Resta in contatto

News

Marin “riposato”. Semplici felice: lui un po’ meno…

Razvan Marin è uno dei cardini della giovane Nazionale rumena impegnata nelle qualificazioni mondiali. Ma c’è qualcosa, accaduto in questi giorni, che ha minato la serenità del centrocampista rossoblù

TRITTICO. Impegnato contro Islanda, Liechtenstein e Macedonia del Nord con la Romania nelle qualificazioni mondiali, Razvan Marin non ha trovato l’utilizzo che si sarebbe aspettato da parte del C.T. Radoi: 14, 90 e 27, rispettivamente, i minuti giocati dal centrocampista del Cagliari. Il quale, evidentemente deluso, non ha risparmiato a mezzo stampa una reazione di disappunto.

INTERVISTA. “Non sono contento di venire in Nazionale solo per giocare una partita contro il Liechtenstein, ma è stata una decisione dell’allenatore e vado avanti. Sono anche insoddisfatto del risultato e perché non ho giocato di più con la Macedonia del Nord. Ora sono piuttosto nervoso e sconvolto dopo la partita. Non voglio aggiungere altro. Vedremo. Tornerò nella mia squadra di club, sarò tranquillo, giocherò nella posizione in cui sto facendo del mio meglio, e poi vedremo. Sono solo un giocatore, sto cercando di fare il mio lavoro nel miglior modo possibile in campo e basta. Non si tratta di rinunciare alla Nazionale, sono ancora giovane“, ha espresso Marin.

LA RISPOSTA DEL C.T. Dal canto suo, Mirel Radoi ha risposto: “Se avessi un problema con un giocatore, ne parlerei con lui e non con la stampa, dove c’erano state discussioni perché stavo facendo giocare Marin e non un centrocampista più difensivo. Ora ha giocato Nedelcu e non Marin, e le critiche restano ugualmente“. Ci si augura che le eventuali incomprensioni tra il selezionatore e il giocatore del Cagliari vengano risolte, per il bene comune: la Romania resta in corsa per Qatar 2022, dopo lo 0-0 di ieri in Macedonia del Nord. Mister Semplici sarà dal canto suo contento per ritrovare un giocatore non troppo usurato dagli impegni internazionali: Marin, come abbiamo visto, potrebbe non essere dello stesso avviso…

(Traccia sviluppata da: Digisport.ro)

4 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
4 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News