Resta in contatto

Settore Giovanile

Primavera 1, 1-0 al Torino: Boccia regala al Cagliari la vittoria della tranquillità

Secondo successo consecutivo per i rossoblù che dopo Ascoli mettono in cassaforte altri tre punti pesanti

CAGLIARI: Ciocci; Zallu, Michelotti, Boccia, Cusumano; Conti (41′ st Kouda), Desogus (27′ st Masala); Cavuoti (16′ st Kourfalidis), Contini, Tramoni (16′ st Schirru), Luvumbo (41′ st Sangowski). A disp.: D’Aniello, Fusco, Spanu, Piga, Sulis, Palomba, Piroddi. All.: Agostini.

TORINO: Sava; Todisco, Greco, Ferigra, Kryeziu (1′ st La Marca); Celesia, Lovaglio (18′ st Continella), Savini, Vianni (18′ st Barbieri); Karamoko, Horvath (31′ st Tesio). A disp: Girelli, Fiorenza, Spina, Nagy, Portanova, Foschi, Di Marco, Favale. All.: Coppitelli

ARBITRO: Pashuku di Albano Laziale

RETI: 37’ pt Boccia

Sorride ancora il Cagliari. Lo fa bissando la vittoria di una settimana fa ad Ascoli, imponendosi 1-o al Centro Sportivo su un Torino mai domo.

IL MATCH DI ASSEMINELLO.  Un pomeriggio soleggiato accompagna le due squadre in campo. Posta in palio importante, con i padroni di casa a caccia di una tranquillità in classifica e ospiti che cercano punti per non essere penultimi, in attesa della riforma del campionato, che vedrà allargare le squadre della Primavera 1 da 16 a 18. Ritmi subito alti e rossoblù vicini al vantaggio al 12’ per ben due volte: Cavuoti si fa parare e poi respingere il tiro, poi sul tap-in Luvumbo trova ancora il portiere a dire di no. Gli isolani spingono con continuità costringendo i piemontesi a difendersi. Dopo la pausa per rinfrescarsi, Agostini riorganizza i suoi uomini e la mossa è vincente: al 37’ Boccia sigla il vantaggio con un destro da oltre venti metri, un minuto dopo il portiere di no a Tramoni ad un passo dal raddoppio. Squadre all’intervallo, dopo un minuto di recupero.

Nel secondo tempo i ritmi restano alti. Coppitelli aumenta il peso in attacco con l’ingresso di La Marca per Kryeziu. Si continua a giocare con intensità da entrambe le parti del campo.  Dentro al 16′ Schirru e Kourfalidis per dare il giusto contributo alla causa. Proprio il secondo, un minuto dopo il suo ingresso serve Desogus, il quale però non arriva per un soffio alla deviazione a rete. Regge anche la difesa che controlla le incursioni dei granata, come nel caso del tentativo di La Marca al 21′. Masala prende il posto di Desogus (27) mentre la pressione del Torino è importante verso il finale di contesa. Al 36′ cross di Freddi Greco ribattuto e palla che arriva a Continella, tiro ribattuto , con Ciocci che poi blocca la sfera e fa respirare il Cagliari. Altri due cambi per alleggerire la pressione (dentro SangowskiKouda per Luvumbo e Conti) con 5′ da giocare, quelli del recupero al termine di quali il Cagliari festeggia per una seconda vittoria di fila che regala serenità.  Da segnalare una parata di Ciocci al 48′ su Continella.

LA SODDISFAZIONE DI AGOSTINI. “Siamo felici, per i tre punti che ci servivano e per tutto ciò che c’è dietro questo successo. Le facce, l’atteggiamento per 98 minuti, la dedizione e il calcio espresso ci dicono che siamo più vivi che mai, vogliosi di ottenere i frutti del nostro lavoro. Abbiamo fatto un grande primo tempo, comandando le operazioni e meritando il vantaggio, penso che ci potesse stare anche qualche gol in più. Il Torino, anche nella ripresa dove ha ovviamente spinto, di fatto non ci ha mai impensierito se non con qualche mischia. Segno che il Cagliari ha giocato da squadra in ogni fase, ed è la cosa più bella. C’è stata voglia di battagliare, di andare su ogni pallone, di rimanere vicini in difesa e correre in attacco. Anche quando abbiamo fatto qualche sostituzione l’intensità non è mai calata e siamo stati in controllo”.

“Mancano ancora diverse partite, c’è molto da fare e poco tempo per pensare. Avevamo grande voglia di uscire da un periodo complicato, sapevamo di non meritare buona parte delle sconfitte che erano arrivate e oggi l’abbiamo dimostrato. Mercoledì in casa della Roma sarà un’altra sfida tosta, questi ragazzi e il mio staff sono pronti, all’andata fu una grande partita che siamo andati ad un passo da vincere, andremo in campo col nostro spirito e la consapevolezza rafforzata”.

4 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
4 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

(SONDAGGIO) Il Cagliari a Mazzarri, è l’uomo giusto?

Ultimo commento: "Ritengo sia l'uomo giusto al posto giusto: sa motivare la squadra anche nei momenti più complicati."

(SONDAGGIO) Quale modulo è più adatto per questo nuovo Cagliari?

Ultimo commento: "4-4-2 per sempre. La difesa a 3 lasciamola a chi ha un Koulibaly."

Modulo: per i lettori di CalcioCasteddu il 3-4-2-1 è la soluzione migliore

Ultimo commento: "4 4 2, non possiamo permetterci una difesa a 3 lasciando libere le fasce.Spero che Mazzarri continui con questo modulo."

(SONDAGGIO) Serie A alle porte, dove può arrivare il Cagliari?

Ultimo commento: "Di Dio c'è solo l'onnipotente signore creatore del cielo è della terra dunque imbecille quando tiri fuori il fiato per bestemmiare stai molto..."
Advertisement

I Miti rossoblu

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Ultimo commento: "Xche ci mettete in difficolta 2 canpioni in canpo e fuori. Forza Casteddu.mia Madre Cagleritana .Pandori Amelia.e mio Figlio direttore Sportivo..."

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

Ultimo commento: "Che tempi meravigliosi, come il grande guerriero non c'è né sarà mai più."

Altro da Settore Giovanile