Resta in contatto

News

Serie C, Girone B: l’Olbia torna in campo ad Ancona dopo 45 anni

Una settimana dopo il 3-2 sulla Pistoiese i galluresi avranno davanti una squadra che ha visto la sua società giocare in Serie A

Era il 17 ottobre 1976, quando l’Olbia giocò per l’ultima volta in casa dell’Ancona. Da allora, in questi 45 anni, di situazioni sportive per i due club ne sono cambiate tante. Intanto lo stadio: quel match, chiusosi 0-0 si giocò al Dorico, mentre domenica pomeriggio (ore 15) si scenderà in campo al Del Conero, l’impianto inaugurato nel 1992 e intitolato al Monte omonimo che sovrasta la città. Inoltre quella squadra si chiamava Anconitana, poi diventata Ancona e oggi Ancona Metelica. Avversaria da prendere con le molle, costruita per qualcosa di importante nel Girone B.

Ma l’Olbia, che ha battuto 3-2 una settimana fa la Pistoiese, vuole puntare al bis. “Come noi – sottolinea presentando la gara il tecnico dei galluresi Canzianche loro hanno il vantaggio competitivo di non aver dovuto iniziare da zero, avendo mantenuto la stessa guida tecnica e uno zoccolo duro di giocatori. È un avversario che abbiamo studiato bene, organizzato e aggressivo che valorizza la qualità dei singoli grazie a un forte collettivo che si trova a dover gestire la responsabilità, ma al contempo ad avere la forte motivazione, di rappresentare da quest’anno una città di grande tradizione“.

Come domenica scorsa – afferma ancora l’allenatore dei bianchianche domani serve la massima attenzione e applicazione. Se c’è qualcosa da migliorare? Difficile dirlo, abbiamo fatto una buona partita contro la Pistoiese, cosa che dobbiamo essere in grado di replicare con la stessa intensità. Certo, in fase di conclusione un pizzico di cinismo in più non guasta mai“. Per domani il tecnico potrà contare su 21 uomini. Unici assenti (in recupero dai rispettivi infortuni) Belloni e Pinna.

I CONVOCATI DA CANZI
Portieri: Ciocci, Van der Want
Difensori: Arboleda, Boccia, Brignani, Demarcus, Emerson, Pisano, Renault, Travaglini
Centrocampisti: Biancu, Chierico, Giandonato, La Rosa, Lella, Occhioni, Palesi
Attaccanti: Mancini, Pinna, Ragatzu, Udoh

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Larghissima maggioranza tra i lettori di CalcioCasteddu: Giulini dovrebbe passare la mano

Ultimo commento: "Probabile visto che è attaccato al colore dei soldi non certo ai colori rossoblu"

(SONDAGGIO) Capozucca confermato, pro o contro?

Ultimo commento: "Ne' Capozucca ne' Giulini. Dove sono finite le promesse e i buoni propositi del Presidente, ha promesso per il centenario la zona uefa invece siamo..."

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Qui permettimi di rispondere; ma non ti sembra un po da miserabili disperati mettere 3 attaccanti contro una squadra di poveracci che meritano di..."

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini ha preso una squadra praticamente condannata alla retrocessione. Ci voleva coraggio. Occorre un drastico cambiamento a partire dal presidente..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News