venezia non avremmo portato a casa il risultato. Se andiamo a vedere le altre gare precedenti qualche punticino avremmo potuto raccattarlo in più”.

PAVOLETTI. “Si è allenato benissimo, la sua condizione è migliorata. Keita è arrivato mercoledì e ha dimostrato di stare bene, la staffetta sta facendo bene. Domani partirà uno dei due. Sono due giocatori da me consideratissimi”.

CRESCITA. “Secondo me Strootman aveva bisogno di allenarsi forte come ha fatto questi 15 giorni. Sono sicuro che in campo lo vedrò più sciolto. Zappa ha lavorato bene, sono convinto comunque che tutti beneficeranno dal lavoro fatto. Deiola l’ho notato di più in queste due settimane, non lo conoscevo, ho visto grande volontà e affidabilità. Sono rimasto contento della disponibilità che mi hanno dato rispetto al miglioramento. Grassi ha fatto il suo quando è entrato, sono ragazzi che tengo in considerazione. Ogni allenatore ha delle gerarchie, ma per me l’allenamento è sacro e se uno mi dimostra qualcosa lì non guardo in faccia a nessuno”.

 

69 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
69 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoblu

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

Altro da News