Resta in contatto

News

Serie C Girone A, l’Olbia gioca bene ma segna solo su rigore: l’Albinoleffe vince 2-1 al Nespoli

I lombardi mettono la contesa dalla loro porta dopo 4’. Il rigore siglato da Ragatzu impatta prima della rete di Manconi

Il ritorno in campo dopo 20 giorni, dovuto allo stop forzato per il Covid, è amaro per l’Olbia. I bianchi cadono in casa 2-1 con l’Albinoleffe, una gara che avrebbero ampiamente meritato di pareggiare.

LA GARA. Il match si mette in salita dopo appena 4’. Infatti, sull’angolo di Giorgione, sfera che arriva in area con Pennington che (nel tentativo di allontanarla di testa) batte il proprio portiere. La reazione dei bianchi non è immediata, segno che lo svantaggio è stato accusato e gara ancora fatta dai bergamaschi, decisamente più propositivi e ancora pericolosi in area sarda, con Tomaselli al minuto 11. 7’ dopo fiammata di Arboleda, bel tiro e palla però fuori di poco. 26’: Tornaghi sventa un’offensiva mandando il pallone calciato da Gelli dopo un prima respinta di  La Rosa. Tre minuti dopo piattone a giro di Tomaselli che sfiora la traversa e i padroni di casa evitano lo 0-2. Non gioca per nulla male la squadra di Canzi, che si fa vedere in avanti al 35’ sul passaggio di Pennington per Ragatzu, che manca il tocco per infilare Savini e pareggiare. Squadre al riposo con i lombardi avanti.

La ripresa si accende al 9’ per l’espulsione di Pennington. L’uomo in meno in casa isolana dura esattamente tre minuti, quando l’arbitro Ubaldi di Roma 1, estrae il rosso anche a Tomaselli. Momento importante per i galluresi, con  il rigore concesso al 14’ per atterramento di Udoh. Dal dischetto Ragatzu non sbaglia e impatta un minuto dopo, spiazzando nettamente Savini. Al 27’ fortunatamente Borghini manca l’impatto con la palla davanti alla porta, cosa che al 36’ non fa Manconi che riporta in avanti i suoi favorito da un rimpallo susseguente alla punizione effettuata da Giorgione. Dai minuti che mancano al 90′ al recupero di 5′, l’Olbia staziona nella metà campo avversaria alla ricerca del pareggio. Biancu prende in pieno la traversa al 44′, Gagliano grazia l’Albinoleffe un attimo dopo.  Ultimi sussulto, la punizione da circa 25 metri al 49′ di Biancu. Nulla da fare.

LE PAROLE DI CANZI. “La squadra ha interpretato bene la gara, con lo spirito che avevo chiesto prima di scendere in campo. Purtroppo l’ottima prestazione stavolta non è bastata a fare risultato, ma cerchiamo di prendere il buono che si è visto in campo per ripartire di slancio. Noi in emergenza? Non ha senso dirlo, chi ha giocato, e magari non lo faceva da tanto, ha dato le risposte positive che mi aspettavo. Inoltre abbiamo recuperato Gagliano e Lella. Oggi è iniziato per noi un nuovo campionato di dieci partite da giocare ogni tre giorni. Abbiamo perso la prima, mercoledì abbiamo l’opportunità e il compito di rifarci”.

4 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
4 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

(SONDAGGIO) Pavoletti, voglia di restare. Meglio lui di Lapadula e altri?

Ultimo commento: "Grande Leo! Uomo di grandi Valori, attaccato alla Maglia, alla Sardegna è più umile di alcuni pseudo Sardi. ❤💙"

I lettori di CalcioCasteddu divisi: Liverani non è l’uomo giusto per il nuovo Cagliari

Ultimo commento: "E aperto anche il master per come gestire una società di calcio il caso di studio che verrà analizzato è il cagliari calcio affrettatevi i posti..."

Capozucca, i lettori di CalcioCasteddu si dividono. La maggioranza però cambierebbe ds

Ultimo commento: "Fidatevi di Capozucca..... è una che vede lontano!!!!"

SONDAGGIO – Cerri sulla via del ritorno a Cagliari: giusto dargli un’altra possibilità?

Ultimo commento: "diciamo che può tornare utile come riserva"

I lettori di CalcioCasteddu a maggioranza: Cerri merita un’altra chance

Ultimo commento: "Ci siamo dimenticati di Cerri, secondo me le darei un'altra chance, ricordiamo il bel gol di testa nel finale di partita, alcune cose buone le ha..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News