Resta in contatto

Approfondimenti

CDS – Il ritorno a Napoli di Mazzarri: l’uomo della Champions e non solo…

Centoottantadue le panchine con il club partenopeo con tanti momenti particolari ma anche soddisfazioni vissuti

Nell’ottobre 2009 il Napoli non è ancora consapevole d’aver avviato la sua nuova evoluzione, aprendo un ciclo. Mazzarri arriva dopo un semestre cupo che Donadoni attraversa da traghettatore: Reja, che ha provveduto a far risorgere dalle ceneri un club dal fallimento e l’ha portato in Serie A e persino in Europa. L’uomo toscano di San Vincenzo, scrive oggi il Corriere dello Sport in edicola, con le sue mani rugose e stravolto immediatamente, sistemando tredici risultati utili consecutivi e cominciando a scalare una classifica che da pericolosa diventa invitante: sesto posto, Europa League, ma chi l’avrebbe sospettato al suo arrivo?

POI LA CHAMPIONS. Nei suoi milletrecentoventuno giorni (centoottantadue panchine) vissuti standosene spesso rinchiuso in se stesso, prigioniero d’una torre d’avorio nella quale si calava, Mazzarri lancia il Napoli in una dimensione inedita, dove gli regala le stordenti nottate europee, l’eleva alla felicità assoluta vincendo la Coppa Italia del 2012 e quindi riaprendo una bacheca ormai arrugginita, lo porta ad un ottavo in Champions League che sa di rimpianto (fuori ai supplementari a Stamford Bridge, con il Chelsea che vincerà il trofeo), lambisce persino il sogno dello scudetto andandoci vicino assai e vedendolo sfumare, nell’ira bruciante, a cinque giornate dalla fine, nel 2011, con la sconfitta interna con l’Udinese che consente al Milan di Allegri, a quel punto avanti di sei punti, di vincere di muso lungo. Chissà se al Cagliari, dopo aver preso la squadra in un grande momento di difficoltà ripeta lo stesso.

9 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
9 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "Bravo, ma senza "garra"!"

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."

(SONDAGGIO) Cambio in panchina, giusto esonerare ora Mazzarri?

Ultimo commento: "decisione tardiva ma indispensabile. con Mazzarri la B era sicura , forse adesso c è qualche stimolo in più. Purtroppo è l epilogo di una serie di..."

Mazzarri, i lettori di CalcioCasteddu vogliono finire la stagione con il tecnico

Ultimo commento: "In ogni caso,ce la siamo scappati lo scorso anno, per il rotto della cuffia. La Salernitana, grazie a Nicola, provvidenziale il cambio,Colantuono è..."

(SONDAGGIO) Keita, merita una chance dall’inizio a Udine?

Ultimo commento: "Sii,Keita e Pereiro...un po di panchina per Joao la papera"
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"Bonimba", uno dei più forti attaccanti rossoblu

Roberto Boninsegna

Altro da Approfondimenti