Resta in contatto

News

Serie C Girone A, Gol di Udoh al 39’: l’Olbia batte ancora la Pistoiese e ritrova la vittoria

Tre punti d’oro nella corsa alla salvezza per i bianchi nello scontro diretto, recupero della trentesima giornata in programma lo scorso 13 marzo

L’Olbia batte la Pistoiese 1-0, fa suo uno scontro diretto fondamentale e respira in classifica. Una vittoria meritata (che mancava da tempo) quella ottenuta al Nespoli, nel recupero della trentesima giornata del Girone A, prevista lo scorso 13 marzo, poi rinviata per Covid a oggi pomeriggio.

PUNTI PESANTI. Canzi perde Giandonato durante il riscaldamento per un problema muscolare e inserisce titolare Demarcus. Palo dei toscani con Solerio, sugli sviluppi del piazzato calciato al 3’ da Simonetti. Subito brivido per i galluresi al Nespoli. Al 6’ la difesa ospite spazza via un pallone pericoloso fatto arrivare da Emerson all’indirizzo di Altare. Meglio gli ospiti in avvio di gara, consci dell’importanza del confronto per la loro classifica. Ragatzu innesca Biancu (10’) il cui tiro col destro, termina alto non di molto davanti alla porta difesa da Vivoli. Tre minuti dopo, un suo contatto in area con Udoh (susseguente ad un errore di Baldan nel servirgli la sfera) è visto però in maniera regolare dall’arbitro Luciani di Roma 1. 18’: bella iniziativa di Arboleda, che però sbaglia il diagonale che va fuori. Due minuti dopo Ragatzu fa partire un cross per Udoh, il quale però non arriva sul pallone per un soffio. Cresce la squadra di casa col passare dei minuti, anche se al 23’ Tornaghi è costretto a respingere in tuffo la botta dalla distanza, da parte di Spinozzi. 36’: ancora una palla per Udoh, di nuovo leggermente in ritardo sul suggerimento di Biancu. L’attaccante però non fallisce tre minuti dopo, quando supera il portiere avversario con un destro ad incrociare, sul passaggio di La Rosa. Gli arancioni protestano in vano per (al loro dire) fallo dell’olbiese nel portare via palla a Spinozzi. Intervallo dopo 2’ di recupero.

I sardi partono forte anche nel secondo tempo, per allungare nel punteggio. Al 5’ si vedono annullata la marcatura di Udoh per una carica ai danni del portiere. Il tecnico ospite Sottili opta al 9’ per un triplo cambio e sbilancia la squadra in avanti. Un minuto dopo conclusione velenosa di Simonetti (10’) grande risposta di Tornaghi, che si rifugia in angolo. Al 21’ Romagnoli va in chiusura su Ragatzu ed evita guai seri per la Pistoiese. Che al 31’ si fa vedere nuovamente in area sarda con il colpo di testa di Baldan, sugli sviluppi di un corner, palla di testa fuori al lato. Sia nel proseguo della contesa che, nei 5′ di recupero, non accade nulla di rilevante se non qualche accenno di nervosismo e un fallo in attacco ospite di Mal al 48′. Al 51′, dopo un supplemento di recupero, l’arbitro Luciani dice che basta così. Per l’Olbia, attesa sabato pomeriggio dal Renate, è il momento di far festa per i tre punti ottenuti.

LE PAROLE DI CANZI. Vittoria fondamentale. L‘unica cosa che contava conquistare. Ci voleva una prestazione di sostanza per vincere e così è stata.  Mi fa sorridere perché siamo contenti di una prestazione che è stata ottima sotto il profilo dell’abnegazione mentre a livello tecnico non certamente delle migliori, ma oggi non c’erano i presupposti per fare una partita diversa. Anche perché mi sono stufato di sentirmi dire che giochiamo bene e che non meritiamo di occupare la posizione di classifica che abbiamo. Sembra un po’ una presa in giro. Non ci sono statistiche più precise della classificaSono comunque contento per non aver preso gol. Siamo stati bravi e ordinati nel far fronte alla loro pressione, ma la Pistoiese è andata vicina al gol e alle volte bastano pochi centimetri per cambiare percezione e analisi di una gara“.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News