Resta in contatto

News

Euro Under 21. Poker Italia alla Slovenia e quarti centrati. Zappa in campo nella ripresa

Allo stadio Ljudski passaggio del turno certo dopo 25’ grazie ai gol di Maggiore, Raspadori e Cutrone, che segna una doppietta ma sbaglia un rigore

SLOVENIA (4-2-3-1): Vekič; Žinič, Brekalo, Karič, Kolmanič (36’ st Ploj); Matko, Zaletel, Gnezda Čerin, Prelec; Elšnik, Medved (25’ st Celar). A disp.: Turk, Leban, Rogelj, Stojinović, Gorenc, Horvat, Petrovič, Svetlin, Ogrinec, Kolobarić. All.: Acimovic

ITALIA (3-5-2): Carnesecchi; Lovato (9’ st Marchizza), Gabbia, Ranieri; Bellanova (9’ st Zappa), Frattesi, Pobega (28’ st Colombo), Maggiore, Sala; Raspadori (28’ st Pirola), Cutrone (41’ st Frabotta). A disp.: Plizzari, Cerofolini, Marchizza. All.: Nicolato

ARBITRO: Frankowski (POL)

RETI: 10’ pt Maggiore, 19’ pt Raspadori, 25’ pt (rig.) e 5’ st Cutrone

AMMONITI: Karič, Brekalo, Matko, Marchizza, Frabotta

ESPULSO: 38’ st Marchizza per doppia ammonizione

NOTE: 45’ pt Cutrone fallisce un rigore

Allo stadio Ljudski A Maribor l’Italia asfalta la Slovenia, nel match valido per la terza giornata della prima parte della fase finale di Euro 2021 Under 21.  Un 4-0 al termine di una gara di fatto chiusa da tre reti nei primi 25’ e quarti di finale al via il 31 maggio, assicurati

IL CONFRONTO. Padroni di casa subito in pressing verso la porta azzurrina. Dopo appena 1’ botta potente di Elsnik da fuori area, con pallone di poco fuori anche grazie a una deviazione in corner. La nostra nazionale, dopo aver fatto sfogare gli sloveni, colpisce al primo affondo. Giocata di Cutrone, poi dopo due rimpalli, sfera  a Maggiore (che si fa perdonare la sfortunata autorete con la Repubblica Ceca) battendo Vekič con un diagonale vincente dopo una respinta sulla conclusione di Pobega. Gara messa sui binari giusti, grazie anche al raddoppio di Raspadori al 19’, il quale trova il varco giusto in profondità (sul gran lancio di Ranieri) per insaccare la sfera col mancino, dopo averla stoppata.

Gli sloveni accusano forte il doppio colpo e al 24’, per fallo di Karič su Frattesi, l’arbitro polacco Frankowski indica il dischetto. Battuta di Cutrone, intuita dal portiere, che va uncialmente nel sacco. Padroni di casa in confusione, Italia che controlla senza affanno. Al 36’ improvvisa fiammata slovena con Matko che salta Gabbia, ma c’è Carnesecchi a deviare il pallone che sfiora il palo e finisce in corner. Palla di Sala in profondità per Cutrone (che poi si perde) quindi il recupero di Raspadori per l’attaccante, che si vede commettere fallo in area al 44’ da Vekič. Dagli undici metri, tiro troppo centrale e penalty intercettato. Squadre all’intervallo, concesso dal direttore di gara, dopo 1’ di riposo.

Al 5’ della ripresa bomba da circa 30 metri di Cutrone, che va in rete. Rigore fallito a fine primo tempo, assolutamente dimenticato. Dopo la rete la corsa ad abbracciare il CT Nicolato. Al 13’ Carnesecchi deve intervenire su Prelec in pressing su Marchizza, quindi un minuto dopo botta da circa 25 metri di Cerin, palla di poco fuori. Al 18’ Medved fallisce un’opportunità per accorciare, in uno dei pochi attacchi sloveni portati in partita. Ottimo intervento (31′) di Gran parata di Vekic su Cutrone ad un passo dal 5-0.  Al 38′ espulso Marchizza per doppia ammonizione. Lo spezzino era appena rientrato da un turno di squalifica. 38’super parata di Carnesecchi su Stojnovic, mentre un minuto dopo dall’altra parte, Colombo si fa ipnotizzare dal portiere e, sulla ribattuta, Vekic salva su Frattesi. Festa Italia dopo 3′ di recupero. Ai quarti, nello stesso girone degli azzurrini, anche la Spagna che ha superato 2-0 la Repubblica Ceca.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

(SONDAGGIO) Capozucca confermato, pro o contro?

Ultimo commento: "pro se la sua voce in capitolo venisse presa più in considerazione"

Larghissima maggioranza tra i lettori di CalcioCasteddu: Giulini dovrebbe passare la mano

Ultimo commento: "non faccia il testardo Giulini, il fluoro si, ma il calcio proprio no."

SONDAGGIO – Cagliari in B: Giulini deve restare o sarebbe meglio un’altra proprietà?

Ultimo commento: "e allora se voleva retrocedere continuiamo a difendere questo incapace e vediamo dove andiamo a finire!"

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Qui permettimi di rispondere; ma non ti sembra un po da miserabili disperati mettere 3 attaccanti contro una squadra di poveracci che meritano di..."

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini ha preso una squadra praticamente condannata alla retrocessione. Ci voleva coraggio. Occorre un drastico cambiamento a partire dal presidente..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News